a cura della redazione - 06 febbraio 2020

McLaren Elva: l'auto più leggera della Casa di Woking

Il nome è quello dell’auto da corsa degli anni ‘60, ma la tecnologia è allo stato dell’arte. Secondo la Casa, è l’auto più leggera mai uscita dagli stabilimenti di Woking.

1 di 2

McLaren sta alzando sempre di più l’asticella in termini di performance. Se per qualche – strana – ragione non ne siete convinti, a dare manforte a questa affermazione è la nuova Elva. Si presenta al pubblico come “la vettura stradale più leggera” mai uscita dagli stabilimenti di Woking.

Farsi incantare dai numeri di quest'auto è davvero facile: il motore, come da tradizione McLaren, è il 4.0 litri V8 a doppio turbocompressore che viene portato a quota 815 Cv. Il rapporto peso/potenza è tale da poter staccare lo 0-100 km/h in meno di tre secondi e lo 0-200 km/h in 6,7 secondi, un decimo più veloce della Senna. La Elva riprende lo stile – e il nome – dalla McLaren-Elva MK1, un’auto da corsa degli anni ’60 progettata da Bruce McLaren: due posti secchi, nessun parabrezza e scocca in carbonio, facendo del rapporto peso/potenza il suo forte.

La moderna Elva riprende questi dettagli ma aggiunge anche dei particolari tecnologici che sono il fiore all’occhiello del centro di ricerca e sviluppo di Woking. Il primo tra questi è l’aerodinamica attiva AAMS che devia l’aria al di sopra dell’abitacolo in funzione della velocità: il flusso d’aria passa così al di sopra dell’abitacolo evitando fastidiose turbolenze e permettendo agli occupanti di non indossare il casco. Grazie a questa soluzione, sarà un vero piacere poter ascoltare la nota dell’otto cilindri en plen air che esce dall’impianto di scarico in Inconel.

Se invece si preferisce un maggior comfort, McLaren garantisce la presenza di un parabrezza optional esclusivo per il mercato europeo. L’altra chicca tecnologica della Elva è lo sterzo elettroidraulico abbinato a un assetto con sospensioni attive idrauliche, con molle e valvole degli ammortizzatori appositamente studiati per il peso estremamente leggero della vettura. Grazie a un software rivisitato, i diversi assetti si possono regolare attraverso le modalità – Comfort, Sport e Track – che regolano anche la risposta del motore.

Per chi volesse cimentarsi in spettacolari derapate in questa supercar superesclusiva, il sistema VDC mantiene l’angolo di derapata in sicurezza, mentre le tre modalità di ESC controllano la stabilità complessiva della vettura. I fortunati proprietari potranno scegliere di “mandare in fumo” gli pneumatici Pirelli P Zero Corsa, disponibili come optional senza sovrapprezzo ma dedicati all’utilizzo in pista. A garantire elevate performance anche in frenata ci pensa l’impianto frenante con dischi in carboceramica sinterizzata, un particolare tipo di materiale che prevede un processo di produzione lungo e meticoloso, ma che permette di utilizzare freni dal diametro più piccoli rispetto alla carboceramica tradizionale; il risultato è un impianto con dischi anteriori da 390 mm.

Insomma, la McLaren Elva è un concentrato di stile e tecnologia, e con i suoi 399 esemplari è decisamente esclusiva. Il prezzo di partenza è di 1.737.731 euro che possono salire vertiginosamente se si sceglie di personalizzare la vettura con gli optional del McLaren Special Operation.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Alfa Romeo Giulia GTA: sogno o realtà?

Alfa Romeo Giulia GTA: sogno o realtà?

27 febbraio 2020

Czinger 21C: l’hypercar ibrida ottiene lo 0-100 km/h in soli 1,9 secondi

Czinger 21C: l’hypercar ibrida ottiene lo 0-100 km/h in soli 1,9 secondi

27 febbraio 2020

Toyota GR Corolla: dal 2023 una nuova hot hatch con 250 CV e 360 Nm

Toyota GR Corolla: dal 2023 una nuova hot hatch con 250 CV e 360 Nm

26 febbraio 2020

Porsche Taycan: fino a 265 kW recuperati dalla frenata rigenerativa

Porsche Taycan: fino a 265 kW recuperati dalla frenata rigenerativa

26 febbraio 2020

CUPRA Leon Competición, motore 2.0 turbo e 340 Cv

CUPRA Leon Competición, motore 2.0 turbo e 340 Cv

25 febbraio 2020

Lamborghini Aventador SVJ: finale a sorpresa!

Lamborghini Aventador SVJ: finale a sorpresa!

25 febbraio 2020

Maserati: arrivano una supercar, una granturismo e una suv media

Maserati: arrivano una supercar, una granturismo e una suv media

24 febbraio 2020

Svelato il primo teaser della Volkswagen Golf GTD

Svelato il primo teaser della Volkswagen Golf GTD

24 febbraio 2020

Aston Martin Valkyrie: iniziati i test di validazione

Aston Martin Valkyrie: iniziati i test di validazione

24 febbraio 2020

Tesla Autopilot: siamo sicuri che sia davvero affidabile?

Tesla Autopilot: siamo sicuri che sia davvero affidabile?

23 febbraio 2020