a cura della redazione - 25 settembre 2019

Lotus Evija

L’hypercar completamente elettrica della Casa inglese eroga 2.000 Cv di potenza. Da 0 a 100 km/h in meno di 3”, 320 km/h di velocità massima e un’autonomia di 400 km.

1/3

Già facevamo fatica a immaginare una hypercar elettrica prodotta da Lotus, ma finalmente eccola qui. Si chiama Evija (si pronuncia E-va- i-a) il cui significato è “la prima della storia”, nome molto azzeccato visto che si tratta della prima Lotus (e anche la prima hypercar britannica) elettrica. La potenza raggiunge i 2.000 (!) Cv e 1.700 Nm di coppia, surclassando auto come la Pininfarina Battista e la Rimac Concept Two.

Le prestazioni arrivano da quattro motori elettrici, uno per ruota, che rendono la Evija a trazione integrale. Le batterie sono montate dietro l’abitacolo: secondo Lotus sono le più avanzate e dense in circolazione, capaci di 70 kWh e di un’autonomia di 400 chilometri, ricaricabili all’80 % in dodici minuti. Lo 0-100 è ben sotto i tre secondi, ma lo 0-300 è assurdamente sotto i nove secondi, mentre la velocità massima supera i 320 km/h. La bilancia si ferma a 1.680 kg grazie ad una monoscocca completamente in carbonio costruita… a Modena.

Lo stile della carrozzeria si discosta dai tratti stilistici Lotus
1/2

Gli interni sono focalizzati sul guidatore e molto spartani, eccetto uno schermo digitale e un imponente tunnel centrale rialzato che contiene qualunque pulsante possibile per settare tutta l’auto. Quello che è ancora più particolare è l’esterno: lo stile della carrozzeria si discosta parecchio dai classici tratti stilistici Lotus, dove si nota invece la cura riposta nello studio delle superfici per creare deportanza e garantire ottimi flussi d’aria grazie a un immenso diffusore e due enormi gruppi ottici cavi al posteriore.

Lo sforzo di Lotus per produrre una vettura simile è davvero significativo e – anche se è elettrica – ci auguriamo che i 130 esemplari che verranno prodotti avranno successo per rilanciare il marchio e il piano Geely, senza però accantonare le meravigliose Elise, Exige e Evora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Ferrari F40: un nome, una garanzia

Ferrari F40: un nome, una garanzia

30 maggio 2020

Audi RS Q8 Manhart RQ 900: 900 CV e 1.080 Nm

Audi RS Q8 Manhart RQ 900: 900 CV e 1.080 Nm

29 maggio 2020

Porsche: con l’Euro 7 le cilindrate cresceranno

Porsche: con l’Euro 7 le cilindrate cresceranno

29 maggio 2020

Nuova Porsche 911 Targa: questione di stile

Nuova Porsche 911 Targa: questione di stile

28 maggio 2020

Ferrari FXX K: l’ipnotico giro sul Circuito di Monza

Ferrari FXX K: l’ipnotico giro sul Circuito di Monza

28 maggio 2020

Ken Block insegna alla figlia tredicenne a driftare

Ken Block insegna alla figlia tredicenne a driftare

27 maggio 2020

Ferrari: elettrica non prima del 2025

Ferrari: elettrica non prima del 2025

27 maggio 2020

Stelvio Quadrifoglio vs Grand Cherokee TrackHawk: drag race

Stelvio Quadrifoglio vs Grand Cherokee TrackHawk: drag race

26 maggio 2020

Charles Leclerc alla guida della Ferrari SF90 Stradale per il cortometraggio “Le grand rendez-vous”

Charles Leclerc alla guida della Ferrari SF90 Stradale per il cortometraggio “Le grand rendez-vous”

25 maggio 2020

Maserati MC20: trapelano nuovi dettagli

Maserati MC20: trapelano nuovi dettagli

25 maggio 2020