di Tommy Maino
- 26 January 2020

La frenata

Frenare bene e sfruttare tutta la potenza dell’impianto è determinante, anche alla guida di mezzi pesanti come i SUV

1 di 2

Ho avuto la fortuna di testare due SUV decisamente fuori dal coro. Si, avete letto bene, parlo di buona sorte. Perché, pur trattandosi di due auto grandi e pesanti come dei “pulmini”, sono parecchio soddisfatto delle prove. È stata sicuramente una esperienza costruttiva, e mi ha fornito lo spunto per scrivere una “pillola” un po’ diversa dal solito. Senza fornirvi troppi dettagli per non rovinarvi la lettura degli articoli, sia l’X3 M Competition che la Novidem Stelvio 575, hanno negli impianti frenanti una delle loro frecce più appuntite.

Si può staccare parecchio tardi, scalando all’ultimo e scaricando quasi del tutto il motore dalla funzione anche di freno motore

Fin dalla prima “pillola” abbiamo affrontato insieme l’argomento staccate, e sappiamo quanto sia importante saper frenare nel modo giusto. Per chi si fosse “sintonizzato” solo ora, ricapitoliamo velocemente: tutto inizia con una pressione sul pedale del freno che non deve essere mai timida o incerta, sin dal principio è importante spingere forte caricando tanti kg. Successivamente, cerchiamo di prolungare la frenata fin dentro la curva. Una misurata pressione residua sul freno in inserimento, ha il vantaggio di incrementare la direzionalità dello sterzo. Ok, fin qui tutto chiaro, ma nulla di nuovo, quindi cosa c’entrano i due SUV? Semplicemente ho costatato ancora una volta, che sfruttando a fondo la loro enorme capacità frenante - in particolare della Novidem 575 -, è possibile e relativamente facile, abbassare giro dopo giro il “crono” ed impostare le curve nella maniera più proficua.

Con un impianto di tale caratura - così come con quelli delle GT di ultima generazione - si può staccare parecchio tardi, scalando all’ultimo e scaricando quasi del tutto il motore dalla funzione anche di freno. Pure i cambi doppia frizione o gli ultimi automatici – leggi ZF 8 – fanno parte di questo “pacchetto”, perché con dei tempi così ristretti, con un manuale ci vorrebbe veramente tanta maestria e velocità. Riavvolgendo per un attimo il nastro, l’impianto della 575 mi fornisce un assist perfetto. Infatti, alle volte, nei miei articoli, denuncio che servirebbero delle pastiglie più track oriented da inserire nella pinza originale per le “scorribande” tra i cordoli: proprio quello che è stato messo in pratica dai tecnici della Novidem!

Ossia, mantenendo i dischi in acciaio forati e le pinze Brembo originali, sono state introdotte delle gustose Pagid RSL, con il risultato che sembra di aver montato un nuovo impianto prelevato dalle competizioni. Zero affaticamento ed un bite sorprendente, senza considerare che queste pastiglie permettono di modulare la frenata in maniera assai precisa e di conservarne la perfetta quantità sin dentro la curva, a tutto vantaggio dell’incisività dell’anteriore e delle conseguenti linee. E per i carboceramici cosa si può fare? Facile, esattamente la stessa cosa: sempre prodotte da Pagid esistono le RSC, studiate appositamente per questo tipo di dischi. Detto ciò, non vi sto certo esortando a sostituire le pastiglie originali delle vostre auto, studiate appositamente e fonte di grande sicurezza. Ma, per coloro che frequentano assiduamente le piste e magari hanno una macchina dedicata, è una via concreta per elevare la qualità della guida ed abbassare i tempi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Porsche Taycan Turbo S VS McLaren P1: il bene contro il male

Due diverse concezioni, entrambe molto prestazionali, stessa accelerazione sullo 0-100 ma filosofie progettuali totalmente opposte. In uan drag race chi la spunta?

Porsche Taycan Turbo S VS McLaren P1: il bene contro il male

12 September 2020

Porsche Panamera 2020: ancora più performante e divertente

Con un prezzo di 97.800 euro per la versione base a trazione posteriore, la Porsche Panamera restyling è già ordinabile anche in Italia ma le prime consegne sono fissate per ottobre.

Porsche Panamera 2020: ancora più performante e divertente

10 September 2020

La Volkswagen Golf 8 si fa in cinque

A breve saranno disponibili anche tutte le varianti ibride della nuova media di Wolfsburg: si tratta di cinque diverse versioni, tre mild hybrid e due plug-in hybrid.

La Volkswagen Golf 8 si fa in cinque

09 September 2020

Nurburgring: Tesla Model 3 Performance più veloce di Porsche 911 GT3 RS?

Sull’iconico e difficilissimo tracciato denomina Inferno Verde sembra proprio che la berlina vitaminizzata di Palo Alto sia in grado di star dietro se non persino superare una Porsche 911 con gli attributi.

Nurburgring: Tesla Model 3 Performance più veloce di Porsche 911 GT3 RS?

08 September 2020

Garmin Catalyst: il driver coach virtuale per la pista

Una volta montato sul cruscotto raccoglie i vostri dati e vi fornisce in tempo reale indicazioni e suggerimenti anche audio per migliorare le vostre sessioni in pista.

Garmin Catalyst: il driver coach virtuale per la pista

07 September 2020

Tesla Model 3 sconfitta dalla Pikes Peak

Uno spettacolare incidente ma per fortuna senza gravi conseguenze ha definitivamente fermato la vettura di Palo Alto preparata dai ragazzi di Unplugged Performance.

Tesla Model 3 sconfitta dalla Pikes Peak

07 September 2020

Bmw M3 Touring? Presto sarà realtà

Audi RS4 Avant e Mercedes-AMG C63 Wagon sono state avvisate. La Casa dell’Elica metterà per la prima volta in commercio una versione station wagon della sua poderosa M3.

Bmw M3 Touring? Presto sarà realtà

06 September 2020

Ferrari 488 Pista vs Ferrari F40: testa a testa in quel di Maranello

Classica drag race sul quarto di miglio tra cavalline rampanti, rappresentative di epoche molto distanti tra loro. Chi avrà avuto la meglio?

Ferrari 488 Pista vs Ferrari F40: testa a testa in quel di Maranello

05 September 2020

Test dell’Alce indigesto per la Porsche Taycan

Risultato non proprio eccellente quello della sportiva elettrica di Zuffenhausen che nel test del doppio evitamento ostacolo non ha brillato poi più di tanto.

Test dell’Alce indigesto per la Porsche Taycan

04 September 2020

Lamborghini Huracán Evo: il nostro hot lap

Di primo acchito sembrerebbe essersi un po’ troppo “imborghesita” l’ultima evoluzione della supercar del Toro. Invece basta solo un “click” per ritrovare il carattere che la separa dall’Audi R8, con cui condivide parte della meccanica. Nel nuovo numero di evo, l'abbiamo testata. Vi mostriamo il video dell'Hot Lap del nostro pilota ufficiale, Tommy Maino.

Lamborghini Huracán Evo: il nostro hot lap

03 September 2020