di Tommaso Ferrari - 03 dicembre 2018

Signori e signore, il Jeep Gladiator è arrivato

Dopo quattordici anni il pick up Jeep fa preoccupare la concorrenza
1/7

Dopo un’attesa più lunga di quella che è servita alla LFA, il Gladiator ce l’ha fatta. Presentato come concept nel 2004, ben quattordici anni fa, il pick up Jeep è stato svelato al Salone di Los Angeles, e sì, sembra bello tosto. L’aspetto ovviamente è quello di un Wrangler allungato e con un pianale da pick up, con i classici sette listelli verticali della griglia anteriore e i fari tondi, e linee tese e squadrate, ma vanta diverse innovazioni – e come ci si può aspettare – prestazioni fenomenali in fuoristrada. Jeep dichiara che il Gladiator è il pick up di medie dimensioni con le capacità 4x4 migliori di sempre. Per quanto l’off road non sia prettamente Evo, ci piacerebbe scoprire se è vero… . La capacità di traino è di 3.470 chili e il carico utile sul pianale è di 725 kg, mentre la capacità di guado è di ben 76 centimetri.

L’angolo di attacco è un ottimo 43,6 gradi, quello di uscita di 26 e quello di dosso – che risente un po’ del passo così lungo – di 20,3 gradi. Sotto la scocca vi sono tre differenziali a bloccaggio elettronico e quattro grosse piastre protettive, e agli estremi abbiamo cerchi da 17 pollici con gomme tassellate da 33. Come dice il comunicato stampa il design è “moderno, robusto e distintivo” anche se non concordiamo molto sulla frase “a vantaggio dell’aerodinamica”… in ogni caso il Gladiator ha un aspetto veramente bello senza risultare eccessivamente massiccio o ‘barocco’; se poi – come la versione Rubicon in foto – eliminate le portiere e piazzate un paio di kayak sul pianale poche cose vi impediranno di sentirvi le persone più avventurose del mondo.

I motori sono un 3.6 litri V6 Pentastar con 285 cavalli e 352 Nm di coppia e un nuovo 3.0 litri diesel V6 da 260 cavalli con ben 600 Nm di coppia, più che sufficienti per muovere agilmente la massa del Gladiator sia su strada che in off-road, accoppiato ad un cambio automatico a otto marce (o meglio ancora, un manuale a sei rapporti). Cosa allettante sarà che Mopar fornirà numerosi accessori di personalizzazione come kit di rialzo, para sassi, gomme maggiorate da off-road etc ma la vera domanda è quando qualcuno sarà così folle da infilare sotto il cofano il motore della Hellcat… allora sì che il Gladiator diventerebbe il pick up più desiderabile di sempre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Trackday evo 2019! Trackdays 2019

Trackday evo 2019!

Disponibili le date 2019 degli eventi Trackday! Tutte le info per iscriversi

Le ultime news

Meno di 3,5 milioni di euro per questa stupefacente Huayra Roadster

Meno di 3,5 milioni di euro per questa stupefacente Huayra Roadster

19 aprile 2019

E' successo. Ecco l'Aston Martin Rapide E

E' successo. Ecco l'Aston Martin Rapide E

19 aprile 2019

Nissan sfodera la nuova GTR R35 Nismo MY2020

Nissan sfodera la nuova GTR R35 Nismo MY2020

18 aprile 2019

Porsche presenta la 991 Speedster

Porsche presenta la 991 Speedster

18 aprile 2019

50 anni di Godzilla

50 anni di Godzilla

18 aprile 2019

Lotus presenta la Evora GT4 Concept

Lotus presenta la Evora GT4 Concept

17 aprile 2019

NorthCoast 500: una strada da sogno

NorthCoast 500: una strada da sogno

17 aprile 2019

La Mazda Cosmo finalmente guadagna un cambio manuale

La Mazda Cosmo finalmente guadagna un cambio manuale

17 aprile 2019

Type 130: una Hypercar elettrica... da Lotus

Type 130: una Hypercar elettrica... da Lotus

16 aprile 2019

Peugeot comincia i test della nuova 208 R2

Peugeot comincia i test della nuova 208 R2

16 aprile 2019