a cura della redazione - 20 aprile 2020

EVO CAR OF THE YEAR 2019 - IL GIUDIZIO DEI TESTER: STEVE SUTCLIFFE

Steve Sutcliffe è finora l'unico giudice di cui ancora non vi abbiamo raccontato gli "appunti". Ebbene, è arrivato il momento di chiudere la nostra rubrica dedicata al giudizio dei tester sull'ECOTY 2019 proprio con l'intervento di Steve. Il primo eCoty di Sutcliffe è stato superiore alle aspettative, oltre che pieno di belle sorprese.

STEVE SUTCLIFFE

Mi sono sentito un privilegiato avendo partecipato per la prima volta ad un eCoty. Lo dico seriamente. Faccio questo lavoro da parecchio tempo, ho partecipato a diversi eventi su circuiti di tutti il mondo e per diverse riviste. Ma partecipare ad un eCoty, con tutte le star di evo presenti e in un posto incantevole come la Spagna devo proprio dire che è un’altra cosa.

Quello che mi è piaciuto di più sono i dibattiti, le discussioni e l’equilibrio tra il tempo passato in macchina e quello trascorso confrontando le varie opinioni.

...Spesso anche in compagnia di un bicchierino di vino tinto. La mia mansione principale è stata quella di realizzare il video che abbiamo pubblicato sul canale YouTube di evo UK a Natale, ma soprattutto di documentare ciò che è successo sul circuito Ascari. Ma ho trascorso anche un paio di giorni guidando, filmando e parlando delle auto durante il test nelle strade vicino all’Ascari Resort, dove abbiamo raccolto buona parte delle impressioni di guida.

Su strada ci sono state due auto che hanno catturato la mia attenzione: la AMG A45 S, che è stata al’incirca il 250 per cento migliore di quanto mi aspettassi, forse anche perché la precedente A45 non mi era piaciuta molto; oltre, inevitabilmente, alla Cayman GT4, che avevo guidato durante il lancio in Scozia durante l’estate, ma solo sulla pista di Knockhill. Mi era piaciuta molto, ma sulle strade dell’Andalusia l’ho trovata ancora migliore, essendosi dimostrata spumeggiante e impressionante.

Mentre trovo la Mégane Trophy-R un po’ fuori luogo su strada. Adoro la sua follia, il suo sterzo e le sue reazioni in curva, che sembrano volerti dire:”Sto per ucciderti?”. Ma sulle strade aperte al traffico, soprattutto quelle in cui non si è certi di chi arrivi nel senso opposto, l’ho trovata forse un po’ troppo estrema. Come del resto il suo prezzo.

Qualche dubbio l’ho avuto anche sulla Project 8, che immaginavo come un’auto spettacolare, ma che mi sembrava troppo grossa per queste strade, talvolta anche accidentate, lungo le quali abbiamo guidato per molto tempo nel sud della Spagna. Lo stesso vale per la AMG GT R Pro, che è una specie di supereroe quando la si incontra su strada, ma risulta altrettanto impegnativa da guidare sulle strade strette, tortuose e accidentate. Spesso la si guida su queste strade con il terrore di incrociare qualcuno proveniente dalla direzione opposta. Passando alla Morgan, secondo me si tratta di un oggetto molto più bello da vedere che non da guidare. In genere si scende da quest’auto con un sorriso in volto, ma dopo aver guidato al limite su una strada impegnativa, può capitare anche di scendere barcollando per gli spaventi presi. In pista la Morgan si è rivelata esilarante, brillante ma anche piuttosto cattiva. L’ho guidata 10 volte più delle altre tra i cordoli del circuito Ascari. Al contrario, la A45 mi è sembrata un po’ troppo sensibile per lavorare bene in pista. Mentre la Mégane mi sembra proprio a casa sua.

Quelle che mi sono piaciute di più in pista sono state la Project 8, che ama la guida di traverso, e la AMG GT R Pro, che fa la stessa cosa ma in modo ancora più controllato. Più naturalmente la GT4, considerata da tutti eccellente e veloce e della quale non ho trovato difetti. Proprio per questo ha vinto, e lo ha fatto anche abbastanza comodamente. Quindi brindiamo per questo risultato, aspettando l’anno prossimo...

LA CLASSIFICA FINALE

I giudici hanno votato ogni auto con un punteggio massimo pari a 100. Sulla destra si trova il punteggio medio che ha definito la graduatoria.

Tutto su ECOTY 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Ferrari Purosangue: arriverà ma a tempo debito

Ferrari Purosangue: arriverà ma a tempo debito

24 maggio 2020

Fiat Fire 8 valvole: canto del cigno per il motore leggendario

Fiat Fire 8 valvole: canto del cigno per il motore leggendario

23 maggio 2020

Bimbo di 5 anni guida un SUV per andare ad acquistare una Lamborghini

Bimbo di 5 anni guida un SUV per andare ad acquistare una Lamborghini

22 maggio 2020

Ferrari riparte da una Ferrari F8 Tributo, una 812 GTS ed una SP2 Monza

Ferrari riparte da una Ferrari F8 Tributo, una 812 GTS ed una SP2 Monza

22 maggio 2020

Ibrahimovic multato a bordo della sua Ferrari Monza SP2

Ibrahimovic multato a bordo della sua Ferrari Monza SP2

21 maggio 2020

Ken Block e la nuova Mustang da Gymkhana

Ken Block e la nuova Mustang da Gymkhana

20 maggio 2020

Tesla Model S: la modalità "Cheetah" è dietro l’angolo

Tesla Model S: la modalità

20 maggio 2020

Ferrari 812 Superfast Novitec: il V12 fa tremare la galleria

Ferrari 812 Superfast Novitec: il V12 fa tremare la galleria

19 maggio 2020

SSC Tuatara: prestazioni assolute

SSC Tuatara: prestazioni assolute

19 maggio 2020

Mini spiega la nuova John Cooper Works GP

Mini spiega la nuova John Cooper Works GP

18 maggio 2020