a cura della redazione - 16 September 2020

Mercedes A45 S: il nostro hot lap

La precedente versione della “piccola” di Casa AMG andava fortissimo ma non era particolarmente efficace in curva, mentre la nuova nata è tutta un’altra cosa. Meno sottosterzo, più agilità nei cambi di direzione e prestazioni ancora superiori. L'abbiamo testata nell'ultimo numero di evo. Qui sotto, il video dell'hot lap in pista del nostro pilota ufficiale Tommy Maino.

Mercedes A45 S: hot lap in pista

La Mercedes-AMG A45 S si fa notare con la sua linea accattivante e aggressiva già dalla prima occhiata. Muscolosa e rifinita in ogni minimo particolare: la mascherina anteriore con dodici lamelle verticali è il segno distintivo dell’alta gamma AMG Performance insieme ai fari sottili ‘shark nose’ ad abbassarne la linea frontale. Non mancano le prese d’aria anteriori e le scanalature aerodinamiche che insieme alle minigonne laterali aumentano l’essere aggressivo e sportivo di questa piccola belva.

Le impressioni di Tommy Maino in pista:

Il motore è ancora più potente di prima, ma il miglioramento più evidente riguarda il telaio, più puntuale e coinvolgente nella guida al limite

Quattro scarichi posteriori (diametro 90 mm) spuntano tra gli estrattori verniciati di nero lucido e cerchi da 19’’ in lega leggera (riservati alla versione S o come optional) che non nascondono le pinze monoblocco dell’impianto frenante sviluppato insieme a Brembo, con pinze a 6 pistoncini.

Scopri il nostro test nel numero di agosto/settembre di evo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA