di Tommaso Ferrari - 28 novembre 2018

Svelata la nuova Porsche 992

La nuova stirpe della 911 diventa più moderna, e persino più veloce

E’ lei. E non potrebbe essere altrimenti. Dopo 55 anni sulla scena il profilo della 911 resta inconfondibile, e la nuova 911 serie 992 non si smentisce. Giunta all’ottava generazione la perla di Stoccarda non compie esteticamente passi da gigante rispetto alla 991, ma cambia in particolare all’anteriore e al posteriore. I classici fari tondeggianti sono più pronunciati e adottano l’ultimo ritrovato della tecnologia a Led Matrix, mentre le prese d’aria anteriori sono decisamente più grosse e squadrate ma alleggerite dai sottili fendinebbia anche qui Led, e anche il cofano anteriore guadagna due nuove nervature longitudinali.

Il posteriore sfoggia una scenografica linea (a Led ovviamente) che unisce i fari in un unico elemento che rimanda alla Taycan, con il terzo stop alla fine della vetrata posteriore integrato con la copertura del flat six, ora leggermente più larga. Lo spoiler ritraibile è decisamente più voluminoso di quello del precedente modello così come l’intero paraurti, e le nuove prese d’aria sono più grandi ed esteticamente pesanti (donandole un aspetto un po' meno pulito ed elegante) rispetto alla 991, ed integrano due scarichi posti stavolta ai lati della targa, non sotto. Di profilo si nota il passo leggermente allungato (anche se la lunghezza massima resta praticamente invariata), le nuove maniglie piatte delle portiere, i passaruota posteriori allargati e i meravigliosi cerchi da 20 e 21 pollici che li riempiono perfettamente.

Gli interni guadagnano tecnologia e lusso, con un bellissimo contagiri analogico al centro circondato da una coppia di schermi TFT che visualizzano tutte le informazioni necessarie. Sopra la trasmissione (cui leva ha un aspetto particolare ma modernissimo) e le bocchette dell’aria è inserito uno schermo da 10,9’’ che mostra qualunque cosa dal navigatore, ai vari settaggi di sospensioni, motore etc, alla telecamera posteriore e persino la ‘night vision assist’, una telecamera notturna per incrementare la sicurezza. Oh, e per la prima volta è stata introdotta una modalità ‘Wet’ per i fondi a scarsa aderenza. Ma la meccanica? Il motore disponibile per ora è il 3.0 litri flat six turbocompresso che sprigiona 450 cavalli e 550 Nm della precedente Carrera GTS, e garantisce uno 0-100 in 3,6 secondi per una velocità massima di 307 km/h (o 308 se scegliete la sola trazione posteriore).

Il cambio PDK invece è completamente nuovo: ha otto rapporti ed ha ancora più elementi elettronici, ma nonostante ciò le dimensioni rimangono quelle del precedente. Lato negativo? Esiste un piccolo spazio lasciato per una futura unità ibrida… . La carrozzeria è quasi interamente in alluminio, e a livello di guida è ancora disponibile il PASM (optional, così come lo Sport Chassis), le quattro ruote sterzanti ed un differenziale meccanico a slittamento limitato. Ottimo. Riassumendo: la nuova Porsche 992 è forse meno aggraziata della 991, ma è più appariscente, più tecnologica, più veloce e certamente sarà ancora fantastica da guidare. Insomma, anche giunta all’ottava generazione continuerà ad essere un bel problema per la concorrenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA