di Tommaso Ferrari - 22 aprile 2019

La Vw ID R si sta trasformando per il 'Ring

Il mostro elettrico si sta preparando per affrontare l'Inferno Verde, dove potrebbe puntare ben altro che la Nio EP9
Alla Pikes Peak dello scorso anno la Vw ID R aveva letteralmente demolito il precedente record per le vetture elettriche, nonostante gli oltre 900 cavalli in meno rispetto alla rivale, e non contenta aveva conquistato il primato assoluto battendo la Peugeot 208 T16 di Sebastien Loeb scendendo di poco sotto gli otto minuti, un tempo incredibile. La casa tedesca però sembra averci preso la mano con i record così a settembre finirà in Cina alla Heaven’s Gate ma a fine Maggio… a fine Maggio l’attende la sfida più grande di tutte: il ‘Ring. La Nordschleife non è terreno facile per nessuno, tanto più se cercate di sfidare l’Inferno Verde per conquistare il record nella categoria delle vetture elettriche. Questo è l’intento della Vw, anche se personalmente son convinto che la Nio EP9 abbia ben poche speranze contro quel mostro della ID R; il vero scopo della Vw probabilmente sarà stabilire un tempo inarrivabile per le vetture elettriche e magari persino vicino a quello della sbalorditiva Porsche 919 Evo.
1/7
Il ‘Ring ha sì una lunghezza simile al percorso della Pikes Peak ma è completamente diverso: innanzi tutto l’aria a 600 metri di altezza è molto più densa che a 4.000 e invece che infiniti tornanti al Nurburgring troverete un percorso follemente rapido, dove la deportanza e la resistenza aerodinamica devono essere regolate alla perfezione. Ecco perché nel video vedete un nuovo alettone più basso – ma sempre enorme – con appendici regolabili e con tecnologia DRS, che già solo nel rettilineo finale ridurrà la resistenza aerodinamica del 20%. Come conferma il direttore tecnico di Vw Motorsport Francois Demaison: “al Nurburgring sarà completamente diverso rispetto alla Pikes Peak; mentre lì era fondamentale la deportanza e il percorso per lo più fatto da tornanti era molto più lento, qui sarà fondamentale ridurre la resistenza aerodinamica per risparmiare batterie e per raggiungere velocità elevatissime”. La ID R vanta anche un nuovo fondo piatto e un’anteriore ancora più cattivo, che quasi certamente la renderanno imprendibile per qualunque altro sibilante veicolo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Hot Lap: VolksWagen Golf GTI TCR

Hot Lap: VolksWagen Golf GTI TCR

16 febbraio 2020

Mclaren 720S by Novitec: il brivido della guida arriva a 346 km/h

Mclaren 720S by Novitec: il brivido della guida arriva a 346 km/h

16 febbraio 2020

Il V12 Squadra Corse Lamborghini debutta al banco

Il V12 Squadra Corse Lamborghini debutta al banco

15 febbraio 2020

Bmw Serie 4 2020: le foto spia confermano l'enorme mascherina frontale

Bmw Serie 4 2020: le foto spia confermano l'enorme mascherina frontale

15 febbraio 2020

Ford GT: arriva la versione Liquid Carbon

Ford GT: arriva la versione Liquid Carbon

14 febbraio 2020

10 film di supercar che non puoi non aver visto

10 film di supercar che non puoi non aver visto

14 febbraio 2020

F1: Ferrari 2020 accende per la prima volta il motore. Il video ufficiale

F1: Ferrari 2020 accende per la prima volta il motore. Il video ufficiale

13 febbraio 2020

Aston Martin Vantage Roadster, prestazioni senza compromessi

Aston Martin Vantage Roadster, prestazioni senza compromessi

13 febbraio 2020

Una particolarissima Stratos all'asta

Una particolarissima Stratos all'asta

12 febbraio 2020

Mazda RX-9: 6 cilindri in linea o Wankel?

Mazda RX-9: 6 cilindri in linea o Wankel?

12 febbraio 2020