18 January 2018

Volkswagen Golf GTI vs GTE, l'ibrido vale la pena?

Chi più evo fra le due? Benzina convenzionale o ibrido benzina/elettrica? Vediamolo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/9

    di Will Beaumont

    Si dice che in un futuro non troppo lontano la Volkswagen Golf GTI diventerà 100% elettrica. I puristi gridano allo scandalo, ma, per avvicinarci al concetto, VW ha creato la GTE: in parte benzina, in parte elettrica. Questa è l'ultima versione della settima generazione; sarà sufficiente a farci dimenticare la convenzionale GTI Performance? Vediamolo.

    Volkswagen Golf GTE

    La GTE comprende un motore elettrico e un quattro cilindri 1.4 benzina da 150 Cv, collegato a un doppia frizione a sei rapporti e trazione anteriore. Sono poco più di 200 Cv e 250 Nm di coppia, per un'accelerazione nello 0-100 km/h pari a 7.6". Oltre ad aumentare la potenza, l'elettrico consente di guidare per 50 km senza attivare il motore termico.

    L'aspetto è identico a quello della GTI, perlomeno all'esterno; dentro, le sue velleità sportive sono meno evidenti, giusto con qualche accento blu e cuciture a contrasto per il volante. Il tutto si riflette sull'andatura, che trasmette solidità. Di solito, è fastidioso quando il motore a combustione entra in gioco e inizia a collaborare con l'elettrico; ma sulla GTE c'è una certa armonia, un ingresso graduale e fluido, come se il motore partisse un cilindro alla volta, tanto che quasi non te ne accorgi. Il tutto ti porta quasi a non voler attivare la modalità più sportiva, ma con il pulsante "GTE" di fianco alla leva del cambio si possono sfruttare entrambi i motori per aumentare le prestazioni. Ma non che la GTE si trasformi: accelera in modo proficuo più che sconvolgente. La principale differenza sta in un rombo più evidente.

    Di quella spinta immediata e costante delle ibride non c'è molto, bisogna attendere che il cambio infili una marcia più bassa per avvertire una spinta più consistente e questo rende il tutto meno esaltante. In ogni caso, selezionando manualmente il rapporto corretto e affondando il pedale del gas fra 2500 e 3000 giri (ma stando lontani dalla zona kickdown), quella spinta tipica dell'elettrico arriva. Ma ci sono così tanti elementi da infilare al loro posto per ottenere tutto questo, che riuscire a sfruttarli tutti lungo una bella strada ideale per guidare è impossibile.

    Lo stesso telaio, benché valido, non incoraggia la guida sportiva, perciò un'accelerazione consistente e istantanea sembra meno necessaria. C'è una dose leggermente eccessiva di rollio, cosicché la GTE ha bisogno di un istante prima di cambiare di rezione. Predilige un ritmo più rilassato. Ma c'è di più: il sistema di recupero dell'energia funziona a mo' di freno motore molto aggressivo, perciò alzare di colpo il piede dall'acceleratore in ingresso può sbilanciare il posteriore. Non in modo immediato e imprevedibile, ma con le ruote posteriori che allargano lentamente prima che il controllo di stabilità (non disattivabile completamente) intervenga. Di solito questo aspetto è fastidioso, ma nel caso della GTE questa tendenza sembra portare a qualcosa che non sarebbe altrettanto facilmente gestibile senza l'intervento dell'elettronica. Insomma, la GTE lascia ampio spazio alle potenzialità della GTI.

    Volkswagen Golf GTI

    245 Cv, 15 Cv più della vecchia Performance Pack, sono vicini a quelli della GTE, così come l'accelerazione di 6.2" nello 0-100 km/h. L'aspetto della GTI è praticamente identico a quello della GTE, ma dove c'era blu, ora c'è il rosso. Le vere differenze emergono quando ti metti alla guida: la GTI, semplicemente, non riesce ad eguagliare il comfort a bassa velocità della GTE. L'andatura è più irrequieta e il rumore del motore è, francamente, un po' fastidioso dopo che ti sei abituato al placido elettrico.

    Ma la GTI è certamente un'altra cosa quando ti lasci le spalle la città e incontri la prima curva interessante. E più sveglia e pronta della sua sorella ibrida. Anche perché parliamo di 228 kg di differenza e lo senti tutto nei cambi di direzione. Massa minore significa anche che, a dispetto della supposta coppia istantanea della GTE, che solo un motore elettrico può dare, la GTI risponde in modo più efficace agli input dell'acceleratore. Spinge davvero forte fuori dalla curva e il suo differenziale di serie ti permette di accelerare molto presto. E' un'auto molto più trasparente della GTE e questa sensazione è amplificata dal cambio manuale, che non è nemmeno previsto nel caso dell'ibrida.

    La semplicità del suo motore, la prevedibilità del telaio e la prontezza delle sue reazioni la rendono molto più intuitiva e naturale nella guida sportiva, ma, se la GTE risulta più progressiva, la sorella convenzionale sembra non volerti far sapere quando mostrerà il suo lato selvaggio. Spingerla più forte non significa necessariamente instaurare un rapporto di fiducia con lei. E' sempre equilibrata, una qualità notevole, ma non è una di quelle che ti concedono di influenzarne il comportamento.

    La GTI è un'auto sportiva migliore e più credibile della GTE, ma è rimasta un po' indietro rispetto alle ultime hot hatch in termini di puro divertimento. Le rivali possiedono telai aggressivi fra i più interessanti che esistano e pertanto sono auto impegnative ma gratificanti. Non che non vi fossero GTI fra queste: basti pensare alla Clubsport S. Ma sembra inconcepibile che almeno un po' di quel carattere non sia stato trasmesso a questa aggiornata GTI Performance. Se, poi, si potesse concederlo anche ad una futura GTE, allora la hot hatch elettrica davvero desiderabile sarebbe molto più vicina di quanto si possa pensare.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultime news

    La nuova Porsche 992 è qui*

    La nuova Porsche 992 è qui*

    16 November 2018

    In vendita un'intera collezione di Bmw

    In vendita un'intera collezione di Bmw

    16 November 2018

    La futura RS7 fa sul serio

    La futura RS7 fa sul serio

    15 November 2018

    Hennessey porta la Challenger Redeye oltre i 1.000 cavalli

    Hennessey porta la Challenger Redeye oltre i 1.000 cavalli

    15 November 2018

    In vendita due meravigliose Aston Martin Vantage

    In vendita due meravigliose Aston Martin Vantage

    14 November 2018

    Maserati Gran Cabrio by Pogea Racing

    Maserati Gran Cabrio by Pogea Racing

    13 November 2018

    The White Collection, una collezione tutta da ammirare

    The White Collection, una collezione tutta da ammirare

    13 November 2018

    Jaguar ci entusiasma con una F-Type convertibile da rally

    Jaguar ci entusiasma con una F-Type convertibile da rally

    12 November 2018

    Subaru sta preparando un'edizione molto speciale della WRX

    Subaru sta preparando un'edizione molto speciale della WRX

    09 November 2018

    In vendita una 'E.C. OnlyOne P8', una sorta di F430 ispirata agli anni '60

    In vendita una 'E.C. OnlyOne P8', una sorta di F430 ispirata agli anni '60

    09 November 2018