di Tommaso Ferrari - 05 luglio 2019

Rinasce la De Tomaso con la splendida P72

Incredibilmente bella e ben costruita si ispira alla P70 degli anni sessanta con il telaio della Apollo IE

1/11

Per i 60 anni della casa è tornata la De Tomaso, e l’ha fatto in grande stile. Molti si aspettavano una interpretazione in chiave moderna della Pantera – già accaduto con la Ares Design – e invece ci ritroviamo con qualcosa di totalmente inatteso e che omaggia un passato molto più lontano. A metà degli anni ’60 Alejandro de Tomaso strinse accordi con Peter Brock (ex dipendente di Caroll Shelby) e lo stesso Shelby per costruire la P70, vettura da corsa che non ebbe il successo sperato, ed è proprio da quella linea che i designer della De Tomaso hanno preso ispirazione. Cosa sappiamo? Il telaio sembra una garanzia dato che è basato su quello della Apollo Intensa Emozione, a sua volta sviluppato dalla nota HWA, ed è conforme addirittura ai requisiti FIA. Sconosciuto è il motore anche se è certo l’utilizzo di un V12 (magari proprio lo stesso della IE, che non sarebbe per niente male) che sarà affiancato anche alla possibilità di avere un più piccolo V8.

Esteticamente il risultato raggiunto è eccezionale: la P72 ricorda una vettura sport-prototipo di metà anni ’60 e in particolare la Ferrari 330 P4, ma con un aspetto moderno e aggressivo nonostante le linee morbidissime e i tanti dettagli vintage, e con degli interni sapientemente rifiniti. A proposito di interni, i pedali (incernierati in basso) sono tre il che significa che il cambio sarà manuale, una graditissima rarità oggigiorno; per il resto abbiamo sedili in pelle con cuciture e trama a diamante, fibra di carbonio, quadranti lussuosissimi e altri materiali esotici. Il prezzo della P72 sarà certamente altissimo (si parla di 750.000 euro), ma considerata l’estrema qualità del lavoro svolto non ci saranno problemi a vendere tutti e 72 gli esemplari che verranno prodotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Volvo: dal 2020 velocità massima limitata a 180 km/h

Volvo: dal 2020 velocità massima limitata a 180 km/h

02 giugno 2020

947 CV su una Lamborghini Urus? Perché no!

947 CV su una Lamborghini Urus? Perché no!

02 giugno 2020

McLaren 765LT: il rasoio di Woking

McLaren 765LT: il rasoio di Woking

01 giugno 2020

Lexus LFA vs Bmw M5 (E60) V10: la sfida è sul pentagramma

Lexus LFA vs Bmw M5 (E60) V10: la sfida è sul pentagramma

01 giugno 2020

Lamborghini Aventador SVJ: il V12 aspirato suona in 8D

Lamborghini Aventador SVJ: il V12 aspirato suona in 8D

31 maggio 2020

Ferrari F40: un nome, una garanzia

Ferrari F40: un nome, una garanzia

30 maggio 2020

Audi RS Q8 Manhart RQ 900: 900 CV e 1.080 Nm

Audi RS Q8 Manhart RQ 900: 900 CV e 1.080 Nm

29 maggio 2020

Porsche: con l’Euro 7 le cilindrate cresceranno

Porsche: con l’Euro 7 le cilindrate cresceranno

29 maggio 2020

Nuova Porsche 911 Targa: questione di stile

Nuova Porsche 911 Targa: questione di stile

28 maggio 2020

Ferrari FXX K: l’ipnotico giro sul Circuito di Monza

Ferrari FXX K: l’ipnotico giro sul Circuito di Monza

28 maggio 2020