10 August 2020

La Rimac C_Two: sarà in grado di driftare?

Stando ai progettisti l’hypercar elettrica croata sarà in grado di andare in sovrasterzo senza l’aiuto dell’elettronica.

1/5

La Rimac Automobili sta proseguendo a ritmi serrati i test di sviluppo dell’hypercar elettrica a trazione integrale denominata C_Two come la la concept presentata più di due anni fa.

Un modello che sarebbe dovuto entrare in produzione al Salone di Ginevra 2020 ma il Coronavirus ha fatto saltare i piani della Casa croata, costringendo Rimac a rimandare il lancio nel 2021. Prodotta in tiratura limitatissima a soli 150 esemplari a un prezzo di quasi 2 milioni di euro l’uno, la Rimac C_Two è spinta da un poderoso powertrain a batteria, composto da ben 4 motori elettrici, uno per ogni ruota, e capace di erogare la bellezza di 1914 CV di potenza massima e 2300 Nm di coppia massima. Numeri da capogiro che vengono scaricati a terra tramite una trazione integrale con torque vectoring e un cambio a velocità singola in avanti e a doppia velocità in retromarcia.

Ad alimentare un powertrain così sbalorditivo ci pensa un generoso pacco batterie al Litio Manganese Nichel da 120 kWh, capace di garantire un'autonomia di circa 650 km (ciclo NEDC) nel "normale" utilizzo quotidiano e fino a ben 2 giri del famosissimo vecchio circuito del Nurburgring (2 x 22 km) spremendo a fondo tutte le sue doti spaventose.

Accumulatore che può inoltre essere ricaricato del 80% in meno di 30 minuti sfruttando ricarica ultraveloce a corrente continua da 250 kW. Ma quello che forse interessa di più a chi acquista un cacciabombardiere di tale elevatura sono le prestazioni finali su strada.

Ebbene, la Rimac C_Two, che alla bilancia farà fermare l'ago a quota 1.950 kg, archivia la pratica dello 0-100 km/h in soli 1,8 secondi - non osiamo immaginare il lavoro svolto dalle povere gomme - brucia via lo 0-300 km/h in appena 11,8 secondi e raggiunge la strabiliante velocità massima di 412 km/h.

L'elettrica supercar croata vanta inoltre un telaio monoscocca in fibra di carbonio, strutture di sicurezza in alluminio, tetto incollato, sospensioni a doppi triangoli sovrapposti, batteria integrata nella scocca, ammortizzatori adattivi a regolazione elettronica, un sofisticato software per la gestione della potenza, chiamato R-Awtv, che ripartisce in maniera ottimale la trazione su ogni singola ruota e ben 8 telecamere, 6 radar, 1 o 2 lidar e 12 sensori a ultrasuoni che le permetteranno di offrire la guida autonoma di livello 4.

L’hypercar croata sa però camuffare bene le sue doti prestazionali. A ricoprire un powertrain di tale caratura e il telaio da corsa ritroviamo una silhouette si da supercar ma per nulla estrema che lascia trasparire ben poco delle sue reali capacità. Un design che, nonostante le numerose prese d'aria e le essenziali ali mobili, è stato in grado di ottenere un valore di Cx nell'ordine dello 0,28. In ultimo ma sicuramente non meno importante è l’ultimo annuncio rilasciato dalla stessa Casa croata, secondo la quale la Rimac C_Two disporrebbe di una vera modalità drift che la renderebbe capace di andare di traverso a ruote fumanti senza l’ausilio di alcun tipo di sistema elettronico per il sistema dinamico di controllo della trazione. Non ci credete? Guardate allora il video che vi proponiamo qui sotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Porsche Taycan Turbo S VS McLaren P1: il bene contro il male

Due diverse concezioni, entrambe molto prestazionali, stessa accelerazione sullo 0-100 ma filosofie progettuali totalmente opposte. In uan drag race chi la spunta?

Porsche Taycan Turbo S VS McLaren P1: il bene contro il male

12 September 2020

Porsche Panamera 2020: ancora più performante e divertente

Con un prezzo di 97.800 euro per la versione base a trazione posteriore, la Porsche Panamera restyling è già ordinabile anche in Italia ma le prime consegne sono fissate per ottobre.

Porsche Panamera 2020: ancora più performante e divertente

10 September 2020

La Volkswagen Golf 8 si fa in cinque

A breve saranno disponibili anche tutte le varianti ibride della nuova media di Wolfsburg: si tratta di cinque diverse versioni, tre mild hybrid e due plug-in hybrid.

La Volkswagen Golf 8 si fa in cinque

09 September 2020

Nurburgring: Tesla Model 3 Performance più veloce di Porsche 911 GT3 RS?

Sull’iconico e difficilissimo tracciato denomina Inferno Verde sembra proprio che la berlina vitaminizzata di Palo Alto sia in grado di star dietro se non persino superare una Porsche 911 con gli attributi.

Nurburgring: Tesla Model 3 Performance più veloce di Porsche 911 GT3 RS?

08 September 2020

Garmin Catalyst: il driver coach virtuale per la pista

Una volta montato sul cruscotto raccoglie i vostri dati e vi fornisce in tempo reale indicazioni e suggerimenti anche audio per migliorare le vostre sessioni in pista.

Garmin Catalyst: il driver coach virtuale per la pista

07 September 2020

Tesla Model 3 sconfitta dalla Pikes Peak

Uno spettacolare incidente ma per fortuna senza gravi conseguenze ha definitivamente fermato la vettura di Palo Alto preparata dai ragazzi di Unplugged Performance.

Tesla Model 3 sconfitta dalla Pikes Peak

07 September 2020

Bmw M3 Touring? Presto sarà realtà

Audi RS4 Avant e Mercedes-AMG C63 Wagon sono state avvisate. La Casa dell’Elica metterà per la prima volta in commercio una versione station wagon della sua poderosa M3.

Bmw M3 Touring? Presto sarà realtà

06 September 2020

Ferrari 488 Pista vs Ferrari F40: testa a testa in quel di Maranello

Classica drag race sul quarto di miglio tra cavalline rampanti, rappresentative di epoche molto distanti tra loro. Chi avrà avuto la meglio?

Ferrari 488 Pista vs Ferrari F40: testa a testa in quel di Maranello

05 September 2020

Test dell’Alce indigesto per la Porsche Taycan

Risultato non proprio eccellente quello della sportiva elettrica di Zuffenhausen che nel test del doppio evitamento ostacolo non ha brillato poi più di tanto.

Test dell’Alce indigesto per la Porsche Taycan

04 September 2020

Lamborghini Huracán Evo: il nostro hot lap

Di primo acchito sembrerebbe essersi un po’ troppo “imborghesita” l’ultima evoluzione della supercar del Toro. Invece basta solo un “click” per ritrovare il carattere che la separa dall’Audi R8, con cui condivide parte della meccanica. Nel nuovo numero di evo, l'abbiamo testata. Vi mostriamo il video dell'Hot Lap del nostro pilota ufficiale, Tommy Maino.

Lamborghini Huracán Evo: il nostro hot lap

03 September 2020