di Tommaso Ferrari - 29 ottobre 2018

Svelata la McLaren Speedtail. Un sogno ad occhi aperti

Estetica mozzafiato, prestazioni incredibili e soluzioni avveniristiche per la Hyper GT di Woking
  • Salva
  • Condividi
  • 1/11

    Venticinque anni dopo il 1993 – anno in cui uscì la leggendaria McLaren F1 – viene finalmente svelata al mondo la sua degna erede, l’attesissima e mozzafiato McLaren Speedtail. So che volete sapere subito una cosa: è più veloce della F1? Lo è, eccome. I numeri parlano di 1.051 cavalli motore, un prezzo di 1,75 milioni di sterline e di una velocità massima pari a 402,5 km/h. Ma questa è solo la punta dell’iceberg. L’ultima arrivata delle Ultimate Series ha necessitato di anni e anni di lavoro per la progettazione e la realizzazione, e se sotto sotto il vostro lato cinico pensava sarebbe stata una P1 allungata, beh, dovrete ricredervi. Il design della Speedtail è incredibile: la carrozzeria pare una goccia stirata e modellata dal vento, e (e questo è un complimento) il linguaggio stilistico non ricorda assolutamente nessun altra vettura di Woking. Quella sinuosissima parte posteriore nasconde il 4.0 litri biturbo della Senna integrato con un motore elettrico situato fra i sedili dei passeggeri e il V8 ed eroga per l’appunto oltre 1.050 cavalli, più di quanto affermato da McLaren in precedenza. Le prestazioni si attestano in uno 0-300 in 12,8 secondi, 3,7 in meno di una P1. Wow.

    Le gomme sono state create appositamente da Pirelli per la Speedtail e per ricoprire quei particolari cerchi in alluminio da 21 pollici; belli vero? I copri cerchi anteriori tra l’altro sono realizzati in fibra di carbonio e sono necessari per ridurre le turbolenze lungo le fiancate della McLaren, in particolare quando viaggerete ad oltre 400 km/h. Per raggiungere tale cifra però dovrete attivare la ‘Velocity Mode’ che abbassa l’intera auto di 35 mm. La carrozzeria è realizzata interamente in carbonio, ma non uno qualsiasi, si tratta della più sottile e leggera fibra di carbonio mai realizzata dalla casa (splitter, diffusore e minigonne sono composte da strati di soli 30 micron) e la parte posteriore è un unico ed enorme pezzo, il più grande mai utilizzato su una vettura stradale. Per stupirvi ancora di più, sappiate che al retro vi sono due flap sollevabili idraulicamente come sulla Huayra, ma sarà praticamente impossibile notarli quando sono a riposo visto che sono realizzati in carbonio flessibile. Ovviamente il cuore della Speedtail è la monoscocca MonoCell ancora più curata che avvolge l’abitacolo, e che abitacolo. Come la F1, preparatevi a gioire, anche la Speedtail ha tre posti disposti su un’unica fila, con il sedile del guidatore centrale e sfalsato in avanti.

    Il classico volante McLaren è circondato da un cruscotto semplicissimo ed elegante composto da uno schermo per la strumentazione digitale e due laterali per tutte le altre funzioni. Agli estremi vi sono altri due schermi minori perché come forse avrete notato, la Speedtail non ha gli specchietti retrovisori. Tutta la grandiosità dell’erede della F1 diventa ancora più impressionante se considerate che McLaren l’ha progettata non per essere un mostro intimidatorio come la P1, ma per essere una ‘Hyper-GT’, ovvero una vettura confortevole per i lunghi viaggi, ma che al tempo stesso può polverizzare praticamente qualunque altra supercar e hypercar che troverà in strada. La Speedtail si trova a raccogliere un’eredità quasi sacra, ma per il momento pare avere un carisma a livello della F1. Fra prestazioni sbalorditive, soluzioni tecniche mai viste ed un’estetica seducente come poche il prezzo dei 106 esemplari che verranno realizzati sembra quasi giustificato. L’F1 sarebbe orgogliosa di questo risultato.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultime news

    RennTech crea una familiare da brividi

    RennTech crea una familiare da brividi

    21 gennaio 2019

    Una futura Shelby GT500 con il cambio manuale?

    Una futura Shelby GT500 con il cambio manuale?

    21 gennaio 2019

    La nuova Supra potrebbe girare al 'Ring in 7'40'' min

    La nuova Supra potrebbe girare al 'Ring in 7'40'' min

    21 gennaio 2019

    La Mustang più costosa di sempre

    La Mustang più costosa di sempre

    18 gennaio 2019

    All'asta l'essenza della Supercar anni '90

    All'asta l'essenza della Supercar anni '90

    18 gennaio 2019

    Debutta in Germania la Golf GTI TCR

    Debutta in Germania la Golf GTI TCR

    18 gennaio 2019

    Ecco a voi la McLaren 600 LT Spider

    Ecco a voi la McLaren 600 LT Spider

    17 gennaio 2019

    Un'edizione speciale della Cooper S per i 60 anni Mini

    Un'edizione speciale della Cooper S per i 60 anni Mini

    17 gennaio 2019

    L'asta giapponese dei sogni?

    L'asta giapponese dei sogni?

    17 gennaio 2019

    La Subaru definitiva: presentata la WRX STI S209

    La Subaru definitiva: presentata la WRX STI S209

    16 gennaio 2019