di Tommaso Ferrari - 11 June 2018

Svelata la Porsche 911 Speedster Concept

Una concept meravigliosamente retrò per celebrare i 70 anni della casa di Stoccarda
  • Salva
  • Condividi
  • 1/8

    Porsche si sta facendo numerosi regali per celebrare i suoi 70 anni di storia, compreso forse un “ipotetico ma non troppo” tentativo di record al Nurburgring. L’ultimo di questi è la sinuosa 911 Speedster Concept che vedete in queste immagini: un omaggio alla Porsche 356 Roadster numero 1 che uscì dai cancelli dell’azienda l’8 Giugno 1948, con una purezza e una semplicità straordinarie. Grazie a questa Speedster dal look decisamente retrò la casa di Stoccarda vuole cercare di far rivivere quella purezza nelle 911 odierne, per riconnettersi all’essenza delle sportive di allora e per far sì che il punto forte dell’intera vettura sia una esperienza di guida totalmente cristallina e pura. Come piace a noi insomma. Questa concept non verrà introdotta realmente sul mercato fino al 2019, ma giusto per farci fremere dall’impazienza la tecnologia e le soluzioni nascoste sotto la carrozzeria derivano dai modelli GT, sviluppate al Porsche Motorsport Centre, dove hanno visto la luce la GT2 RS e la GT3 RS.

    Svelata la Porsche 911 Speedster Concept

    Esteticamente la Speedster ha una cornice del finestrino accorciata ed un parabrezza più inclinato per una linea più filante, che sposta l’occhio verso la classica copertura posteriore (in fibra di carbonio) a doppia bolla, omaggio alla 356 1500 Speedster, con un deflettore che reca il logo Porsche illuminato e il marchio dei 70 anni. Altri cenni squisitamente retrò sono il meraviglioso tappo del serbatoio centrale e gli specchietti finemente lavorati. All’interno – sempre per ricercare la filosofia di guida di un tempo – sono stati eliminati navigatore, radio e aria condizionata e i sedili a guscio sono in fibra di carbonio rivestiti in pelle ‘Cognac 356’.

    Svelata la Porsche 911 Speedster Concept

    E i dati tecnici? La carrozzeria con numerose parti in carbonio presa a prestito dalla 911 Carrera 4 Cabriolet (verniciata in argento e bianco GT) cela lo stesso telaio della 911 GT3 e – udite udite – persino il suo stesso flat six da 4.0 litri e 500 cavalli capace di salire fino a 9000 giri/min. Parte dello scarico è in titanio, i cerchi sono Fuchs da 21 pollici e per la nostra gioia il cambio è un manuale a sei marce. L’ultimo geniale dettaglio retrò sono i fari: superfici opache e lucide creano una sorta di croce che richiama ai tempi del Motorsport Porsche, dove i proiettori venivano coperti con due strisce di nastro adesivo incrociato per evitare che frammenti o pietrisco del circuito li mandassero in frantumi. Non sono note le prestazioni per ora, ma a dire il vero, con un livello di dettaglio così elevato, sarebbero quasi la parte meno interessante.

    Svelata la Porsche 911 Speedster Concept
    © RIPRODUZIONE RISERVATA