di Tommaso Ferrari - 29 May 2018

Nel 2020 rivedremo la Dodge Viper

La rivedremo con un V8 aspirato, cambio manuale e un telaio migliorato
Nel 2020 rivedremo la Dodge Viper

Sotto sotto, abbiamo tutti pianto per la dipartita della Dodge Viper la scorsa estate. La supercar americana non sarà stata raffinata, delicata o elegante, ma aveva carattere (brutale) e di certo non era un’auto carente di emozioni. A quanto pare però, c’è ancora un lume di speranza. Autocar e Car&Driver riportano che per il trentesimo anno della Viper originale (nel 2020) il marchio stia pensando di presentare una sostituta, però con un motore V8 aspirato rispetto al mastodontico V10 a cui eravamo stati abituati. Vengono persi due cilindri, ma la potenza prevista è attorno ai 550 cavalli, che in futuro saliranno a 700, in zona Hellcat per restare in tema americano. Il nuovo V8 sarà completamente in alluminio e rimpiazzerà la vecchia unità Hemi ma resterà fedele alla sua posizione anteriore, davanti al guidatore, e con trazione posteriore. Il tutto ovviamente gestito con un muscoloso cambio manuale. I minor cavalli iniziali fanno anche pensare che per la nuova Viper verrà data importanza anche al peso, cercando di mantenerlo il più basso possibile con a quanto pare un telaio in alluminio ed una carrozzeria in fibra di carbonio. Nel mercato delle muscle car americane un’auto fisica come la Viper iniziava già a far sentire la propria mancanza, ma speriamo che a breve si possa rimediare alla perdita. Probabilmente non arriverà mai da noi, e solo per vie traverse in Europa, con un prezzo ben superiore ai 90.000 dollari attesi, ma è bello sapere che un’auto così significativa non è stata dimenticata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA