di Tommaso Ferrari - 10 dicembre 2018

McLaren presenta la 720S Spider

La casa di Woking cerca di conquistare anche il segmento delle supercar cabrio con questa eccezionale spider
  • Salva
  • Condividi
  • 1/11

    Nonostante McLaren sia sulla scena da relativamente poco tempo ci ha già fatto capire che quando fa qualcosa, la fa bene. Come in questo caso: ci aspettavamo a breve una variante Spider della McLaren 720S, ma quello che ci aspettavamo meno era una versione così particolare e studiata di quella che avrebbe potuto essere semplicemente una 720S senza tettuccio; e avrebbe venduto ugualmente. Invece la casa di Woking ha realizzato una spider dal look drammatico che promette di mantenere le sconvolgenti prestazioni della Coupé, ma col vento fra i capelli.

    Innanzitutto la monoscocca in carbonio Monocell II-S è stata modificata eliminando la spina centrale e ridisegnando la parte posteriore che deve ospitare i montanti e i meccanismi del tettuccio, ma la rigidità non è stata intaccata e non sono state necessarie nuove parti strutturali che avrebbero fatto lievitare il peso. Perché la 720S diventi Spider vi sono due montanti simili a contrafforti in carbonio (“Flying buttress”) che si collegano a un “Retractable Hard Top” come dice McLaren, facendola somigliare effettivamente più a una targa che a una convertibile. Il pannello sul tetto può scorrere in posizione in soli undici secondi ed è in vetro elettrocromatico (come quello della Ferrari SuperAmerica ricordate?) ovvero può passare dall’essere trasparente all’essere opaco o persino colorato se volete.

    Esteticamente la Spider è ancora più affascinante della Coupé, merito anche dell’azzurro intenso e dei meravigliosi cerchi a 5 ‘petali’ scelti per la presentazione, ma sarete felici di sapere che tutto questo fascino vi costerà solo 49 chili sulla bilancia (e 287.000 euro), per un totale di 1.322 kg a secco. Le prestazioni sono di conseguenza praticamente invariate: 0-100 in 2,9 secondi e 0-200 in 7,9, per una velocità massima di 341 km/h (o 325 con il tettuccio aperto). Mike Flewitt – CEO McLaren – spiega: “La nuova McLaren 720S offre un mix ineguagliabile di prestazioni estreme, lusso artigianale, coinvolgimento del guidatore e uso quotidiano, il tutto con l’aggiunta della guida a cielo aperto quando è richiesto. Come supercar cabrio più compiuta che mai la nuova Spider ha un ampissimo spettro di abilità e nella gara al peso ci porta davanti ai concorrenti visto che è la più leggera della categoria”. Mi sa che ha ragione.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultime news

    RennTech crea una familiare da brividi

    RennTech crea una familiare da brividi

    21 gennaio 2019

    Una futura Shelby GT500 con il cambio manuale?

    Una futura Shelby GT500 con il cambio manuale?

    21 gennaio 2019

    La nuova Supra potrebbe girare al 'Ring in 7'40'' min

    La nuova Supra potrebbe girare al 'Ring in 7'40'' min

    21 gennaio 2019

    La Mustang più costosa di sempre

    La Mustang più costosa di sempre

    18 gennaio 2019

    All'asta l'essenza della Supercar anni '90

    All'asta l'essenza della Supercar anni '90

    18 gennaio 2019

    Debutta in Germania la Golf GTI TCR

    Debutta in Germania la Golf GTI TCR

    18 gennaio 2019

    Ecco a voi la McLaren 600 LT Spider

    Ecco a voi la McLaren 600 LT Spider

    17 gennaio 2019

    Un'edizione speciale della Cooper S per i 60 anni Mini

    Un'edizione speciale della Cooper S per i 60 anni Mini

    17 gennaio 2019

    L'asta giapponese dei sogni?

    L'asta giapponese dei sogni?

    17 gennaio 2019

    La Subaru definitiva: presentata la WRX STI S209

    La Subaru definitiva: presentata la WRX STI S209

    16 gennaio 2019