25 August 2020

Maserati Ghibli e Quattroporte Trofeo: per loro un V8 da 580 CV che va a 326 km/h

Dopo la Levante, anche la Quattroporte e la Ghibli si fregiano del 3.8 litri V8 biturbo di origine Ferrari che le rende le Maserati stradali più veloce di sempre. Ricche di personalizzazioni sportive, toccano la vertiginosa velocità massima di 326 km/h nel pieno rispetto del lusso e del comfort tipici del Marchio del Tridente.

1/4

Adesso la famiglia Trofeo di Maserati è davvero completa. Dopo l’esordio di Levante lo scorso anno e dopo aver presentato i MY21 di tutta la gamma con ritocchi di stile e di tecnologia anche Ghibli e Quattroporte vengono presentate in versione Trofeo, quella che rappresenta il top della gamma in quanto a lusso e prestazioni. Si tratta delle versioni top di gamma, come allestimento e, soprattutto, come prestazioni.

Grazie al potente motore V8 Twin Turbo, agli esterni elegantemente rinnovati con finiture in fibra di carbonio e agli interni esclusivi, rivestiti in pelle naturale “Pieno Fiore”, Ghibli e Quattroporte entrano in una nuova dimensione, ancora più performante e veloce, ma sempre indiscutibilmente elegante e sicura. Con le versioni Trofeo delle due berline vengono esasperate ancora di più, raggiungendo livelli di prestazioni e di comfort mai raggiunte prima. Esattamente come era successo per la Maserati dei Suv che nella versione Trofeo era diventato il Levante più veloce di sempre. L’introduzione anche per Ghibli e Quattroporte della versione Trofeo vuole sottolineare ancora di più l’animo sportivo delle due berline trasformandole nelle Maserati stradali di produzione più veloci di sempre.

1/5

PRESTAZIONI

Il cuore delle versioni Trofeo di Ghibli e Quattroporte è il V8 di 3,8 litri da 580 CV e 730 Nm, un motore che è figlio del V8 da 530 CV montato sulla Quattroporte GTS e del V8 da 580 CV che equipaggia Levante Trofeo. Ne è nato così un V8 a 90° da 3799 cc in grado di raggiungere i 580 CV a 6750 giri e di permettere sia Ghibli Trofeo che Quattroporte Trofeo di toccare i 326 chilometri orari con un’accelerazione nello 0-100 Km/h di 4”3 per Ghibli Trofeo e di 4”5 per Quattroporte Trofeo.

Tutta la potenza del rinnovato motore V8 Twin Turbo da 580 CV, viene scaricata unicamente sulle ruote posteriori tramite il ben noto cambio automatico ZF a otto rapporti, trasmettendo al guidatore il piacere della trazione posteriore. Tale surplus di coppia e potenza è però tenuto a bada dal sistema di controllo integrato del veicolo (IVC), che garantisce una dinamica di guida eccezionale, una maggior sicurezza attiva e prestazioni più esaltanti, massimizzando la maneggevolezza dell’auto nelle situazioni più impegnative.

Quando si attiva la modalità “Corsa”, premendo due volte il tasto “Sport/Corsa” sulla rinnovata strumentazione della console centrale, il guidatore percepisce immediatamente una risposta più reattiva del motore alla minima accelerazione, con l’inconfondibile sound del motore Maserati generato dal libero fluire dei gas di scarico attraverso le valvole completamente aperte. La nuova modalità “Corsa” prevede un cambio di marcia ancora più rapido che in modalità Sport, garantendo cambiate più veloci e un assetto più basso delle sospensioni pneumatiche. Con questa modalità ultra sportiva attiva, l’intervento dei sistemi di controllo della trazione e dell’ESP è limitato, a garanzia del massimo piacere di guida.

1/5

La configurazione delle sospensioni a quadrilatero con doppio braccio oscillante è una tradizione di Maserati derivata dalle corse. Ghibli e Quattroporte raccolgono questa eredità, incorporando però tecnologie all’avanguardia a garanzia di una maggiore precisione. L’architettura del sistema ha permesso al team Maserati dedicato all’handling di sviluppare uno sterzo preciso, confortevole e dotato di un feedback diretto.

Per le sospensioni posteriori è stato adottato un sistema multilink a cinque bracci, provvisto di quattro bracci di sospensione in alluminio, che assicura comfort eccezionale da un lato e prestazioni sportive dall’altro. In funzione delle elevate prestazioni della vettura, Ghibli e Quattroporte V8 Trofeo sono equipaggiate di serie con Sospensioni Skyhook, dotate di ammortizzatori a variazione continua dello smorzamento e di specifica taratura per meglio adattarsi alle condizioni di guida estrema di questo allestimento. Essenzialmente, il sistema Skyhook riduce in modo drastico i trasferimenti di carico longitudinali e laterali e minimizza il rollio della carrozzeria per privilegiare il lato più sportivo del carattere della vettura.

1/4

DESIGN: GLI ESTERNI

Le versioni Trofeo di Ghibli e Quattroporte, così come era capitato per Levante, sono state aggiornate con degli interventi mirati per esasperarne il carattere sportivo e sottolineare fin dal primo colpo d’occhio l’abbinamento con le grandi prestazioni. Ecco così nuove appendici aerodinamiche in fibra di carbonio, un nuovo estrattore posteriore e delle nuove mostrine anteriori sul paraurti.

Ghibli, poi, presenta sul cofano due uscite d’aria supplementari, funzionali per estrarre calore dal motore e per rendere decisamente più aggressivo il look. Ghibli e Quattroporte Trofeo montano una calandra con doppi listelli verticali in finitura Black Piano, su ispirazione di quella che aveva esordito sulla versione GTS di Quattroporte. Lo splitter inferiore, le mostrine delle prese d’aria anteriori e l’estrattore posteriore, sono realizzati in fibra di carbonio laccata ultraleggera e sottolineano ulteriormente il “racing look” di questi modelli.

La minigonna presente su Quattroporte è nera. Nel caso della Ghibli anche il cofano motore è stato ridisegnato, con due grintose aperture per l’aria che assicurano un miglior raffreddamento delle teste dei cilindri. Nella parte posteriore, invece, è stato inserito un estrattore in carbonio.

1/6

I fanali posteriori, come in tutti i MY21, sono stati riprogettati con un nuovo stile definito boomerang design, ispirato a molte Maserati della storia, caratteristico del DNA della casa. Per enfatizzare la forma a boomerang sono stati realizzati con una innovativa tecnologia di iniezione 3K che consente al fanale di avere una lente tricolore: nera nella parte perimetrale, rossa nella parte centrale e trasparente nella parte inferiore.

Sia Ghibli che Quattroporte Trofeo montano cerchi in alluminio forgiato da 21 pollici Orione. Le pinze freno per ad alte prestazioni sono disponibili nei colori rosso, blu, nero, argento. Al lancio della V8 Trofeo previsti Pneumatici 21" Pirelli P0 (la linea sportiva di Pirelli), successivamente verranno introdotti i 21" Continental Sport Contact. I proiettori Full LED adattivi sono di serie su tutte le versioni di Ghibli, Quattroporte e Levante per i fari sia abbaglianti che anabbaglianti, le luci diurne DRL (Day Running Lights), le luci di stazionamento e gli indicatori di direzione. Questi proiettori, dotati di static bending light e regolazione automatica dell’altezza del fascio luminoso, si caratterizzano per la geometria orizzontale delle luci DRL.

DESIGN: GLI INTERNI

Gli interni sono ricchi di dettagli esclusivi che sottolineano l’impronta sportiva, senza abbandonare la tipica eleganza di una Maserati. La zona centrale della plancia contiene il nuovo display ad alta risoluzione, presentato in occasione dei MY21, passato da 8,4” a 10,1” con funzione multi-touch. È stata rivista e migliorata la grafica del quadro strumenti che comprende un contagiri e un tachimetro analogici di grandi dimensioni. Sono di nuova grafica sia le cifre che le lancette, tutte retroilluminate su sfondo nero. A fianco degli strumenti c’è un display TFT da 7” per le funzioni operative dell’auto.

1/4
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Porsche Taycan Turbo S VS McLaren P1: il bene contro il male

Due diverse concezioni, entrambe molto prestazionali, stessa accelerazione sullo 0-100 ma filosofie progettuali totalmente opposte. In uan drag race chi la spunta?

Porsche Taycan Turbo S VS McLaren P1: il bene contro il male

12 September 2020

Porsche Panamera 2020: ancora più performante e divertente

Con un prezzo di 97.800 euro per la versione base a trazione posteriore, la Porsche Panamera restyling è già ordinabile anche in Italia ma le prime consegne sono fissate per ottobre.

Porsche Panamera 2020: ancora più performante e divertente

10 September 2020

La Volkswagen Golf 8 si fa in cinque

A breve saranno disponibili anche tutte le varianti ibride della nuova media di Wolfsburg: si tratta di cinque diverse versioni, tre mild hybrid e due plug-in hybrid.

La Volkswagen Golf 8 si fa in cinque

09 September 2020

Nurburgring: Tesla Model 3 Performance più veloce di Porsche 911 GT3 RS?

Sull’iconico e difficilissimo tracciato denomina Inferno Verde sembra proprio che la berlina vitaminizzata di Palo Alto sia in grado di star dietro se non persino superare una Porsche 911 con gli attributi.

Nurburgring: Tesla Model 3 Performance più veloce di Porsche 911 GT3 RS?

08 September 2020

Garmin Catalyst: il driver coach virtuale per la pista

Una volta montato sul cruscotto raccoglie i vostri dati e vi fornisce in tempo reale indicazioni e suggerimenti anche audio per migliorare le vostre sessioni in pista.

Garmin Catalyst: il driver coach virtuale per la pista

07 September 2020

Tesla Model 3 sconfitta dalla Pikes Peak

Uno spettacolare incidente ma per fortuna senza gravi conseguenze ha definitivamente fermato la vettura di Palo Alto preparata dai ragazzi di Unplugged Performance.

Tesla Model 3 sconfitta dalla Pikes Peak

07 September 2020

Bmw M3 Touring? Presto sarà realtà

Audi RS4 Avant e Mercedes-AMG C63 Wagon sono state avvisate. La Casa dell’Elica metterà per la prima volta in commercio una versione station wagon della sua poderosa M3.

Bmw M3 Touring? Presto sarà realtà

06 September 2020

Ferrari 488 Pista vs Ferrari F40: testa a testa in quel di Maranello

Classica drag race sul quarto di miglio tra cavalline rampanti, rappresentative di epoche molto distanti tra loro. Chi avrà avuto la meglio?

Ferrari 488 Pista vs Ferrari F40: testa a testa in quel di Maranello

05 September 2020

Test dell’Alce indigesto per la Porsche Taycan

Risultato non proprio eccellente quello della sportiva elettrica di Zuffenhausen che nel test del doppio evitamento ostacolo non ha brillato poi più di tanto.

Test dell’Alce indigesto per la Porsche Taycan

04 September 2020

Lamborghini Huracán Evo: il nostro hot lap

Di primo acchito sembrerebbe essersi un po’ troppo “imborghesita” l’ultima evoluzione della supercar del Toro. Invece basta solo un “click” per ritrovare il carattere che la separa dall’Audi R8, con cui condivide parte della meccanica. Nel nuovo numero di evo, l'abbiamo testata. Vi mostriamo il video dell'Hot Lap del nostro pilota ufficiale, Tommy Maino.

Lamborghini Huracán Evo: il nostro hot lap

03 September 2020