di Tommaso Ferrari - 05 marzo 2019

Nuova Lamborghini Aventador SVJ Roadster

Lambo ci stupisce con una versione scoperta della hardcore SVJ, ed è tutto tranne che morbida
1/10

Mentre Lamborghini distraeva tutti con la nuova Huracàn Evo Spyder, zitta zitta stava lavorando ad un’altra versione scoperta, quella della brutale Aventador SVJ. Così, quel magnifico V12 ‘old school’ ora può decantare il suo inno senza tetti o barriere a proteggere i timpani del guidatore che si troverà sommerso dalle note di uno dei motori più rabbiosi in circolazione. Ma una versione scoperta è ancora abbastanza hardcore da meritarsi la sigla SVJ? Secondo Lamborghini sì. Alle vostre spalle trovate lo stesso 6.5 litri della versione Coupé con 770 cavalli e 720 Nm di coppia capaci di staccare uno 0-100 in 2,9 secondi e uno 0-200 in 8,8, sempre mantenendo una velocità massima superiore a 350 km/h.

La scomparsa di un tetto a collegare le due estremità ovviamente comporta la perdita di parte della rigidità torsionale, ma secondo la casa del Toro (non è dichiarato il dato specifico) il valore è molto contenuto, e soprattutto l’aumento di peso è di soli 50 chili rispetto alla SVJ, fermando la bilancia ad un ottimo valore di 1.575 chili. Il nuovo ‘soffitto’ è formato da due pannelli in fibra di carbonio dal peso di soli sei chili l’uno, ed ognuno è dotato di sgancio rapido per essere riposto nel vano anteriore della Aventador, o per rimetterlo alla svelta al suo posto in caso di pioggia… anche se la SVJ Roadster probabilmente sarebbe così veloce da poterla seminare.

Scherzi a parte, la nuova Lamborghini nonostante la perdita del tetto mantiene il fenomenale sistema ALA 2.0 (Aerodinamica Lamborghini Attiva) che in meno di 500 millisecondi può regolare svariate appendici aerodinamiche per creare portanza o deportanza anche individualmente, permettendo come nella Huracàn Performante di ottenere un’aderenza superlativa in curva; se non bastasse l’ALA dialoga con l’LDVA 2.0 (Lamborghini Dinamica Veicolo Attiva) per convertire il lavoro di tutti i sistemi elettronici presenti in velocità pura. Lamborghini inoltre dichiara che la resa aerodinamica della SVJ non cambia che sia a tetto chiuso o aperto e che la deportanza disponibile è del 40% superiore a quella della vecchia SV. Chapeau. Il ‘Bronzo Zenas’ scelto per Ginevra non darà le palpitazioni, ma ci sono almeno altri 350 colori disponibili, anche se per avere uno degli 800 esemplari in tiratura limitata dovrete mettere in conto circa 390.000 euro… tasse escluse si capisce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Torna il Concorso d'eleganza di Londra

Torna il Concorso d'eleganza di Londra

26 marzo 2019

Wheelsandmore insaporisce la nuova Vantage

Wheelsandmore insaporisce la nuova Vantage

26 marzo 2019

Ferrari P80/C: una sport prototipo Ferrari in chiave moderna

Ferrari P80/C: una sport prototipo Ferrari in chiave moderna

25 marzo 2019

Desiderio Gruppo B: in vendita una Delta S4 Stradale

Desiderio Gruppo B: in vendita una Delta S4 Stradale

25 marzo 2019

Meno tre ore alla presentazione della Ferrari 'Prototipo'

Meno tre ore alla presentazione della Ferrari 'Prototipo'

25 marzo 2019

Rezvani Beast o Tank Military?

Rezvani Beast o Tank Military?

25 marzo 2019

Ottime notizie per i futuri modelli Porsche 911 GT

Ottime notizie per i futuri modelli Porsche 911 GT

23 marzo 2019

PS Mosquito: una nuova rivale per la Senna e la BT62

PS Mosquito: una nuova rivale per la Senna e la BT62

22 marzo 2019

Pagani Huayra Dragon: meglio della BC?

Pagani Huayra Dragon: meglio della BC?

22 marzo 2019

Porsche riprenderà (per pochissimo) la produzione della GT2 RS

Porsche riprenderà (per pochissimo) la produzione della GT2 RS

22 marzo 2019