di Tommaso Ferrari - 06 April 2018

La Agera RS si avvia verso la fine della produzione. Sigh

Dalle parti di Angelholm si apprestano a salutare una delle loro migliori vetture
La Agera RS si avvia verso la fine della produzione. Sigh

Dopo tre anni di onorato servizio – e dopo aver mortificato decine e decine fra supercar e hypercar – la carriera della Koenigsegg Agera RS sta per giungere al termine. Christian von Koenigsegg ha purtroppo dichiarato che i 25 esemplari inizialmente previsti stanno per essere conclusi e anche se la maggior parte di noi comuni mortali non potrà mai permettersi il lusso di comprare una delle sue creazioni, è triste immaginarne la scomparsa. La Agera per così dire ‘standard’ venne presentata nel 2011 e già allora le sue prestazioni erano impressionanti: il suo 5.0 litri V8 biturbo produceva oltre 940 cavalli per una velocità massima intorno ai 400 km/h, ma le versioni successive si spinsero persino oltre. La Agera arrivò ad avere prima 1044 cavalli nella versione S, e 1140 con la R poi, fino alla mozzafiato One:1 che oltre ad avere un rapporto potenza/peso di mille cavalli per tonnellata poteva raggiungere i 1360 cavalli se alimentata con carburante E85 al posto della regolare benzina. Nonostante questa ingombrante sorella, la Agera RS è stata capace di costruirsi una propria storia e fama infrangendo cinque diversi record di velocità lo scorso 4 novembre in Nevada.

La Agera RS si avvia verso la fine della produzione. Sigh

Dopo aver letteralmente distrutto il record della Bugatti Chiron di 42 secondi sullo 0 – 400 – 0 con lo strabiliante tempo di 33.29 (peraltro migliorando il record personale della stessa Koenigsegg di altri tre secondi) la Agera RS si è pure tolta lo sfizio di raggiungere la più alta velocità mai registrata su strada pubblica con la poco credibile cifra di 457, 94 km/h. Christian von Koenigsegg nel frattempo sta ringraziando calorosamente tutti i clienti che hanno ordinato una delle 25 Agera RS, congratulandosi per la scelta di una macchina unica e esprimendo tutta la sua gratitudine per aver avuto così fiducia in un marchio relativamente giovane e di nicchia. Nel concludere i ringraziamenti anche verso la stessa Agera RS, Koenigsegg ci lascia a metà fra il terrorizzato e l’estasiato: oltre a dedicarsi alla nuova ibrida Regera, starebbe anche progettando l’erede della Agera, più veloce, più potente, più leggera e ancora più incredibile; non ci capacitiamo esattamente di come possa essere possibile, ma non vediamo l’ora di scoprirlo...

La Agera RS si avvia verso la fine della produzione. Sigh
© RIPRODUZIONE RISERVATA