di Tommaso Ferrari - 05 aprile 2019

E' rinata la Koenigsegg One:1 che perse la battaglia contro l'Inferno Verde

Torna in perfetta forma la telaio 107, colei che nel 2016 tentò il primato al 'Ring avendo la peggio per un problema ai freni
Se avete una buona memoria ricorderete che Koenigsegg non ha esattamente un rapporto d’amore con il Nurburgring, visto che da anni sta cercando di scrivere il suo nome in cima alla lista delle auto più veloci lungo l’Inferno Verde; e la cosa frustrante è che sarebbe una gran candidata. Tornando indietro al 2016 la casa svedese aveva da poco sconvolto il mondo con la One:1, chiamata così perché il suo Mega Watt di potenza (1.341 cavalli) doveva muovere esattamente 1.341 chili, che tradotto in rapporto potenza/peso fanno 1.000 cavalli/tonnellata, o se preferite viceversa ogni chilo è mosso da un cavallo, roba da moto insomma. Visto che la One:1 era anche veloce in curva Christian Von Koenigsegg spedì la telaio 107 – la vettura nera di un cliente – al ‘Ring per domare i suoi 20.832 metri, ma sfortunatamente l’Inferno Verde vinse: un problema alla taratura dell’Abs fece uscire di strada la One:1 (e come potete immaginare non stava andando piano) arrecando un danno importante a telaio, carrozzeria, sospensioni e via dicendo.
Come se non bastasse a seguito di un tragico incidente durante una gara al Nurburgring vennero imposti limiti di velocità in vari tratti e banditi i tentativi di record sul giro, un brutto colpo per le ambizioni svedesi. Ora queste restrizioni sono sparite (come dimostrano i tempi della GT2 RS MR e della Aventador SVJ) e Von Koenigsegg – indaffarato tra Jesko, Regera e progetti ahimè elettrici – speriamo trovi il tempo di fare un altro salto al ‘Ring, visto che i rilevamenti del 2016 avevano suggerito un tempo sbalorditivo come 6’40’’. L’ottima notizia è che la One:1 telaio 107 è tornata! Tre anni di lavori hanno permesso alla brutale hypercar del freddo nord di essere presentata a Lucerna, all’interno di un nuovo concessionario aperto da Koenigsegg in Svizzera, e ci auguriamo che prossimamente il marchio del fantasma possa tornare vittorioso da un viaggetto in Germania.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

BBR Super 220: la Mazda Mx-5 ND che stavamo aspettando

BBR Super 220: la Mazda Mx-5 ND che stavamo aspettando

14 giugno 2019

Scenografica ciliegia: ecco a voi la Jesko Cherry Red edition

Scenografica ciliegia: ecco a voi la Jesko Cherry Red edition

14 giugno 2019

Alpine incattivisce la A110 con la versione S

Alpine incattivisce la A110 con la versione S

14 giugno 2019

ABT porta la Urus sopra i 700 cavalli

ABT porta la Urus sopra i 700 cavalli

14 giugno 2019

Mansory rende la Chiron ancora più costosa e appariscente

Mansory rende la Chiron ancora più costosa e appariscente

13 giugno 2019

EVO Moments: Bmw M2 Competition

EVO Moments: Bmw M2 Competition

13 giugno 2019

Honda ha costruito il più veloce tosaerba al mondo

Honda ha costruito il più veloce tosaerba al mondo

13 giugno 2019

Aston svela la DB4 Zagato Continuation

Aston svela la DB4 Zagato Continuation

12 giugno 2019

Sleeper per eccellenza?

Sleeper per eccellenza?

12 giugno 2019

E' nata una 612 Scaglietti Shooting Brake

E' nata una 612 Scaglietti Shooting Brake

12 giugno 2019