di Tommaso Ferrari - 10 aprile 2019

Jeep sfoggia sei concept per gli Easter Jeep Safari Days

Si basano tutti sul Gladiator e vanno da 'stravagante' a 'completamente assurdo'
1/12
Ogni anno – da 53 anni a questa parte – Jeep entusiasma i suoi fan con gli ‘Easter Jeep Safari’, degli enormi raduni all’insegna dell’off road e del divertimento nel deserto del Moab, e anche stavolta la casa americana avrà una bella sorpresa. O per la precisione sei, visto che Jeep ha scisso il recente Gladiator (la versione pick up della Wrangler) in altrettanti concept uno più particolare dell’altro. Il primo è il ‘Wayout’ per chi predilige l’avventura, il campeggio e godersi la natura in luoghi selvaggi e incontaminati… infatti lo adoro. Gomme tassellate da 37’’, verricello da 5,5 tonnellate, vernice militare, taniche di benzina aggiuntive, motore 3.6 litri V6 a benzina e ovviamente una tenda rialzata sul cassone posteriore.
Poi c’è il ‘Flatbill’ che arriva già dotato di due motocross sul cassone equipaggiato con rampe di carico e scarico in caso siate amanti delle moto, inoltre vanta gomme da 40’’, sospensioni rialzate di dieci centimetri, enorme presa d’aria sul cofano e una grafica ‘vistosa’ per non dire tamarra. Il terzo concept si chiama ‘M-715 Five Quarter’ che richiama un vecchio mezzo militare Jeep ma rimodernato con sospensioni attuali, carrozzeria e pianale in alluminio e fibra di carbonio, gomme da 40’’ e giusto un motore V8 Hellcat da 707 cavalli per muovere il tutto; sembra uscito da Fast8 ma ci piace un sacco. Di seguito abbiamo forse il concept più sobrio, il ‘J6’, semplicemente un Gladiator azzurro metallizzato a cabina singola con ruota di scorta e luci supplementari, oltre a un kit di rialzo specifico per l’off road.
Il quinto concept è il ‘JT Scrambler’ un Gladiator con gomme da 37’’, luci aggiuntive e una colorazione discutibile che però in modo molto nostalgico ricorda il CJ8 Scrambler. A chiudere la parata di declinazioni del Gladiator ci pensa il ‘Gravity’ basato sul Rubicon V6 con però al posto delle portiere barre tubolari, una vernice arancio metallizzato, grafiche che riprendono il logo Jeep a sette listelli, cassone multi uso e un sistema di drenaggio di acqua e fango sotto il pianale. Il bello che tutti gli accessori del Gravity sono presenti nel catalogo Jeep e Mopar. Quale preferireste per fare una capatina in quel di Moab?
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

BBR Super 220: la Mazda Mx-5 ND che stavamo aspettando

BBR Super 220: la Mazda Mx-5 ND che stavamo aspettando

14 giugno 2019

Scenografica ciliegia: ecco a voi la Jesko Cherry Red edition

Scenografica ciliegia: ecco a voi la Jesko Cherry Red edition

14 giugno 2019

Alpine incattivisce la A110 con la versione S

Alpine incattivisce la A110 con la versione S

14 giugno 2019

ABT porta la Urus sopra i 700 cavalli

ABT porta la Urus sopra i 700 cavalli

14 giugno 2019

Mansory rende la Chiron ancora più costosa e appariscente

Mansory rende la Chiron ancora più costosa e appariscente

13 giugno 2019

EVO Moments: Bmw M2 Competition

EVO Moments: Bmw M2 Competition

13 giugno 2019

Honda ha costruito il più veloce tosaerba al mondo

Honda ha costruito il più veloce tosaerba al mondo

13 giugno 2019

Aston svela la DB4 Zagato Continuation

Aston svela la DB4 Zagato Continuation

12 giugno 2019

Sleeper per eccellenza?

Sleeper per eccellenza?

12 giugno 2019

E' nata una 612 Scaglietti Shooting Brake

E' nata una 612 Scaglietti Shooting Brake

12 giugno 2019