di David Vivian - 09 dicembre 2019

Hot Hatch: Ford Focus ST vs Renault Mégane RS Trophy

Abbiamo messo a confronto 14 hot hatch e stilato una classifica per decretare la regina del 2019. In questo articolo vi raccontiamo le performance della Ford Focus ST, Renault Mégane RS Trophy.

1 di 4
1/3

Nella nostra comparativa Hot Hatch abbiamo messo a confronto ben 14 modelli. Se finora vi abbiamo illustrato la classifica dal 14° al posto della nostra classifica, in questo articolo la sfida si infittisce: mettiamo a confronto le auto che si sono aggiudicate la sesta e la quinta posizione: Ford Focus ST e Renault Mégane RS Trophy.

La nuova ST ha tutti gli ingredienti giusti e si è messa bene in mostra nelle varie prove, per questo eravamo desiderosi di scoprire come si comporta la Focus da 280 Cv e 37.850 euro nel territorio delle hot hatch. Se prendiamo come riferimento la precedente Focus ST, la volontà di andare in pista che caratterizza questo modello vi farà sgranare gli occhi e il cuore vi batterà fortissimo dopo appena due curve. Come la Megane RS Trophy, ci vogliono un paio di giri per capire e sfruttare al meglio la sua agilità. Non è esagerata come la Renault, sembra più naturale, e appena la capisci, può diventare un portento. Puoi scegliere il grado di aggressività con i drive mode. “Divertente, super agile e sembra che giri attorno ai tuoi fianchi” dice Antony.

Inaspettatamente, la Focus non sembra a suo agio sulle strade provinciali gallesi, all’auto sembra mancare una modalità che sembri adattarsi a pieno – è troppo morbida in Normal e troppo dura in Sport. Lo sterzo è un po’ più di un semplice difetto. Confrontato con quello delle rivali (in particolar modo la Hyundai), lo sterzo della Focus sembra non trasmettere nulla ed è elastico nella zona centrale, e diventa difficile mettere la macchina dove si vuole.
Sembra che l’assetto poco fermo della ST abbia effetti diretti sulla precisione di guida, trazione e nella dinamica in generale, ma l’unica cosa evidente qui è l’assenza della massima espressione di equilibrio e precisione.

In pista è davvero energica e imprevedibile, la Mégane RS Trophy. La prima volta che affronti in velocità una curva sembra voler andare in testacoda tanto è desiderosa di curvare. Sembra che ruoti attorno alla leva del cambio. La Focus sembra piantata davanti e desiderosa di far muovere il retrotreno, ma in confronto il retro della Trophy sembra avere le ruote fatte di margarina. Per tirar fuori il massimo ad ogni curva ci vuole un po’ di apprendimento, così da girare quanto vuoi attraverso le ruote posteriori sterzanti. Beh, per quanto possibile. C’è subito tanta potenza e coppia da poter portare il muso al di fuori delle curve, mentre il differenziale Torsen offre una trazione pulita e superba.

Il motore da 300 Cv è piuttosto buono da usare anche su strada, con una forte risposta dell’acceleratore abbinata al carattere interessante del quattro cilindri. C’è un lato dolce e volenteroso che manca in particolare nel motore simile della Civic, anche se i botti e gli scoppiettii della Trophy sono a volte teatrali.
Dinamicamente non è così impressionante su strada, dove gli input sono piccoli e sfumati anziché decisi, e dove il feeling e il feedback sono la chiave per la soddisfazione. Rispetto alla RS Standard, la Trophy non sembra a proprio agio su una strada da hot hatch, con uno sterzo distratto e un assetto che sembra voglia lottare con l’asfalto anziché accogliere le sue imperfezioni e lasciarci prendere velocità.

Leggi il Megatest Hot Hatch cliccando qui.

La classifica: dalla 14° alla 11° posizione.

La classifica: dalla 10° alla 7° posizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Aston Martin Vantage Roadster: la versione definitiva

Aston Martin Vantage Roadster: la versione definitiva

30 marzo 2020

A scuola con Mr Murray

A scuola con Mr Murray

29 marzo 2020

Pagani Imola: solo 5 esemplari per la massima evoluzione della Casa Emiliana

Pagani Imola: solo 5 esemplari per la massima evoluzione della Casa Emiliana

28 marzo 2020

Gemballa Avalanche 4.2 RS, ritorno a Dakar

Gemballa Avalanche 4.2 RS, ritorno a Dakar

27 marzo 2020

Hyundai i20 N: piccola e aggressiva

Hyundai i20 N: piccola e aggressiva

27 marzo 2020

Honda Acura NSX by Liberty Walk

Honda Acura NSX by Liberty Walk

26 marzo 2020

Alfa Romeo Giulia GTA: questa volta la lettera A ha un senso

Alfa Romeo Giulia GTA: questa volta la lettera A ha un senso

26 marzo 2020

KTM X-Bow GTX: ultraleggera da 600 Cv

KTM X-Bow GTX: ultraleggera da 600 Cv

25 marzo 2020

Toyota GR Yaris, vera auto da rally

Toyota GR Yaris, vera auto da rally

25 marzo 2020

Le auto da corsa omologate più amate da evo

Le auto da corsa omologate più amate da evo

24 marzo 2020