22 gennaio 2020

Honda Civic Type R: nuovo restyling ma stesso comparto meccanico

Presentato al Salone di Tokyo, il restyling della Honda Civic Type R introduce alcune modifiche estetiche e un assetto più performante. Invariato, invece, il comparto meccanico.

1/4

Al Tokyo Auto Salon il Costruttore giapponese ha finalmente svelato la versione aggiornata della sua hothatch al peperoncino. Stiamo parlando della nuova Honda Civic Type R che con questo restyling ha introdotto alcune piccole ma importanti novità nell’estetica e nell’assetto mentre ha preferito lasciare invariato il comparto meccanico. Sotto il cofano motore quindi pulsa ancora il poderoso 2.0 litri turbo benzina con tecnologia V-Tech , un motore capace di rullare oltre i 7.000 giri e di erogare la bellezza di 320 CV e 400 Nm di coppia. Ad affiancare il robusto propulsore troviamo ancora un ottimo cambio manuale a 6 rapporti (in teoria con rapporti più ravvicinati) e la semplice ma super efficace trazione anteriore con differenziale autobloccante a slittamento limitato. Novità, invece, di questo aggiornamento sarà l’Honda Active Sound, un sistema che modifica il sound in abitacolo a seconda della modalità di guida selezionata, e che ambisce a coinvolgere ancor di più il guidatore.

Andando ad analizzare il contenuto sotto pelle si scopre, invece, come le maggiori novità abbiano riguardato il comparto sospensioni con un assetto in buona parte rivisitato per merito di nuove boccole posteriori più rigide così da migliorare la tenuta e sospensioni anteriori modificate per una risposta di sterzo ancora più diretta e precisa. Come se non bastasse anche il già ottimo impianto frenante è stato ulteriormente potenziato con nuove pastiglie freno che assicurano continuità nelle performance anche sotto stress o dopo tanto tempo di utilizzo. A chiudere il cerchio delle novità ci pensano la nuova tinta della carrozzeria Boost Blue con il nero della mascherina ridisegnata e ribassata a contrasto, gli inserti rossi che impreziosiscono le minigonne e il baffo anteriore e gli splitter che “tagliano” le grosse prese d’aria anteriori. Passando agli interni, infine, le modifiche hanno riguardato volante e la leva del cambio ridisegnati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Alfa Romeo Giulia GTA: sogno o realtà?

Alfa Romeo Giulia GTA: sogno o realtà?

27 febbraio 2020

Czinger 21C: l’hypercar ibrida ottiene lo 0-100 km/h in soli 1,9 secondi

Czinger 21C: l’hypercar ibrida ottiene lo 0-100 km/h in soli 1,9 secondi

27 febbraio 2020

Toyota GR Corolla: dal 2023 una nuova hot hatch con 250 CV e 360 Nm

Toyota GR Corolla: dal 2023 una nuova hot hatch con 250 CV e 360 Nm

26 febbraio 2020

Porsche Taycan: fino a 265 kW recuperati dalla frenata rigenerativa

Porsche Taycan: fino a 265 kW recuperati dalla frenata rigenerativa

26 febbraio 2020

CUPRA Leon Competición, motore 2.0 turbo e 340 Cv

CUPRA Leon Competición, motore 2.0 turbo e 340 Cv

25 febbraio 2020

Lamborghini Aventador SVJ: finale a sorpresa!

Lamborghini Aventador SVJ: finale a sorpresa!

25 febbraio 2020

Maserati: arrivano una supercar, una granturismo e una suv media

Maserati: arrivano una supercar, una granturismo e una suv media

24 febbraio 2020

Svelato il primo teaser della Volkswagen Golf GTD

Svelato il primo teaser della Volkswagen Golf GTD

24 febbraio 2020

Aston Martin Valkyrie: iniziati i test di validazione

Aston Martin Valkyrie: iniziati i test di validazione

24 febbraio 2020

Tesla Autopilot: siamo sicuri che sia davvero affidabile?

Tesla Autopilot: siamo sicuri che sia davvero affidabile?

23 febbraio 2020