a cura della redazione
- 07 September 2020

Garmin Catalyst: il driver coach virtuale per la pista

Una volta montato sul cruscotto raccoglie i vostri dati e vi fornisce in tempo reale indicazioni e suggerimenti anche audio per migliorare le vostre sessioni in pista.

1/20

Se fino a ieri un pilota per capire dove poter limare il proprio tempo sul giro aveva bisogno di un istruttore professionista in carne e ossa e di saper leggere la miriade di dati della telemetria a sua disposizione, oggi può tranquillamente affidarsi alla tecnologia, confidando in strumenti digitali ed elettronici in grado di fare questo arduo compito al posto suo. Ideato da un team di ingegneri e appassionati per la guida in pista, il Garmin Catalyst è esattamente lo strumento ideale per tutti i piloti che vogliano incrementare le proprie performance sul giro. Una volta installato sul cruscotto, questo strumento portatile di coaching per la guida in pista è in grado di raccogliere i vostri dati e di fornirvi in tempo reale un’analisi immediata delle sessioni così da mostrarvi le vostre principali aree di miglioramento e fornirvi suggerimenti anche in versione audio.

Caratterizzato da un display touchscreen a colori da 7 pollici, un software particolarmente evoluto, una telecamera in alta definizione, una serie di sensori inerziali e un sensore GPS molto preciso, il Garmin Catalyst è in grado di capire tutto quello che sta facendo il pilota e la vettura in qualsiasi momento e di offrire quindi un’esperienza unica, fino ad oggi mai provata con nessun altro sistema di telemetria o di rilevamento GPS nel mondo degli sport motoristici. Se mentre si è al volante il pilota potrà visualizzare i tempi sul giro e ricevere indicazioni audio per migliorare il proprio record – una voce registrata gli fornirà indicazioni utili su come e quanto correggere una traiettoria o una staccata per limare decimi preziosi - una volta terminata la sessione avrà a disposizione un’analisi immediata della prestazione con evidenziate le aree in cui è possibile migliorare la propria performance e indicare le velocità di ingresso, percorrenza e uscita di curva oltre alla forza G in tutti e tre questi momenti o i punti di staccata.

Tanto il live coaching quanto l’analisi post gara permetteranno insomma al pilota di capire come affrontare al meglio una determinata curva. Grazie, infatti, ai suoi sensori il Garmin Catalyst è capace di analizzare il vostro stile di guida, fornendovi una idea del vostro giro teorico più veloce, mettendo insieme, grazie alla funzione True Optimal Lap, le traiettorie effettivamente percorse che possono essere unite senza soluzione di continuità. Come se non bastasse, grazie alla funzione True Track Positioning, il driver coach virtuale di Garmin sarà capace di registrare e analizzare le traiettorie dell’auto attraverso una combinazione di informazioni rilevate dai sensori inerziali integrati nello strumento, dall’elaborazione delle immagini della videocamera e dal preciso posizionamento multi-GNSS a 10 Hz. Una feature che garantisce al pilota di conoscere sempre l’esatta scia e traiettoria da seguire per la realizzazione del giro ottimale.

La videocamera si occuperà anche della registrazione di video in qualità 1080p HD che potranno poi essere visualizzati, assieme naturalmente ai numerosi dati registrati dalla telemetria, per capire quale sia stato l’errore o come affrontare al meglio un determinato segmento del circuito. Filmati che il pilota potrà sovrapporre così da confrontare il suo ultimo giro con quello ideale, realizzato digitalmente dal Garmin Catalyst. Tutto questo senza difficoltà tecnologiche come il dover scaricare su altri device le informazioni acquisite o il saper interpretare grafici di difficile comprensione. Il Garmin Catalyst vi permetterà, infatti, di visualizzare e confrontare facilmente i dati registrati (video dei propri giri, telemetria dell’intero giro o di un segmento del circuito o di una singola curva) direttamente dal suo schermo touch, senza la necessità di alcun passaggio o procedura intermedia, oppure di consultarli tramite app sul proprio cellulare.

Forte, infine, di un database precaricato con all’interno centinaia di circuiti in tutto il mondo, che l’utente può tranquillamente aggiornare aggiungendone di nuovi senza troppe difficoltà, il Garmin Catalyst è già disponibile ad un prezzo di 999,99 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Lamborghini Huracán STO: dalla pista alla strada

Ecco l’ultima evoluzione in chiave corsaiola della supercar del Toro. Il suo biglietto da visita: stesso V10 da 640 Cv della Performante, 43 kg di peso in meno, trazione posteriore, carreggiate allargate e un’aerodinamica ancora più spinta. Il listino parte da 304.283 euro.

Lamborghini Huracán STO: dalla pista alla strada

27 November 2020

Toyota Yaris GR: il Nurburgring cade ai suoi piedi

Sull’iconico Inferno Verde la Yaris by Gazoo Racing ha fermato il cronometro sotto gli 8 minuti nel time attack sul giro Bridge-to-Gantry.

Toyota Yaris GR: il Nurburgring cade ai suoi piedi

27 November 2020

Nuova Subaru BRZ: perché non è turbo?

Il sistema di sovralimentazione avrebbe alzato il baricentro dell'auto e aumentato il peso del motore, peggiorandone la dinamica di guida.

Nuova Subaru BRZ: perché non è turbo?

26 November 2020

La Ferrari F50 è quanto di più simile a una Formula Uno

A dirlo è stato nientemeno che Tiff Needell dopo aver messo a ferro e fuoco la supercar di Maranello su una strada ricca di curve.

La Ferrari F50 è quanto di più simile a una Formula Uno

26 November 2020

Come suona una Ferrari F40 LM con scarico diretto?

Un suono talmente idilliaco ed esagerato da funzionare meglio di una caraffa di caffè presa la mattina appena sveglio.

Come suona una Ferrari F40 LM con scarico diretto?

25 November 2020

Sull’iconico Inferno Verde è possibile trovare anche un trattore

Spinto dal suo poderoso 6 cilindri da 12,8 litri di cilindrata e 500 Cv, il Claas Xerion 5000 Trac VC ha portato a termine un intero giro del Nürburgring.

Sull’iconico Inferno Verde è possibile trovare anche un trattore

25 November 2020

Ecco come la Koenigsegg Jesko produce tutti quei cavalli e supera le emissioni

Fino a 1.600 CV e 1.500 Nm, un telaio monoscocca in fibra di carbonio e un’aerodinamica particolarmente studiata sono le carte in tavola di una fra le più innovative delle hypercar di ultima generazione.

Ecco come la Koenigsegg Jesko produce tutti quei cavalli e supera le emissioni

24 November 2020

La Bugatti Chiron Pur Sport è l'auto nuova meno efficiente che puoi acquistare

Con un consumo medio secondo l’EPA di 4 chilometri al litro di carburante, la Bugatti Chiron Pur Sport è una vera e propria idrovora di benzina verde.

La Bugatti Chiron Pur Sport è l'auto nuova meno efficiente che puoi acquistare

24 November 2020

La Ford Mustang di Ken Block annichilisce una McLaren Senna

In una classica drag race la vettura dell’iconico stuntman e pilota di rally statunitense ha dato una bella paga alla supercar inglese.

La Ford Mustang di Ken Block annichilisce una McLaren Senna

23 November 2020

La Rimac C_Two: sarà in grado di driftare?

Stando ai progettisti l’hypercar elettrica croata sarà in grado di andare in sovrasterzo senza l’aiuto dell’elettronica.

La Rimac C_Two: sarà in grado di driftare?

23 November 2020