di Tommaso Ferrari - 30 novembre 2018

Ferrari F12 Tdf SP3 JC: nuova one-off di Maranello

Il Centro Stile Ferrari 'regala' a John Collins una V12 speciale
1/6

Il reparto Progetti Speciali di Ferrari non è restato con le mani in mano durante questo periodo di nuovi modelli e edizioni limitate sfornate dal Salone di Los Angeles, ed ha creato la Ferrari F12 TDF SP3 JC. Questa complicata sigla (che è la continuazione degli affascinanti modelli SP1 e SP2 Monza unita alle iniziali del committente) si contrappone ad un’idea relativamente semplice: creare una versione Aperta basata sulla meccanica e sul telaio della F12 Tdf. Ferrari dichiara di aver lavorato molto sull’estetica richiamando le spider degli anni ’50 e ’60, scolpendo le fiancate in modo da enfatizzare il layout motore anteriore – trazione posteriore; anche l’anteriore è stato rimodellato per avere forme più morbide e classiche mentre il posteriore ora ha delle ‘incisioni’ orizzontali per dare un’impronta ancora più massiccia alla carreggiata.

Come dicevamo, anche se alcuni elementi come i cerchi e le luci posteriori sono ripresi dalla 812 Superfast, la SP3 JC è basata sulla F12 Tdf, quindi monta il celestiale 6.3 litri V12 aspirato da 780 cavalli capace di girare fino a 8.500 giri e di portare la one off da 0 a 100 in 2,9 secondi e da 0 a 200 in meno di 8. Un dettaglio stupendo – giust’appunto per dare la meritata visibilità all’opera d’arte nascosta sottopelle – è il cofano con due sezioni di vetro che lasciano il V12 in bella vista. Non preoccupatevi, c’è una spiegazione anche a questa strana livrea. John Collins – specialista e collezionista Ferrari – è anche un appassionato di arte pop, così ha scelto di combinare un ‘Azzurro Met’ con un ‘Bianco Italia’ interrotto dal ‘Giallo Modena’ per il numero 3 e le linee che separano le altre due tonalità. Francamente all’anteriore l’effetto che risulta è molto ‘livrea cartone del latte’ (rafforzato dal medesimo azzurro per i sedili) e questa one-off avrebbe meritato qualcosa di più aggressivo visto il motore che monta, ma perlomeno Collins non passerà certo inosservato. Ma soprattutto, sarà uno dei pochi privilegiati a poter provare l’ebbrezza di quel V12 a cielo aperto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Trackday evo 2019! Trackdays 2019

Trackday evo 2019!

Disponibili le date 2019 degli eventi Trackday! Tutte le info per iscriversi

Le ultime news

Meno di 3,5 milioni di euro per questa stupefacente Huayra Roadster

Meno di 3,5 milioni di euro per questa stupefacente Huayra Roadster

19 aprile 2019

E' successo. Ecco l'Aston Martin Rapide E

E' successo. Ecco l'Aston Martin Rapide E

19 aprile 2019

Nissan sfodera la nuova GTR R35 Nismo MY2020

Nissan sfodera la nuova GTR R35 Nismo MY2020

18 aprile 2019

Porsche presenta la 991 Speedster

Porsche presenta la 991 Speedster

18 aprile 2019

50 anni di Godzilla

50 anni di Godzilla

18 aprile 2019

Lotus presenta la Evora GT4 Concept

Lotus presenta la Evora GT4 Concept

17 aprile 2019

NorthCoast 500: una strada da sogno

NorthCoast 500: una strada da sogno

17 aprile 2019

La Mazda Cosmo finalmente guadagna un cambio manuale

La Mazda Cosmo finalmente guadagna un cambio manuale

17 aprile 2019

Type 130: una Hypercar elettrica... da Lotus

Type 130: una Hypercar elettrica... da Lotus

16 aprile 2019

Peugeot comincia i test della nuova 208 R2

Peugeot comincia i test della nuova 208 R2

16 aprile 2019