a cura della redazione - 15 aprile 2020

EVO CAR OF THE YEAR 2019 - il giudizio dei tester: Richard Meaden

Dopo avervi raccontato tutto quanto sul test in pista, su strada, sulle auto e sulle prima impressioni dei tester, è giunto il momento di approfondire i giudizi. In questo articolo lasciamo la parola a Richard Meaden.

RICHARD MEADEN

Per la prima volta dopo tanti anni non figura una supercar tra le finaliste. L’eCoty può essere un vero eCoty senza nemmeno un’auto esotica? Sicuramente molti di voi ci faranno questa domanda, ma almeno quest’anno abbiamo creato un’atmosfera diversa. Avremmo comunque potuto portare la McLaren, la Ferrari F8 Tributo oppure la Lamborghini Huracán Evo. Ognuna di esse avrebbe aggiunto lucentezza, ma secondo me sarebbe stato un po’ come ripetere qualcosa di già visto. Invece abbiamo “pescato” in diversi segmenti per realizzare questa comparativa. Creando così delle favorite a priori e qualche anomalia, ma rendendo attraente e variegato questo gruppo di auto.

Qualche anno fa una hot hatch da 400 Cv sarebbe stata impensabile, così come la stessa tipologia di auto a 72.000 sterline, invece entrambe sono presenti qui. La A45 S e la Mégane Trophy-R mostrano comunque sapori forti, ma molto diversi tra loro. La Mercedes risulta subito più facilmente accessibile, ma più la guidavo, meno la trovavo coinvolgente. Alla fine mi è sembrata un po’ troppo artificiale. La Trophy-R è invece l’esatto contrario. Certo, è rigida e nervosa sulle strade accidentate. Questo è il limite delle sospensioni passive che si regolano alla vecchia maniera. Ma se si è disposti ad accettare simili sacrifici, almeno per quanto mi riguarda, è una delle auto più autentiche e appetibili del test.

Dickie difende l’onore della Trophy-R, che antepone il coinvolgimento alla pura velocità

La mia unica precedente esperienza con la Project 8 riguarda invece la versione con le “ali” per un giro cronometrato sulla pista di Anglesey all’inizio dell’anno. Non mi era piaciuta tantissimo, ma dopo aver eliminato le vistose grafiche e l’alettone, aggiungendo sedili più confortevoli e un assetto meno pistaiolo, ho trovato molto migliorata la P8 con specifiche Comfort. Su strada si comporta meglio di qualsiasi Jaguar stradale che abbia guidato fino ad oggi. Gli interni sono un po’ al di sotto degli standard delle vetture di tale prezzo, ma spero che Jaguar porti questa pulizia di guida sui suoi futuri modelli ad alte prestazioni.

Ho trascorso tantissimo tempo in compagnia della Morgan. Ha lasciato sicuramente un segno nella mia schiena a causa della scomodità dei sedili (credo che Morgan abbia come priorità di sistemarli), ma a parte questo dettaglio, la Plus Six si è dimostrata un vero e proprio spasso. Era da tempo che non guidavo un’auto moderna così anticonformista. Raramente il muso puntava esattamente la direzione da me desiderata, e le gomme fischiavano ad ogni curva (non ci sono controlli di trazione e stabilità), ma nonostante ciò mi è piaciuto come ti obbliga a leggere la strada e a preparare te stesso e l’auto di conseguenza. Non sono del tutto sicuro, ma credo che questo affascinante processo si chiami “guida”.

Al contrario, la Porsche offre una perfetta combinazione di facilità, compostezza e pulizia di guida. Senza dubbio è una candidata alla vittoria, anche se trovo che questa seconda generazione di GT4 abbia perso un po’ del carattere della prima. Credo che la risposta sia la futura GT4 RS. Come ricorderò l’eCoty di quest’anno? Come un evento quasi perfetto. Insomma, il 2019 non è stato certo un anno epico, ma credo che ci sia servito a capire che le prestazioni stratosferiche non riescono a sostituire l’autentico piacere di guida. Ha vinto la migliore, ma le altre hanno ribadito questo concetto. Vedremo cosa succederà l’anno prossimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Ferrari Purosangue: arriverà ma a tempo debito

Ferrari Purosangue: arriverà ma a tempo debito

24 maggio 2020

Fiat Fire 8 valvole: canto del cigno per il motore leggendario

Fiat Fire 8 valvole: canto del cigno per il motore leggendario

23 maggio 2020

Bimbo di 5 anni guida un SUV per andare ad acquistare una Lamborghini

Bimbo di 5 anni guida un SUV per andare ad acquistare una Lamborghini

22 maggio 2020

Ferrari riparte da una Ferrari F8 Tributo, una 812 GTS ed una SP2 Monza

Ferrari riparte da una Ferrari F8 Tributo, una 812 GTS ed una SP2 Monza

22 maggio 2020

Ibrahimovic multato a bordo della sua Ferrari Monza SP2

Ibrahimovic multato a bordo della sua Ferrari Monza SP2

21 maggio 2020

Ken Block e la nuova Mustang da Gymkhana

Ken Block e la nuova Mustang da Gymkhana

20 maggio 2020

Tesla Model S: la modalità "Cheetah" è dietro l’angolo

Tesla Model S: la modalità

20 maggio 2020

Ferrari 812 Superfast Novitec: il V12 fa tremare la galleria

Ferrari 812 Superfast Novitec: il V12 fa tremare la galleria

19 maggio 2020

SSC Tuatara: prestazioni assolute

SSC Tuatara: prestazioni assolute

19 maggio 2020

Mini spiega la nuova John Cooper Works GP

Mini spiega la nuova John Cooper Works GP

18 maggio 2020