di John Barker - 16 aprile 2020

EVO CAR OF THE YEAR 2019 - IL GIUDIZIO DEI TESTER: JOHN BARKER

Continuiamo a raccontarvi il giudizio dei tester sul nostro evento dell'anno, l'evo Car of the Year. Oggi a parlare è John Barker.

JOHN BARKER

La strada sembra andare ovunque: sale, scende di colpo, gira a destra, poi a sinistra, mentre l’asfalto a volte è liscio come una tavola da biliardo, altre increspato come non mai. Ci sono curve che chiudono all’improvviso, salti che ti rimescolano lo stomaco e una sequenza di curve che si possono impostare come se fosse una linea retta. Insomma, è il terreno di battaglia di una hot hatch, ma io ora sono alla guida di una super berlina da 600 Cv, la Project 8, imbottigliata tra due hot hatch appunto: la A45 S e la RS Trophy‑R. A sorpresa la Jaguar è riuscita a tenere il ritmo, ma questa non è una notizia tutto sommato.

Più che altro mi ha stupito il suo comportamento. Ma perché sono sorpreso? Non dovrei, dato che la Project 8 è una delle ultime auto con cui ho avuto a che fare durante i 6 anni in cui ho lavorato presso il Gruppo Jaguar Land Rover. Sono stato a fianco di Mike Cross del reparto sviluppo veicolo, che si occupa appunto dei nuovi modelli, mettendo a punto i punti cruciali delle auto, come sterzo, freni e telaio. Il punto di riferimento era la Porsche 911 GT3 RS, soprattutto per la sua capacità di combinare un telaio estremamente equilibrato e preciso con un non trascurabile comfort. Ho lasciato Jaguar Land Rover all’inizio del 2017, purtroppo una settimana prima che Dave Pook del reparto SVO e il suo team ci facessero provare il primo prototipo della P8 per vedere se gli obiettivi fossero stati raggiunti.

Poi, rientrando nel mondo del giornalismo, non ho più avuto l’opportunità di provare quest’auto, almeno fino a oggi. Henry era davanti a me al volante della A45 e sembrava di essere protagonisti del film “Duel”, dove il camion Peterbilt dal look simile a quello di un topo inseguiva la Plymouth Valiant di Dennis Weaver, ignorando i limiti che un camion può raggiungere. Jaguar fa la stessa cosa con le berline e i modelli ad alte prestazioni.

Ecco perché la Project 8 ora è pronta per la sfida e per ricevere gli elogi da parte di un giudice

Le sopracciglia di qualche giornalista si sollevarono all’improvviso quando Pook disse che la Project 8 sarebbe stata una specie di GT3 RS con 4 porte, ma vedendo che il rombo del 4 cilindri da 421 Cv della A45 non riesce ad allontanarsi da me, quasi inizio a crederci. In genere le Jaguar ad alte prestazioni iniziano a scomporsi quando le guidi al limite, invece la Project 8 rimane stabile e molto focalizzata.

In effetti, lungo queste compressioni e nelle curve che chiudono all’improvviso, resta estremamente connessa e controllata nonostante la sua non indifferente massa. Insomma, in qualsiasi momento mi sentivo in grado di poter combattere e raggiungere la piccola Mercedes. L’altro momento clou di questo test è stato rivedendo il video delle protagoniste guidate da Dickie e Sutcliffe sulla pista Ascari. La parte che mi ha attratto di più è stato quando Sutcliffe faceva da lepre per la GoPro montata sulla GT R Pro, mentre Dickie faticava a tenere il passo con uno stile di guida molto coreografico. Avendo guidato tutte le auto in pista, ho avuto modo di apprezzarne le capacità individuali. Mi sono anche reso conto della difficoltà e del senso di disorientamento che si prova quando si scende da un’auto e si sale immediatamente sull’altra.

Figuriamoci nel caso di Dickie, che ha guidato una dopo l’altra le 6 auto, compresa la GT R Pro con cui si è dilettato in traversi a ruote fumanti sulla curva più veloce del circuito – è stato impressionante e umiliante. È sempre stato bravo, per carità, ma in questi giorni ha dimostrato di avere una marcia in più rispetto a tutti gli altri giornalisti dell’auto. Mentre il suo non rispetto per le scadenze resta sempre piuttosto irritante, continua per certi versi ad essere un modello da seguire per tutti noi.

Tutto su ECOTY 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Maserati MC20: trapelano nuovi dettagli

Maserati MC20: trapelano nuovi dettagli

25 maggio 2020

Ferrari Purosangue: arriverà ma a tempo debito

Ferrari Purosangue: arriverà ma a tempo debito

24 maggio 2020

Fiat Fire 8 valvole: canto del cigno per il motore leggendario

Fiat Fire 8 valvole: canto del cigno per il motore leggendario

23 maggio 2020

Bimbo di 5 anni guida un SUV per andare ad acquistare una Lamborghini

Bimbo di 5 anni guida un SUV per andare ad acquistare una Lamborghini

22 maggio 2020

Ferrari riparte da una Ferrari F8 Tributo, una 812 GTS ed una SP2 Monza

Ferrari riparte da una Ferrari F8 Tributo, una 812 GTS ed una SP2 Monza

22 maggio 2020

Ibrahimovic multato a bordo della sua Ferrari Monza SP2

Ibrahimovic multato a bordo della sua Ferrari Monza SP2

21 maggio 2020

Ken Block e la nuova Mustang da Gymkhana

Ken Block e la nuova Mustang da Gymkhana

20 maggio 2020

Tesla Model S: la modalità "Cheetah" è dietro l’angolo

Tesla Model S: la modalità

20 maggio 2020

Ferrari 812 Superfast Novitec: il V12 fa tremare la galleria

Ferrari 812 Superfast Novitec: il V12 fa tremare la galleria

19 maggio 2020

SSC Tuatara: prestazioni assolute

SSC Tuatara: prestazioni assolute

19 maggio 2020