di Davide Saporiti - 12 settembre 2017

Ecco le dodici Ferrari più costose battute all'asta di Maranello

L'asta "Ferrari – Leggenda e Passione" ha stabilito nuovi parametri

Sempre un po' deprimente parlare del valore di una Ferrari espresso in qualsivoglia valuta, ma purtroppo ci tocca. Certo è comunque interessante conoscere il pensiero degli "appassionati" (questo appellativo lo mettiamo fra virgolette, non se lo meritano tutti) analizzando i risultati delle aste: alcune vetture restano infatti stabili, altre decollano fino a cifre che vanno ben oltre il ragionevole. All'asta "Ferrari – Leggenda e Passione", una delle più affascinanti degli ultimi anni, il giro d'affari ha superato i 63 milioni di Euro per appena 38 vetture e una certa quantità di cimeli. Ecco le dodici Ferrari dal prezzo più elevato.

400i (1983)

Questa Ferrari 400i era di un certo Keith Richards. Il chitarrista dei Rolling Stones l'aveva comprata nuova e da allora nuova è rimasta, perché ha percorso appena 3267 km. Battuta a Euro 345.000.

365 GTB/4 Daytona Berlinetta Alloy (1969)

Ne abbiamo scritto poco tempo fa. Siamo proprio curiosi di sapere se anche la polvere accumulata in quarant'anni di interminabile attesa all'interno di un garage giapponese abbia contribuito ad alimentarne il fascino. Speriamo di no, altrimenti c'è il rischio che nessun collezionista presente o futuro si decida a darle una sistemata. Battuta a Euro 1.807.000.

LaFerrari, prototipo (2017)

Usata per l'anteprima della LaFerrari nel 2013, è stata anche sfruttata come riferimento nell'Atelier della fabbrica, per le personalizzazioni della clientela. E' una pre-serie, ovviamente. La prima LaFerrari al mondo. E non è omologata. Ferrari raccomanda che venga usata solo come display statico... Battuta a Euro 2.129.000

Enzo (2004)

Nera che più non si può, ha avuto due proprietari, il primo tedesco. Appena tagliandata e in attesa di certificazione presso Ferrari Classiche. Battuta a Euro 2.311.000

365 GTS/4 Daytona Spider (1973)

Appena 6.688 km percorsi, una delle due sole Daytona Spider di colore Rosso Bordeaux. Costruita secondo le specifiche statunitensi, con aria condizionata Borletti e radio Voxson, strumentazione in miglia. Battuta a Euro 2.479.000

250 Europa Coupé (1953)

Vincitrice a Villa d'Este e al premio Cavallino Classic Certificate Ferrari Classiche. Molto rara perché una delle sole 4 Vignale di sole 22 vetture della prima serie. Battuta a Euro 2.871.000

275 GTB Alloy (1966)

Primo proprietario il senatore Adlai Stevenson III, venduta da Luigi Chinetti Motors di Greenwich. Stevenson è un reduce della Corea con una lunga esperienza in politica; suo nonno era vicepresidente sotto Grover Cleveland. Fu anche Ambasciatore degli Stati Uniti dal 1961 al 1965. Battuta a 2.927.000

288 GTO (1985)

Solo un momento... Devo riprendermi perché questa è la mia Ferrari preferita. Eccoci. Allora. Questa 288 GTO ha percorso appena 729 km. Inutile dire che, probabilmente, è la meglio conservata del mondo. Si stima, poi, che sia una delle sole 19 "leggere", cioé senza radio e finestrini elettrici. Unico proprietario dal 1993. Già tagliandata (cinghie comprese). Peccato non aver avuto i 3.263.000 Euro necessari.

750 Monza (1955)

Rara sportiva con una lunga "esperienza" nelle corse in Italia, a Cuba e in Venezuela. Battuta a Euro 3.375.000

250 GT Cabriolet Series I

E' la quattordicesima 250 GT Cabrio della prima serie. Finisce ben presto negli Stati Uniti, da Luigi Chinetti Motors di New York. Il primo proprietario è quindi John R. Fulp Jr. Di Greenville, Carolina del Sud, giovane gentleman driver di talento. Battuta a Euro 4.719.000

250 GT LWB California Spider by Scaglietti

L'ultimo proprietario l'ha conservata sotto una campana di vetro per vent'anni. Il primo è stato il Dott. Otto Rodriguez Vincentini, un ricco viveur venezuelano. Battuta a Euro 7.855.000

LaFerrari Aperta n°210 (2017)

Il titolo di vettura più costosa all'asta di Maranello va non ad una storica, ma alla più giovane di tutte le Ferrari: la Ferrari LaFerrari Aperta n°210, l'ultimissimo esemplare della hypercar scoperta, realizzata a scopo benefico. Gli 8.300.000 Euro sborsati dal suo fortunato e altruista proprietario andranno infatti totalmente devoluti a Save The Children.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

In vendita un'attraente AC Ace

In vendita un'attraente AC Ace

18 dicembre 2018

Signori e signore, Gymkhana 10

Signori e signore, Gymkhana 10

18 dicembre 2018

421,5 km/h in una Chiron senza apparente sforzo

421,5 km/h in una Chiron senza apparente sforzo

18 dicembre 2018

Bmw Sudafrica restaurerà la 530 MLE

Bmw Sudafrica restaurerà la 530 MLE

17 dicembre 2018

Una Metro 6R4 Gruppo B può essere vostra per il prezzo di una classe S 63 Amg

Una Metro 6R4 Gruppo B può essere vostra per il prezzo di una classe S 63 Amg

17 dicembre 2018

Ora sappiamo il costo del pacchetto MR per la GT2 RS

Ora sappiamo il costo del pacchetto MR per la GT2 RS

14 dicembre 2018

MSO svela sei edizioni speciali basate sulla 570S coupé e spider

MSO svela sei edizioni speciali basate sulla 570S coupé e spider

14 dicembre 2018

Una Bmw M3 E30 perfetta?

Una Bmw M3 E30 perfetta?

13 dicembre 2018

In vendita una Jaguar E-Type Semi Lightweight mozzafiato

In vendita una Jaguar E-Type Semi Lightweight mozzafiato

13 dicembre 2018

Tophat Classics e Waterdream creano il più bel Defender del mondo

Tophat Classics e Waterdream creano il più bel Defender del mondo

12 dicembre 2018