Charger SRT Hellcat Redeye: la berlina di serie più potente e veloce al mondo

La nuova Charger SRT Hellcat Redeye da 808 Cv svelata negli USA da Dodge è la berlina di serie più potente e veloce al mondo.

1/5

Si presenta come la berlina di serie più potente e veloce al mondo. Stiamo parlando della Charger SRT Hellcat Redeye, svelata ufficialmente da Dodge sul mercato USA a inizio luglio. Sotto il cofano, questa nuova variante ultra prestazionale della Charger monta lo stesso motore Hemi V8 sovralimentato da 6,2 litri che attualmente equipaggia la coupé Challenger SRT Hellcat Redeye, accreditato di 797 hp (808 Cv) di potenza massima e 958 Nm di coppia: si tratta del più prestazionale propulsore 8 cilindri a V installato su una muscle car stradale.

Così equipaggiata, la vettura è in grado di coprire il quarto di miglio in un tempo di 10,6 secondi a una velocità di 207 km/h, di raggiungere una velocità di punta di 326 km/h e di accelerare da 0 a 96 km/h in un tempo di soli 3 secondi.

La nuova Charger SRT Hellcat Redeye sarà disponibile solo con il kit Widebody, comprensivo di passaruota allargati, cerchi in carbonio nero leggero da 20”, pneumatici 305/35 ZR20 e un cofano motore di nuova concezione con prese d’aria maggiorate.

A livello tecnico la Casa automobilistica americana ha utilizzato le specifiche adottate sulla sportiva Challenger in versione Demon sia per il motore sia per il cambio automatico a 8 rapporti: ciò significa l’impiego di un compressore volumetrico più grande, bielle e pistoni più potenti, un nuovo sistema di iniezione del carburante, un sistema di lubrificazione migliorato e un convertitore di coppia potenziato.

La Hellcat Redeye è inoltre equipaggiata con l’SRT Power Chiller, un dispositivo che utilizza il refrigerante del climatizzatore per abbassare le temperature di esercizio del motore e con il Race Cooldown, un sistema che in automatico fa girare la pompa dell’intercooler e la ventola del radiatore anche a vettura spenta per raffreddare il compressore volumetrico. Il guidatore, fra l’altro, può persino monitorare la temperatura del liquido di raffreddamento in tempo reale attraverso il sistema di intrattenimento multimediale.

L’abitacolo propone sedili in pelle o a richiesta in pelle e Alcantara, mentre il quadro strumenti si riconosce per il tachimetro tarato fino a 220 miglia orarie, pari a 352 km/h. L’equipaggiamento di serie include l’assetto con nuovi ammortizzatori Bilstein a controllo elettronico, sospensioni adattive, Launch Control con Launch Assist per evitare gli slittamenti delle ruote nelle partenze lanciate, il sistema Line Lock che blocca i freni anteriori permettendo di far slittare le ruote posteriori con facilità e il Torque Reserve, un dispositivo attivo a partire da 950 giri che assicura riprese fulminee anche se la velocità è molto bassa.

La nuova Dodge Charger SRT Hellcat Redeye sarà ordinabile negli USA a partire da quest’autunno, mentre le prime consegne ai concessionari sono previste per l’inizio del 2021. Per gli appassionati più incontentabili e esigenti, va precisato che della Charger esiste una variante ancora più estrema, realizzata dal preparatore nordamericano Hennessey Performance, in cui il V8 HEMI è stato ulteriormente fino a 1.026 Cv a 6.500 giri/min, con 1.314 Nm di coppia a 4.200 giri/min.

Per quanto riguarda le prestazioni, la Dodge Charger SRT Hellcat Widebody realizzata da Hennessey scatta da 0 a 96 km/h in 2,8 secondi e copre il quarto di miglia in 9,9 secondi raggiungendo i 227 km/h.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Lamborghini Huracán STO: dalla pista alla strada

Ecco l’ultima evoluzione in chiave corsaiola della supercar del Toro. Il suo biglietto da visita: stesso V10 da 640 Cv della Performante, 43 kg di peso in meno, trazione posteriore, carreggiate allargate e un’aerodinamica ancora più spinta. Il listino parte da 304.283 euro.

Lamborghini Huracán STO: dalla pista alla strada

27 November 2020

Toyota Yaris GR: il Nurburgring cade ai suoi piedi

Sull’iconico Inferno Verde la Yaris by Gazoo Racing ha fermato il cronometro sotto gli 8 minuti nel time attack sul giro Bridge-to-Gantry.

Toyota Yaris GR: il Nurburgring cade ai suoi piedi

27 November 2020

Nuova Subaru BRZ: perché non è turbo?

Il sistema di sovralimentazione avrebbe alzato il baricentro dell'auto e aumentato il peso del motore, peggiorandone la dinamica di guida.

Nuova Subaru BRZ: perché non è turbo?

26 November 2020

La Ferrari F50 è quanto di più simile a una Formula Uno

A dirlo è stato nientemeno che Tiff Needell dopo aver messo a ferro e fuoco la supercar di Maranello su una strada ricca di curve.

La Ferrari F50 è quanto di più simile a una Formula Uno

26 November 2020

Come suona una Ferrari F40 LM con scarico diretto?

Un suono talmente idilliaco ed esagerato da funzionare meglio di una caraffa di caffè presa la mattina appena sveglio.

Come suona una Ferrari F40 LM con scarico diretto?

25 November 2020

Sull’iconico Inferno Verde è possibile trovare anche un trattore

Spinto dal suo poderoso 6 cilindri da 12,8 litri di cilindrata e 500 Cv, il Claas Xerion 5000 Trac VC ha portato a termine un intero giro del Nürburgring.

Sull’iconico Inferno Verde è possibile trovare anche un trattore

25 November 2020

Ecco come la Koenigsegg Jesko produce tutti quei cavalli e supera le emissioni

Fino a 1.600 CV e 1.500 Nm, un telaio monoscocca in fibra di carbonio e un’aerodinamica particolarmente studiata sono le carte in tavola di una fra le più innovative delle hypercar di ultima generazione.

Ecco come la Koenigsegg Jesko produce tutti quei cavalli e supera le emissioni

24 November 2020

La Bugatti Chiron Pur Sport è l'auto nuova meno efficiente che puoi acquistare

Con un consumo medio secondo l’EPA di 4 chilometri al litro di carburante, la Bugatti Chiron Pur Sport è una vera e propria idrovora di benzina verde.

La Bugatti Chiron Pur Sport è l'auto nuova meno efficiente che puoi acquistare

24 November 2020

La Ford Mustang di Ken Block annichilisce una McLaren Senna

In una classica drag race la vettura dell’iconico stuntman e pilota di rally statunitense ha dato una bella paga alla supercar inglese.

La Ford Mustang di Ken Block annichilisce una McLaren Senna

23 November 2020

La Rimac C_Two: sarà in grado di driftare?

Stando ai progettisti l’hypercar elettrica croata sarà in grado di andare in sovrasterzo senza l’aiuto dell’elettronica.

La Rimac C_Two: sarà in grado di driftare?

23 November 2020