11 February 2020

Chevrolet Corvette C8: al Ring va forte come la Porsche 911

Nuovo record sull’iconico Inferno Verde per la supercar americana che ha eguagliato nientemeno che il super sportivo “maggiolone” di Stoccarda.

1/6

Dopo la sua presentazione, dove aveva fatto gridare al miracolo per l’ottimo rapporto offerto dal mix di elevate prestazioni e prezzo tutto sommato contenuto, la Chevrolet Corvette C8 torna a far parlare di se questa volta per lo sbalorditivo tempone fatto segnare al Nurburgring Nordschleife. Avviata la catena di produzione, la supercar americana si è cimentata sull’iconico Inferno Verde staccando un tempo davvero niente male. Il crono segna la bellezza di 7 minuti, 29 secondi e 9 decimi, un tempo ottenuto con una vettura completamente base e immediatamente confermato dalla stessa Chevrolet.

Guidata da Oliver Garvin, tra i piloti ufficiali della Casa e cinque volte vincitore di categoria alla 24 ore di Le Mans, la nuova Chevrolet Corvette C8 ha quindi ottenuto questo fantastico tempo senza avvalersi del pacchetto Performance Z51, un kit di elaborazione del costo di 5.000 dollari che apporta numerose modifiche e migliorie meccaniche come un differenziale a slittamento limitato a controllo elettronico, uno spoiler posteriore, miglioramenti per quanto riguarda lo scarico e il sistema di raffreddamento e gomme Michelin supersportive.

Ma proviamo a capire il perché questo tempo sia così eccezionale. Confrontandola con la miriade di auto che ogni anno tentano di stabilire un nuovo record sul famosissimo Inferno Verde così da dimostrare la propria bontà costruttiva e progettuale, si scopre che la supercar americana, un modello tutto sommato economico visto il suo prezzo di attacco di appena 60.000 dollari, è stata in grado di segnare un tempo praticamente identico (7:30) a quanto fatto registrare dalla Porsche 911 Carrera S (Serie 992), una sportiva europea che però costa più del doppio della supercar americana (circa 142.000 euro).

Proseguendo nella nostra analisi si scopre come la Corvette C8 sia stata in grado di battere anche auto del calibro di Ferrari F12 Berlinetta (7:33) e Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio (7:32), perdendo però la sfida con modelli altrettanto prestazionali come 812 Superfast (7:27,48) e 488 Pista (7:00,03) ma sicuramente molto più costosi. Unica nota negativa, de segnalare per correttezza, è che la Chevrolet Corvette C8 seppur in versione standard si sia fatta battere dalle sue dirette sorelle più anziane C6 ZR1 (7:19,63) e C7 Z06 (7:13,90) entrambe però con pacchetto di elaborazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Porsche Taycan Turbo S VS McLaren P1: il bene contro il male

Due diverse concezioni, entrambe molto prestazionali, stessa accelerazione sullo 0-100 ma filosofie progettuali totalmente opposte. In uan drag race chi la spunta?

Porsche Taycan Turbo S VS McLaren P1: il bene contro il male

12 September 2020

Porsche Panamera 2020: ancora più performante e divertente

Con un prezzo di 97.800 euro per la versione base a trazione posteriore, la Porsche Panamera restyling è già ordinabile anche in Italia ma le prime consegne sono fissate per ottobre.

Porsche Panamera 2020: ancora più performante e divertente

10 September 2020

La Volkswagen Golf 8 si fa in cinque

A breve saranno disponibili anche tutte le varianti ibride della nuova media di Wolfsburg: si tratta di cinque diverse versioni, tre mild hybrid e due plug-in hybrid.

La Volkswagen Golf 8 si fa in cinque

09 September 2020

Nurburgring: Tesla Model 3 Performance più veloce di Porsche 911 GT3 RS?

Sull’iconico e difficilissimo tracciato denomina Inferno Verde sembra proprio che la berlina vitaminizzata di Palo Alto sia in grado di star dietro se non persino superare una Porsche 911 con gli attributi.

Nurburgring: Tesla Model 3 Performance più veloce di Porsche 911 GT3 RS?

08 September 2020

Garmin Catalyst: il driver coach virtuale per la pista

Una volta montato sul cruscotto raccoglie i vostri dati e vi fornisce in tempo reale indicazioni e suggerimenti anche audio per migliorare le vostre sessioni in pista.

Garmin Catalyst: il driver coach virtuale per la pista

07 September 2020

Tesla Model 3 sconfitta dalla Pikes Peak

Uno spettacolare incidente ma per fortuna senza gravi conseguenze ha definitivamente fermato la vettura di Palo Alto preparata dai ragazzi di Unplugged Performance.

Tesla Model 3 sconfitta dalla Pikes Peak

07 September 2020

Bmw M3 Touring? Presto sarà realtà

Audi RS4 Avant e Mercedes-AMG C63 Wagon sono state avvisate. La Casa dell’Elica metterà per la prima volta in commercio una versione station wagon della sua poderosa M3.

Bmw M3 Touring? Presto sarà realtà

06 September 2020

Ferrari 488 Pista vs Ferrari F40: testa a testa in quel di Maranello

Classica drag race sul quarto di miglio tra cavalline rampanti, rappresentative di epoche molto distanti tra loro. Chi avrà avuto la meglio?

Ferrari 488 Pista vs Ferrari F40: testa a testa in quel di Maranello

05 September 2020

Test dell’Alce indigesto per la Porsche Taycan

Risultato non proprio eccellente quello della sportiva elettrica di Zuffenhausen che nel test del doppio evitamento ostacolo non ha brillato poi più di tanto.

Test dell’Alce indigesto per la Porsche Taycan

04 September 2020

Lamborghini Huracán Evo: il nostro hot lap

Di primo acchito sembrerebbe essersi un po’ troppo “imborghesita” l’ultima evoluzione della supercar del Toro. Invece basta solo un “click” per ritrovare il carattere che la separa dall’Audi R8, con cui condivide parte della meccanica. Nel nuovo numero di evo, l'abbiamo testata. Vi mostriamo il video dell'Hot Lap del nostro pilota ufficiale, Tommy Maino.

Lamborghini Huracán Evo: il nostro hot lap

03 September 2020