a cura della redazione - 25 settembre 2019

Chevrolet Corvette C8

Si chiama sempre Corvette, ma di fatto è un’auto completamente diversa, perché? Prima di tutto per lo spostamento del motore da anteriore a centrale, poi per il design, ma anche per la sua mission: da muscle car a supercar.

1/6

1 di 2

La linea e le performance

Il colore rosso ciliegia ricopre le taglienti forme della nuovissima Corvette C8 Stingray, l’inedito modello della supercar americana per definizione, che con la sua nuova linea stacca nettamente con tutte le versioni precedenti. La vera novità per la C8 è il motore in posizione centrale e non all’anteriore, una soluzione che viene adottata per la prima volta dal 1953, abbandonando così la configurazione da GT vecchio stile. Questa scelta ha portato ad un look particolare: le linee infatti riprendono quelle della C7, con lo stesso stile tagliente e netto che, però, su questa C8 sono anche più marcate.

Il posteriore è completamente rivisto, mentre il frontale è molto più accattivante e snello. La nuova Corvette C8 è dotata del propulsore Chevrolet V8 small block LT2 da 6,2 litri che supera quota 500 Cv (501,8 per l’esattezza) erogati a 6.450 giri, mentre la coppia massima erogata è di 637 Nm a 5.150 giri. Queste performance, secondo la Casa, permettono alla supercar americana di passare da 0 a 100 in soli 3 secondi: sono un risultato ottenibile solo se la vettura è dotata del pacchetto Z51, che aggiunge uno scarico sportivo, freni maggiorati, sospensioni regolabili, un miglior impianto di raffreddamento e una trasmissione a 8 marce con rapporti accorciati.

Il motore è aspirato, quindi non c’è nemmeno il vago ricordo di turbine e compressori, ma è anche attento all’ambiente: infatti per ottimizzare i consumi e le emissioni, il motore LT2 può disattivare metà dei cilindri per aiutare a risparmiare carburante. Visti gli sforzi fatti dalla Casa americana per piazzare centralmente il motore, Corvette ci tiene a precisare che la C8 non è una muscle car ma una vera e propria supercar, capace di 180 kg di carico verticale, sospensioni magnetiche, differenziale posteriore elettronico e prestazioni tali da poter mettere nel mirino le più blasonate rivali europee.

L’abitacolo è stato spostato più avanti, quasi a ridosso dell’asse anteriore

Gli interni e le configurazione

L’abitacolo è stato spostato più avanti, quasi a ridosso dell’asse anteriore, e gli interni sono stati rivisti: ora catalizzano la scena due grossi schermi digitali situati uno dietro al volante, anch’esso ridisegnato, e uno al lato del guidatore, un layout che riprende i cockpit aeronautici.

A completare gli interni ci pensa una striscia quasi infinita di pulsanti accanto al tunnel centrale, con cuciture che riprendono il colore della carrozzeria e che ben si abbinano a tutti e tre i tipi di sedili disponibili per la nuova C8. Fra tutti quei comandi sulla console centrale, c’è il My Mode, per configurare a proprio piacimento la “Vette”, e la Z Mode, dove si possono personalizzare anche alcuni parametri di motore e trasmissione.

1/3
La C8 è stata presentata in configurazione con tetto rigido removibile, poi arriverà la coupé

La C8 è stata presentata in configurazione con tetto rigido removibile, ma più avanti arriveranno la versione coupé e i modelli più sportivi che, promettono prestazioni davvero incredibili, non solo in termini di performance, ma anche dal punto di vista della dinamica di guida. Nella versione appena presentata, i pannelli del tetto sono stivabili in uno dei due bagagliai della vettura. Esatto: la C8 dispone di ben due bagagliai, uno posteriore e uno anteriore, in ognuno dei quali si può addirittura stivare una sacca da golf. La capienza totale è di 358,6 litri.

Il prezzo al pubblico per l’Europa ancora non è stato reso noto, ma se è vero che la C8 nel mercato americano partirà da meno di 60.000 dollari, e che il suo coinvolgimento alla guida è da supercar, allora Corvette potrebbe aver fatto centro spostando il motore… al centro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Ferrari F40: un nome, una garanzia

Ferrari F40: un nome, una garanzia

30 maggio 2020

Audi RS Q8 Manhart RQ 900: 900 CV e 1.080 Nm

Audi RS Q8 Manhart RQ 900: 900 CV e 1.080 Nm

29 maggio 2020

Porsche: con l’Euro 7 le cilindrate cresceranno

Porsche: con l’Euro 7 le cilindrate cresceranno

29 maggio 2020

Nuova Porsche 911 Targa: questione di stile

Nuova Porsche 911 Targa: questione di stile

28 maggio 2020

Ferrari FXX K: l’ipnotico giro sul Circuito di Monza

Ferrari FXX K: l’ipnotico giro sul Circuito di Monza

28 maggio 2020

Ken Block insegna alla figlia tredicenne a driftare

Ken Block insegna alla figlia tredicenne a driftare

27 maggio 2020

Ferrari: elettrica non prima del 2025

Ferrari: elettrica non prima del 2025

27 maggio 2020

Stelvio Quadrifoglio vs Grand Cherokee TrackHawk: drag race

Stelvio Quadrifoglio vs Grand Cherokee TrackHawk: drag race

26 maggio 2020

Charles Leclerc alla guida della Ferrari SF90 Stradale per il cortometraggio “Le grand rendez-vous”

Charles Leclerc alla guida della Ferrari SF90 Stradale per il cortometraggio “Le grand rendez-vous”

25 maggio 2020

Maserati MC20: trapelano nuovi dettagli

Maserati MC20: trapelano nuovi dettagli

25 maggio 2020