Best of the rest: Lamborghini Huracán Evo Spyder

Continuiamo il racconto delle auto che, nonostante ci abbiano appassionato nei test del 2019, non si sono aggiudicate un posto al Car of The Year. La Huracan EVO Spyder è una di queste: non è arrivata in finale per poco però, perché, come nel caso della cugina coupé, ha ancora qualche piccolo problemino da risolvere.

1/2

Comunque sia è stato difficile, anzi, molto difficile, non sorridere quando la supercar Arancio Xanto faceva avanti e indietro davanti all’obiettivo della macchina fotografica con la capote abbassata e con il boato del suo V10 aspirato che irrompeva tra alberi e caseggiati.

Avevamo già apprezzato tali qualità in occasione del primo contatto con la Evo Spyder (evo 54). Un cielo apocalittico e una fredda giornata autunnale non costituivano però le condizioni ideali per consentire ad Adam Towler di provare nel migliore dei modi una Lamborghini “aperta”. Che la Spyder non potesse primeggiare in occasione di un eCoty lo si poteva già intuire dalla valutazione finale di quattro stellette ma, come dissi allora, pur non essendo una delle migliori sportive in commercio, resta comunque una grande Lamborghini.

Perché? La Huracán Evo è già una macchina spettacolare, figuriamoci la Spyder cha parte da quasi 247.000 euro. Frontalmente è una autentica Lamborghini, mentre il taglio netto della coda e il suo profilo a cuneo costituiscono ciò che i designer non sono riusciti a replicare con la Urus. L’assenza del tetto consente poi di avere una visione ancora più completa dell’abitacolo della Huracán, così, se un tempo si poteva pensare che l’ingresso di Audi avrebbe in qualche modo reso meno personali le nuove nate, ci si può assolutamente rassicurare notando che la Casa italiana non ha replicato quasi nulla della fredda razionalità della R8.

Non manca infatti il classico e inutile coperchietto rosso in stile aeronautico che cela il tasto Start, mentre il fatto che ci voglia un po’ di tempo prima di individuare i comandi degli alzacristalli rappresenta quasi un pregio per un’auto di questa tipologia.

Il suo sound dirompente non potrà mai essere replicato da nessun SUV elettrico capace di stare sotto i 3” sullo 0-100 km/h

Poi viene il motore. Il V10 di 5,2 litri con le specifiche della Performante eroga 640 Cv e si adatta perfettamente allo spirito della Spyder. Esattamente come per la R8, i cavalli non sono affatto pochi in linea retta, ma anche il rapporto peso/potenza di 2,4 kg/Cv (a secco) non è assolutamente da sottovalutare.

Il fatto che tali prestazioni siano associate a un sound così intenso e coinvolgente, e che basta toccare un attimo il paddle del cambio per sentirlo ancora più scoppiettante, è qualcosa che nessun SUV elettrico in grado di scattare da 0 a 100 in meno di 3 secondi potrà mai eguagliare. In poche parole, il puro disprezzo di Lamborghini per i timpani e la mancanza di isolamento del tetto rendono l’esperienza di guida ancora più entusiasmante.

La Evo Spyder è anche molto efficace in curva grazie alla scocca rigida, allo sterzo preciso e al notevole grip garantito dalle gomme. L’apporto di Audi si percepisce invece nel senso di sicurezza e confidenza che la macchina infonde nella maggior parte dei casi. Ciò che rende ancora più unica e affascinante la Huracán Evo Spyder è la difficoltà nell’ipotizzare per quanto tempo riuscirà ancora a sopravvivere un’auto simile.

Si è infatti sentito dire che, durante una riunione, il capo di Mercedes-AMG Tobias Moers ha annunciato futuri modelli griffati AMG equipaggiati con motori 4 cilindri con tecnologia ibrida al posto dei tonanti V8 che hanno dato origine a questo prestigioso marchio. Ci piace quindi immaginare ogni singolo dipendente della Casa di Sant’Agata pronto a rassegnare le dimissioni qualora i vertici aziendali decidessero di abbandonare definitivamente i V10 e i V12.

Comunque sia, il paesaggio automobilistico sarà sicuramente un posto meno affascinante quando i legislatori impediranno la libera circolazione di rumorosi e assurdi cunei come questo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Maserati MC20: trapelano nuovi dettagli

Maserati MC20: trapelano nuovi dettagli

25 maggio 2020

Ferrari Purosangue: arriverà ma a tempo debito

Ferrari Purosangue: arriverà ma a tempo debito

24 maggio 2020

Fiat Fire 8 valvole: canto del cigno per il motore leggendario

Fiat Fire 8 valvole: canto del cigno per il motore leggendario

23 maggio 2020

Bimbo di 5 anni guida un SUV per andare ad acquistare una Lamborghini

Bimbo di 5 anni guida un SUV per andare ad acquistare una Lamborghini

22 maggio 2020

Ferrari riparte da una Ferrari F8 Tributo, una 812 GTS ed una SP2 Monza

Ferrari riparte da una Ferrari F8 Tributo, una 812 GTS ed una SP2 Monza

22 maggio 2020

Ibrahimovic multato a bordo della sua Ferrari Monza SP2

Ibrahimovic multato a bordo della sua Ferrari Monza SP2

21 maggio 2020

Ken Block e la nuova Mustang da Gymkhana

Ken Block e la nuova Mustang da Gymkhana

20 maggio 2020

Tesla Model S: la modalità "Cheetah" è dietro l’angolo

Tesla Model S: la modalità

20 maggio 2020

Ferrari 812 Superfast Novitec: il V12 fa tremare la galleria

Ferrari 812 Superfast Novitec: il V12 fa tremare la galleria

19 maggio 2020

SSC Tuatara: prestazioni assolute

SSC Tuatara: prestazioni assolute

19 maggio 2020