01 maggio 2020

Best of the rest: Hyundai i30 Fastback N performance & Ford Fiesta ST Performance Edition

Come mai due auto arrivate in finale nella comparativa delle hot hatch (evo 54) non sono riuscite a partecipare all’eCoty?

1/2

Come mai due auto arrivate in finale nella comparativa delle hot hatch (evo 54) non sono riuscite a partecipare all’eCoty? Si tratta di un segno tangibile del livello della puntata di quest’anno e delle qualità delle auto scelte, anche se non bisogna mai dimenticare che in quella comparativa entrambe le auto qui presenti erano state battute dalla Civic Type R e la Fiesta si è comunque classificata dietro Hyundai e Renault.

Il nostro primo approccio con la ST Performance Edition non è stato certo dei migliori. Le strade del Warwickshire erano infatti bagnate dalla pioggia e la durata del test è stata piuttosto breve. Ma non aveva molta importanza tutto sommato, perché sapevamo già che la Fiesta ST fosse una gran macchina, ed è bastato poco per confermare che la Performance Edition è ancora migliore.

Perché? Perché in quel breve tragitto l’ho trovata più comoda di qualsiasi altra Fiesta ST. Se c’è un aspetto deludente nell’ultima ST in configurazione standard, è l’assorbimento delle sospensioni sullo sconnesso. Spingendo forte, le ruote della ST perdono infatti spesso il contatto con l’asfalto, compromettendo così la precisione dello sterzo e la trazione, ma rendendo anche poco fluida la guida.

La Performance Edition risolve questo tipo di problemi. Resta sempre molto stabile, ma quest’auto sembra quasi un giocattolo rispetto alle migliori hot hatch, con la sua leggerezza e il funzionamento delle sofisticate sospensioni che assicurano sempre una gran quantità di sorrisi durante la guida. Le altre qualità naturalmente restano. Il motore da 200 Cv risponde meglio di qualsiasi altro 3 cilindri e, pur non avendo 300 Cv come molte hot hatch, è davvero entusiasmante.

Il fatto che queste due auto non siano arrivate in finale sottolinea più il livello dell’eCoty di quest’anno che non una mancanza di talenti

Ma anche l’abitacolo è realizzato con un buon livello qualitativo e i sedili Recaro trattengono come su un’auto da corsa. La Hyundai è più completa della Fiesta, ma è anche migliore. Potrà piacere o meno il suo stile – la Fastback è più personale della i30 N Performance berlina – e gli interni sono meno raffinati rispetto a quelli di una Volkswagen, ma i sedili sono eccellenti. E il resto? Assolutamente di classe superiore.

Con la Fastback, il reparto N di Hyundai ha introdotto alcune modifiche per migliorare ancora il telaio rispetto alla versione berlina, ma poi si è resa conto che il miglioramento è stato tale da rendere quasi obbligatorio introdurre le stesse modifiche anche sulla versione berlina. La nuova modalità Comfort è talmente indovinata da far venir voglia di modificare la taratura delle sospensioni solo per un’eventuale utilizzo in pista, anche se Hyundai potrebbe ricordarvi che i suoi collaudatori usano il settaggio Comfort anche girando al Nürburgring.

Queste modifiche non dovrebbero portare vantaggi solo sulla dinamica di guida, ma francamente sembra nel complesso un’ottima macchina come lo è sempre stata. In pista, il peso maggiore concentrato sul posteriore la rende un po’ più stabile della versione berlina, ma nel complesso le qualità sono le stesse: inserimento in traiettoria pronto, sterzo preciso e comunicativo, grip elevato e reazioni omogenee e progressive.

Anche il 2 litri turbo da 275 Cv resta molto piacevole, magari meno “cattivo” rispetto ad alcuni motori della concorrenza, ma aggiungendo gradevoli scoppiettii allo scarico che profumano tanto di supercar.

Ciò che unisce le due auto è questo: nessuna delle due è la migliore nella sua classe. Onestamente la Fiesta ci si avvicina molto, anche per la mancanza di reali concorrenti, ma non è certo la Clio 182 Trophy dei tempi moderni, e le modifiche sono così risicate da non giustificare la partecipazione all’eCoty. Come già anticipato, la Hyundai non è invece a livello della Civic Type R.

La Renault e la AMG che sono arrivate fin qui in Spagna potrebbero invece esserlo. E, a quanto pare, entrambe hanno le qualità che la Hyundai, pur essendo andata molto bene finora, deve ancora mostrare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Maserati MC20: trapelano nuovi dettagli

Maserati MC20: trapelano nuovi dettagli

25 maggio 2020

Ferrari Purosangue: arriverà ma a tempo debito

Ferrari Purosangue: arriverà ma a tempo debito

24 maggio 2020

Fiat Fire 8 valvole: canto del cigno per il motore leggendario

Fiat Fire 8 valvole: canto del cigno per il motore leggendario

23 maggio 2020

Bimbo di 5 anni guida un SUV per andare ad acquistare una Lamborghini

Bimbo di 5 anni guida un SUV per andare ad acquistare una Lamborghini

22 maggio 2020

Ferrari riparte da una Ferrari F8 Tributo, una 812 GTS ed una SP2 Monza

Ferrari riparte da una Ferrari F8 Tributo, una 812 GTS ed una SP2 Monza

22 maggio 2020

Ibrahimovic multato a bordo della sua Ferrari Monza SP2

Ibrahimovic multato a bordo della sua Ferrari Monza SP2

21 maggio 2020

Ken Block e la nuova Mustang da Gymkhana

Ken Block e la nuova Mustang da Gymkhana

20 maggio 2020

Tesla Model S: la modalità "Cheetah" è dietro l’angolo

Tesla Model S: la modalità

20 maggio 2020

Ferrari 812 Superfast Novitec: il V12 fa tremare la galleria

Ferrari 812 Superfast Novitec: il V12 fa tremare la galleria

19 maggio 2020

SSC Tuatara: prestazioni assolute

SSC Tuatara: prestazioni assolute

19 maggio 2020