18 August 2020

Aston Martin Valkyrie: tutti i segreti del motore Cosworth da 1.014 CV e 11.100 giri

Aspirato e abbinato a un sistema ibrido composto da una prestazionale unità elettrica, il motore termico della hypercar Valkyrie è capace al tempo stesso di prestazioni fuori dal comune e di essere in regola con le attuali normative sulle emissioni.

1/20

La Casa di Gaydon ha tolto il velo all'unità propulsiva che farà da cuore pulsante alla sua nuova hypercar. Stiamo parlando della Aston Martin Valkyrie che per l'occasione sfoggerà un 6,5 litri V12 a 65° aspirato benzina in grado non solo di erogare la bellezza di 1.014 CV a 10.500 giri/min e 740 Nm a 7.000 giri/min ma anche di "frullare" fino a quota 11.100 giri/min, lo stesso regime del V6 di Formula 1 montato sulla Mercedes-AMG One.

Pedigree di razza

Grazie al know-how nelle competizioni e alla collaborazione con Cosworth è nato il V12 aspirato più potente mai fabbricato per un’auto stradale che la stessa Casa di Gaydon identifica come la “massima espressione del motore a combustione interna” e a leggere i dati tecnici risulta, infatti, impossibile dare torto al Brand inglese di auto sportive.

Derivato dal motore originale montato sulla Vanquish, il dodici cilindri a V da 6,5 litri di cilindrata con bancate a 65° è stato non solo ridisegnato e rielaborato, così da raggiungere ben 155,9 CV/litro, ma anche alleggerito fino all'eccezionale peso di 206 kg e corredato di distribuzione comandata da ingranaggi per far fronte a regimi di rotazione così elevati.

Numeri da capogiro

Un propulsore caratterizzato da una PME (Pressione Media Effettiva) di 14,3 bar a 7.000 giri, un valore elevato ma non estremo visto che auto come Porsche GT3 RS e Ferrari 458 hanno valori superiori, rispettivamente in 14,8 e 15,1 bar.

Più stupefacente è però il suo regime massimo di giri, fissato a 11.100 giri/min, o ancora il fatto che ogni 1.000 giri al minuto, la potenza cresca di circa 100 CV: dai 7.000 giri e 728 CV si sale agli oltre 800 CV a 8.000 giri, che diventano poco meno di 900 CV a 9.000 e 1.000 CV a 10.500 giri.

Materiali nobili

Un risultato reso possibile grazie all'adozione di materiali come il titanio, impiegato per la costruzione delle bielle e dei pistoni con specifiche da Formula 1, e la fibra di carbonio.

A queste "chicche" si aggiunge l'albero a gomiti in acciaio, ricavato dal pieno con una riduzione del peso di circa il 50% rispetto a quello della One-77, tolleranze dimensionali estremamente strette e ogni componente che è stato realizzato con la minore massa possibile ma con la massima resistenza ottenibile. Va, infine, detto che la soluzione finale a bordo dell'Aston Martin Valkyrie prevede però un sistema ibrido, composto dal motore termico appena descritto e da un'unità elettrica da ben 160 CV che non può che incrementare ulteriormente le già spaventose prestazioni.

Amico dell'ambiente

In ultimo, nonostante le strabilianti prestazioni, il super motore di Gaydon è stato comunque in grado di superare tanto gli standard sull'affidabilità, è garantito 100.000 chilometri, quanto le più severe normative sulle emissioni inquinanti.

Per raggiungere questo secondo obiettivo ha dovuto però rinunciare alla iniezione diretta, tipica dei motori prestazionali di ultimissima generazione, perdendo si qualcosa in termini di potenza ma guadagnandoci dal punto di vista delle emissioni. A completare il controllo delle sostanze nocive ci pensano 4 terminali di scarico 3 in 1 - cioè i gas di scarico di 3 cilindri finiscono in un unico terminale – provvisti poi ognuno del proprio catalizzatore

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Porsche Taycan Turbo S VS McLaren P1: il bene contro il male

Due diverse concezioni, entrambe molto prestazionali, stessa accelerazione sullo 0-100 ma filosofie progettuali totalmente opposte. In uan drag race chi la spunta?

Porsche Taycan Turbo S VS McLaren P1: il bene contro il male

12 September 2020

Porsche Panamera 2020: ancora più performante e divertente

Con un prezzo di 97.800 euro per la versione base a trazione posteriore, la Porsche Panamera restyling è già ordinabile anche in Italia ma le prime consegne sono fissate per ottobre.

Porsche Panamera 2020: ancora più performante e divertente

10 September 2020

La Volkswagen Golf 8 si fa in cinque

A breve saranno disponibili anche tutte le varianti ibride della nuova media di Wolfsburg: si tratta di cinque diverse versioni, tre mild hybrid e due plug-in hybrid.

La Volkswagen Golf 8 si fa in cinque

09 September 2020

Nurburgring: Tesla Model 3 Performance più veloce di Porsche 911 GT3 RS?

Sull’iconico e difficilissimo tracciato denomina Inferno Verde sembra proprio che la berlina vitaminizzata di Palo Alto sia in grado di star dietro se non persino superare una Porsche 911 con gli attributi.

Nurburgring: Tesla Model 3 Performance più veloce di Porsche 911 GT3 RS?

08 September 2020

Garmin Catalyst: il driver coach virtuale per la pista

Una volta montato sul cruscotto raccoglie i vostri dati e vi fornisce in tempo reale indicazioni e suggerimenti anche audio per migliorare le vostre sessioni in pista.

Garmin Catalyst: il driver coach virtuale per la pista

07 September 2020

Tesla Model 3 sconfitta dalla Pikes Peak

Uno spettacolare incidente ma per fortuna senza gravi conseguenze ha definitivamente fermato la vettura di Palo Alto preparata dai ragazzi di Unplugged Performance.

Tesla Model 3 sconfitta dalla Pikes Peak

07 September 2020

Bmw M3 Touring? Presto sarà realtà

Audi RS4 Avant e Mercedes-AMG C63 Wagon sono state avvisate. La Casa dell’Elica metterà per la prima volta in commercio una versione station wagon della sua poderosa M3.

Bmw M3 Touring? Presto sarà realtà

06 September 2020

Ferrari 488 Pista vs Ferrari F40: testa a testa in quel di Maranello

Classica drag race sul quarto di miglio tra cavalline rampanti, rappresentative di epoche molto distanti tra loro. Chi avrà avuto la meglio?

Ferrari 488 Pista vs Ferrari F40: testa a testa in quel di Maranello

05 September 2020

Test dell’Alce indigesto per la Porsche Taycan

Risultato non proprio eccellente quello della sportiva elettrica di Zuffenhausen che nel test del doppio evitamento ostacolo non ha brillato poi più di tanto.

Test dell’Alce indigesto per la Porsche Taycan

04 September 2020

Lamborghini Huracán Evo: il nostro hot lap

Di primo acchito sembrerebbe essersi un po’ troppo “imborghesita” l’ultima evoluzione della supercar del Toro. Invece basta solo un “click” per ritrovare il carattere che la separa dall’Audi R8, con cui condivide parte della meccanica. Nel nuovo numero di evo, l'abbiamo testata. Vi mostriamo il video dell'Hot Lap del nostro pilota ufficiale, Tommy Maino.

Lamborghini Huracán Evo: il nostro hot lap

03 September 2020