di Tommaso Ferrari - 06 marzo 2019

Aston svela la terza hypercar, l'AM-RB 003

Sempre in collaborazione con Red Bull promette di ridefinire il settore di LaFerrari, P1 e 918 Spyder
1/10

Aston Martin continua a sfornare novità sensazionali rivelandosi uno dei marchi più produttivi degli ultimi mesi (se non anni), e non contenta di Vulcan, Valkyrie e Valkyrie AMR PRO ora ha presentato la AM-RB 003. Come per la Valkyrie arriverà successivamente un nome ufficiale, ma per ora la sigla ripropone la collaborazione fra Aston e Red Bull Advanced Technologies che si è occupata dell’aerodinamica mentre a Gaydon si sono concentrati su telaio, sviluppo e propulsore grazie a Matt Becker e Chris Goodwin. Siamo parecchio eccitati all’idea di una rivale per le future hypercar tedesche, italiane o inglesi e non senza motivo: la AM-RB 003 avrà una monoscocca avanzatissima in fibra di carbonio, pannelli della carrozzeria anch’essi in carbonio e per la prima volta l’applicazione della tecnologia ‘Flexfoil’.

In pratica l’intera ala posteriore – studiata da una compagnia chiamata Flexsys – è realizzata in maniera tale da variare dolcemente la sua forma senza modificare angoli di incidenza o posizione, quasi avesse vita propria; non per nulla il ‘Flexfoil’ ha ricevuto l’approvazione della Nasa. Altra parte interessante è il motore: non troviamo l’incredibile aspirato della Valkyrie o un V8 derivato dalla AMG, ma un inedito V6 turbocompresso sviluppato internamente da Aston congiunto ad un’unità ibrida; i dati sono ancora sconosciuti ma se pensate che la concorrenza da battere è formata dalla ‘Sacra Trinità’ allora aspettatevi almeno 850 cavalli uniti a un peso irrisorio. Tutto quel carbonio e le soluzioni approntate dalla Red Bull infatti manterranno il peso a valori ottimi nonostante la parte ibrida, e come si vede dalle immagini l’altra priorità – come nella sorella maggiore – è la deportanza.

Il posteriore della AM-RB 003 ricorda la Valkyrie con un diffusore esagerato e un fondo studiato per ridurre al minimo l’attrito dell’aria, insieme alle fiancate cave, allo splitter anteriore e tutte le altre superfici aerodinamiche che donano alla Aston un aspetto pazzesco (non dimentichiamo quei bellissimi scarichi al cielo). Gli interni sono minimalisti, con il cruscotto stampato grazie ad una stampante 3d, un volante in carbonio, schermo digitale e una sorta di supporto per smartphone molto felice di mostrarvi il vostro battito cardiaco. Considerando cosa sarà capace di fare la AM-RB 003 però, dubitiamo fortemente che i battiti al minuto rimarranno ad un valore basso come 72…

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Trackday evo 2019! Trackdays 2019

Trackday evo 2019!

Disponibili le date 2019 degli eventi Trackday! Tutte le info per iscriversi

Le ultime news

Sette stupende livree da corsa per la Porsche 935

Sette stupende livree da corsa per la Porsche 935

18 maggio 2019

Bentley ha realizzato un libro da più di 200.000 euro

Bentley ha realizzato un libro da più di 200.000 euro

17 maggio 2019

20.000 congratulazioni per McLaren

20.000 congratulazioni per McLaren

17 maggio 2019

Hennessey sta preparano il primo telaio della Venom F5

Hennessey sta preparano il primo telaio della Venom F5

17 maggio 2019

A Goodwood tornerà il marchio De Tomaso

A Goodwood tornerà il marchio De Tomaso

16 maggio 2019

Presentate le nuove Mini Clubman & Countryman JCW

Presentate le nuove Mini Clubman & Countryman JCW

16 maggio 2019

Si finge compratore e poi ruba una 288 GTO

Si finge compratore e poi ruba una 288 GTO

16 maggio 2019

McLaren svela la nuova GT

McLaren svela la nuova GT

16 maggio 2019

E' partita la 1000 Miglia!

E' partita la 1000 Miglia!

15 maggio 2019

Cifre da capogiro per la Porsche più antica di sempre

Cifre da capogiro per la Porsche più antica di sempre

15 maggio 2019