di Tommaso Ferrari - 30 September 2022

Bugatti lancia il suo ufficiale "Pre-owned Program"

Anche le Chiron e soprattutto le Veyron stan diventando auto "usate", così Bugatti ha deciso di seguire da vicino i nuovi compratori

1.001 cavalli, 1.250 Nm di coppia, 0-100 in 2,5 secondi, 408 km/h di velocità massima, dieci radiatori, motore W16, freni carboceramici, 1.100.000 euro di listino, aerodinamica attiva e la capacità di svuotare l’intero serbatoio in una decina di minuti. Questa è solo una parte della lista impressionante di dati e qualità snocciolate nel 2005 a proposito della Bugatti Veyron, la prima, vera hypercar della storia, colei che aprì le porte di un mondo fatto di migliaia di cavalli e milioni di euro.

Ma appunto parliamo del 2005, e ridendo e scherzando i primi esemplari della hypercar francese hanno ben 17 anni, immettendo la Veyron sul mercato delle auto “usate”. Ok, non è che vostra nonna vi chiederà di accompagnarla ad un concessionario per valutare l’acquisto di una Veyron usata, ma i ricconi che agognano quel modello dovranno ormai fare i conti con le cose tipiche delle auto di noi comuni mortali: manutenzione, stato della carrozzeria, cura degli interni, eventuali perdite o componenti deteriorati, dot delle gomme… e via dicendo.

Ci si aspetta che una hypercar simile sia tenuta in maniera maniacale e in un garage riscaldato in compagnia di altre dozzine di supercar, ma giusto per andare sul sicuro Bugatti ha avviato il suo ufficiale “Pre-Owned Program”. Per le Chiron – molto più recenti – questo include un anno di garanzia su qualunque componente della vettura, per la Veyron copre noie elettriche e meccaniche e la manodopera. Non male contando che ogni minima riparazione sulle due hypercar costa una follia. Quindi voilà, se volete togliervi lo sfizio di comprare la mamma delle hypercar o la sua erede potete rivolgervi con l’animo in pace a Bugatti, che troverà e coccolerà l’esemplare perfetto per la vostra collezione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA