di Tommaso Ferrari - 03 June 2022

Speedkore ha creato un altro mostro, la 'Hellucination'

A differenza della Charger di Fast and Furious il motore è rimasto anteriore... ma non per questo la Hellucination è meno assurda

Speedkore è nota per le sue creazioni pazze, non ultima la Charger a motore centrale realizzata per la saga di Fast and Furious. Quest’ultimo restomod estremo ha il motore al posto giusto, ma di certo non una minor dose di follia, a partire dal nome: Hellucination, gioco di parole con ‘allucinazione’ e ‘inferno’ in inglese. Giusto per far capire subito che creazione diabolica sia. La base è una Charger del ’68 con un crate engine Hellephant V8 da oltre 1.000 cavalli, 7.0 litri di cattiveria e un compressore volumetrico. Il tutto affibbiato alle ruote posteriori con un cambio automatico a otto marce ZF. Le sospensioni sono regolabili, i freni Brembo, i cerchi sono dei bellissimi HRE vintage e le gomme delle Michelin Pilot Sport 4S che non invidiamo per nulla, probabilmente si dissolveranno al primo semaforo.

La carrozzeria della Charger è minacciosa ma senza appendici stupide o esagerate, solo una presa d’aria larga quanto un motoscafo, ed è interamente rifatta in fibra di carbonio. Gli interni – meno azzeccati dell’esterno – richiamano lo stile classico con materiali moderni e quadranti personalizzati, senza farsi mancare un impianto audio da 2.000 watt, che forse (ma forse forse) riuscirà a coprire il fragore del V8. Ultimo ma non meno importante, il committente di questo lavorone: Ralph Gilles, capo designer di Stellantis! Speriamo si goda questa mostruosa Charger come si deve.

© RIPRODUZIONE RISERVATA