a cura della redazione - 26 May 2022

Ecco un'Audi TT con un audace swap... ehm, diesel

Invece di un 5 cilindri RS moderno il proprietario ha misteriosamente optato per un 1.9 TDI. Almeno consumerà di meno

Per noi il diesel è circa l’equivalente del carburante del demonio, fumate nere, rumori da barca agonizzante, 4.500 giri utili quando siete fortunati e decisamente meno fascino della benzina. Di solito le auto sportive usano sempre i cari vecchi ottani, come per le TT prima serie. Tranne una però. Questa TT mk1, un esemplare verniciato in un moderno Brilliant White nasce col classico quattro cilindri turbo da 180 cavalli, si trova a prezzi abbordabili ed è piacevole da guidare. Però nasconde un oscuro segreto… sotto il cofano il motore originario VAI A SAPERE PERCHE’ è stato sostituito con l’1.9 turbodiesel di una Golf. E nonostante abbia camme specifiche, iniettori maggiorati, mappa, pompa carburante più performante e uno scarico aftermarket produce poco più dei 180 cavalli della TT a benzina.

La coppia è un altro discorso, si arriva a 461 Nm trasmessi alla solita trazione integrale ma non faremmo comunque cambio. Di solito ci si impegna in uno swap per migliorare le performance, sperimentare, creare qualcosa di unico e speciale… qui è solo qualcosa che ci lascia perplessi, sicuramente più sgradevole da guidare. Gli interni sono piuttosto eleganti con sedili in pelle Aviator Grey, volante a tre razze e cambio manuale a sei marce; sospettiamo che sia più complicato fare pure il punta tacco adesso. Chissà perché vengono fatte certe scelte, il proprietario comunque ne è ben felice dato che sul retro campeggia un bel logo TDI, unico dettaglio (oltre a strumentazione e tappo del serbatoio) per sapere la verità a macchina spenta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA