a cura della redazione - 05 April 2022

Inizia la produzione della Bugatti Centodieci

Più potente della Chiron ma meno veloce, la Centodieci punta tutto sull'estetica unica e la cura dei dettagli

La vincessimo alla tombola natalizia non ci farebbe schifo, però la Bugatti Centodieci – che tenta di omaggiare la EB110 – non è tra le nostre preferite. La casa francese la presentò quasi 3 anni fa in edizione limitata, i dieci esemplari previsti sarebbero costati 8 (otto!!) milioni di euro per una Chiron completamente ricarrozzata, più leggera di 20 chili, con 1.600 cavalli e velocità massima limitata a 380 km/h. Come dicevamo la Centodieci non ci fa ribollire il sangue più di tanto, l’estetica è troppo “Storm Trooper” e decisamente meno elegante della vettura sulla quale si basa; ci piace il richiamo alla EB110 sulla fiancata e l’impatto scenico però non riusciamo minimamente a giustificare il prezzo. Detto questo, la Centodieci finalmente sta per cominciare la produzione e verrà consegnata quest’anno agli acquirenti.

Per far sì che la hypercar fosse impeccabile tre tester (che pena che ci fanno) nelle ultime settimane si sono alternati per guidare la Centodieci con la luce e con il calar della notte, col sole o la pioggia, percorrendo 1.200 chilometri al giorno tentando di scovare qualsiasi anomalia, rumore sospetto o malfunzionamento meccanico. Per 8 milioni di euro tutto deve ovviamente essere perfetto. I tester (ancora, che pena) si sono fatti tutta la soleggiata California, l’Arizona, sono saliti fino a 3.000 metri e provato a mettere in crisi la Centodieci nel traffico col clima a cannone, e fatto anche qualche puntata a 320 km/h per sicurezza. In tutto 50.000 chilometri di test, insieme a delle Chiron Pur Sports e Super Sports, dove la Centodieci è andata magnificamente. I clienti potranno stare tranquilli in vacanza… se mai la guideranno davvero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA