di Tommaso Ferrari - 29 March 2022

AMG festeggia i 55 anni con la mostruosa GT Track Series

55 esemplari per questa arma esclusivamente da pista, una vettura da gt3 che non deve accontentare nessun regolamento

Il laboratorio malefico Mercedes – la AMG – ha compiuto 55 anni. Non è un anniversario bello come il mezzo secolo, i diciotto anni o i 100 anni di attività, ma vuoi mettere che tristezza il non far nulla? Così ecco qua, subito servita la AMG GT Track Series, giusto giusto la AMG più potente nella storia di Affalterbach. Abbiamo sperato in ogni modo che fosse omologata per circolare su strada, ma dopo aver visto il volante ogni nostra illusione è svanita. La Track Series è ciò che esprime il suo nome: una belva da pista, così feroce da essere più potente delle vetture GT3 – dato che se ne può fregare dei regolamenti – e con un’aerodinamica ancora più estrema della GTR Pro e della Black Series. Il V8 biturbo ha un albero di trasmissione in carbonio, Ecu rivista e 734 cavalli, senza parlare degli 850 Nm di coppia che se la vedranno con un cambio sequenziale Hewland da corsa a sei marce.

I cerchi da 18’’ sono avvolti in gomme slick da 325, i finestrini sono in lexan, il bocchettone è quello di rifornimento rapido e gli interni sono spudoratamente da corsa, con volante stile F1, e ABS e Traction Control settabili su 11 diversi livelli, più l’opzione “stacca tutto e vediamo di sopravvivere”. Il kit aerodinamico è molto simile alla Black Series con ulteriori miglioramenti per massimizzare la deportanza e anche il raffreddamento, specialmente dopo una sessione intensa di pista, ovvero l’unico posto dove potrete provare – legalmente – questo mostro argento e rosso. La cura dimagrante ha limato 122 chili, portando il totale a 1.400, non male per un macchinone come la GT. Di Track Series ne verranno fatte solo 55, ad un prezzo, prendete fiato, di 369.000 euro più tasse. Una palata di soldi per un giocattolo da pista, che però garantirà certamente adrenalina in dosi da overdose.

© RIPRODUZIONE RISERVATA