a cura della redazione - 04 January 2022

Audi celebra gli anniversari del 2022

Tralasciando i 50 anni dell'Audi 80 e i 25 della A2, ci interessano molto di più i 35 anni del record alla Pikes Peak, i 40 anni del primo mondiale rally e i 45 del sensuale e celebre 5 cilindri Audi

1987, 35 anni: il record alla Pikes Peak

Pikes Peak, Colorado, Stati Uniti. Estate 1987. Walter Röhrl spinge al limite la propria Audi Sport quattro S1 (E2) lungo il tracciato sterrato della cronoscalata più celebre al mondo. Oltre i 3.000 metri d’altitudine l’aria diventa rarefatta. In molteplici punti, a lato strada si apre il baratro. Röhrl non se ne cura e spreme a fondo i 598 CV erogati dal 5 cilindri della vettura. Il risultato è uno straordinario tempo di 10’47”850. Mai nessuno si era spinto sotto gli 11 minuti. Nel tratto più veloce rilevato, Röhrl tocca i 196 km/h per poi commentare: “Abbiamo raggiunto l’apice di quanto possibile con un’auto da rally”. Imprese come questa hanno reso il pluripremiato cinque cilindri Audi un motore iconico e hanno contribuito all’epopea di Quattro.

1982, 40 anni: il primo Mondiale rally

Audi quattro ha esordito nel Motorsport all’inizio del 1981 in occasione dello Jänner Rallye in Austria. Da allora, il sistema di trazione integrale progettato dalla Casa di Ingolstadt ha rivoluzionato il mondo dei rally e delle competizioni. Nel 1982, Audi ha conquistato il titolo costruttori nel Mondiale rally, mentre nel 1983 il finlandese Hannu Mikkola ha scalato la classifica piloti. Al termine della stagione 1984, Audi ha fatto propri entrambi i titoli: lo svedese Stig Blomqvist si è laureato Campione del Mondo al volante della Sport quattro a passo corto, seguita nel 1985 dalla Sport quattro S1 da 476 CV. La trazione integrale quattro è tuttora uno dei pilastri tecnici della gamma Audi. Forte di un’incessante evoluzione nel tempo, viene oggi declinata in sette configurazioni.

1977, 45 anni: il motore a 5 cilindri

Con il primo motore benzina a cinque cilindri, dedicato ad Audi 100 (C2) nel 1976 e introdotto commercialmente nel 1977, la Casa dei quattro anelli ha alzato nettamente l’asticella della raffinatezza tecnica rispetto alla concorrenza. Il classico quadricilindrico appannaggio della precedente generazione della berlina viene dotato di un cilindro supplementare, così da aumentarne la cilindrata, portata a 2,1 litri, e la potenza, che tocca i 136 CV. Insieme alla trazione integrale quattro e alla sovralimentazione turbo, il cinque cilindri ha trasformato l’immagine di Audi e ha decretato il successo del Brand nel motorsport. Oggi, la massima espressione tecnica del 5 cilindri è costituita dal 2.5 TFSI da 400 CV e 500 Nm appannaggio di nuova Audi RS 3.

© RIPRODUZIONE RISERVATA