di Tommaso Ferrari - 01 October 2021

Altre news (non buone) sulla futura Integra

Acura non vuole proprio darci una moderna DC2, a meno che non abbia deciso di farla cinque porte...

E niente, le nostre speranze di vedere una moderna DC2 come il rendering qua sotto si fanno sempre più sottili. Anzi, invisibili. La divisione oltreoceano di Honda – la Acura – ha rilasciato un’ulteriore immagine che mostra buona parte del retro della futura Integra, dove si nota una forma slanciata, piuttosto elegante… ma con cinque porte. A conferma di ciò la nota stampa riporta “proprio come la Integra originale, che aiutò a far conoscere il brand Acura nel 1986, la quinta generazione sarà una sportiva premium con un design a cinque porte”. Per carità, la linea tra posteriore e anteriore (per quel che abbiamo visto) sembra molto pulita e interessante, ottima per una berlina sportiva, ma come al solito perché chiamarla Integra?

Anche perché il nome Integra nell’immaginario collettivo è associato direttamente alla versione Type R della DC2 e della DC5; nessuno dice “Ah quanto vorrei riavere una versione moderna di una Integra standard!”. Probabilmente verrà utilizzata come motorizzazione l’1.5 litri da 182 cavalli turbo della Civic, associato ad un cambio manuale e volendo anche automatico, anche se tutte le speranze sono rivolte al 2.0 litri turbo da 320 cavalli della Type R Fk8. A patto che il telaio della futura Integra sia come quelli che piacciono a noi. Acura riporta che altre info verranno svelate solo poco prima della presentazione – probabilmente Ginevra 2022 – così non ci resta che metterci il cuore in pace e sperare che un altro iconico nome non ritorni solo per marketing.

© RIPRODUZIONE RISERVATA