a cura della redazione - 18 November 2020

Lamborghini Huracan: la partenza è su due ruote

Con la bellezza di 1800 Cv il V10 della supercar di Sant’Agata Bolognese brucia il quarto di miglio in appena 7 secondi.

Gli esperti di tuning della AMS Performance hanno messo le loro mani su un gioiellino della Casa del Toro. Si tratta di una Lamborghini Huracan che grazie alle elaborazioni ricevute dovrebbe essere in grado di siglare un nuovo record sul quarto di miglio (400 metri) e così è stato. Grazie all’installazione di due turbocompressori il già prestazionale V10 della Casa di Sant’Agata Bolognese è stato in grado di raggiungere la vertiginosa potenza massima di 1800 Cv, un valore talmente elevato da permettere alla Lamborghini Huracan non solo di bruciare la pratica del quarto di miglio in appena 7 secondi ma anche di staccare letteralmente da terra le due ruote anteriori nella fase di partenza nel tentativo di scaricare tutta la sua potenza sull’asfalto.

Un modello abbastanza particolare e appariscente che oltre alle strabilianti performance su strada sfoggia anche l’ala posteriore con finitura nera opaca di una Performante, la sola ma più spettacolare trazione posteriore e pneumatici radiali a trascinamento che contribuiscono a migliorare l’aderenza. Godetevi il video che vi proponiamo qui sotto per scoprire come e quante volte le ruote anteriori si sono sollevate da terra durante la competizione. Evento che non ha spaventato il pilota che non ha smesso di premere a fondo sul pedale del gas nonostante l’apparire del cielo nel parabrezza davanti a lui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA