a cura della redazione - 26 dicembre 2019

Per la Ferrari elettrica bisognerà attendere il 2025

Ferrari elettrica? Sì, ma dopo il 2025. A dirlo è stato nientemeno che Louis Camilleri, ceo della Ferrari, sottolineando l’ancora carente sviluppo della tecnologia dei pacchi batteria.

La Casa del Cavallino Rampante è aperta a tutti i possibili scenari. Sono, infatti, allo studio alcuni progetti che vedono tanto una futura supercar elettrica quanto altri modelli con tecnologia ibrida. Se, infatti, la prima sarà il vero e proprio passaggio della Casa di Maranello alla mobilità a zero emissioni, gli altri modelli elettrificati saranno, invece, essenziali per abbassare le emissioni della gamma e rientrare nelle nuove e più stringenti normative.

Confermato quindi l’arrivo di una sportiva di Maranello puramente elettrica, non dobbiamo però pensare che questo possa avvenire poi così tanto presto perché, stando alle parole dello stesso Louis Camilleri (ceo della Ferrari), la Ferrari a batteria arriverà non prima di cinque anni. Insomma solo dopo il 2025 assisteremo a questo cambio di scena. Una decisione, precisa il ceo del Cavallino, dettata dal fatto che l’attuale tecnologia delle batterie, a causa dei problemi legati all’autonomia e ai tempi di ricarica, non sarebbe ancora matura per l’uscita di un’auto elettrica in grado di garantire prestazioni e guidabilità all’altezza di una Ferrari. Chi voleva vedere una Ferrari completamente elettrica dovrà quindi aspettare ancora qualche anno. Per ora dovrà accontentarsi dei prossimi modelli ibridi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA