di Tommaso Ferrari - 13 August 2019

Ritrovata in un fienile una Miura P400 S

Condizioni davvero buone per questa 'barn find' italiana da 1,2 milioni di euro

Barn Find’ significa letteralmente ‘ritrovamento nel fienile’ ed è diventato un termine ricorrente per indicare quelle rare e costosissime auto d’epoca che vengono ritrovate quasi casualmente in un granaio/garage/autorimessa/appunto fienile in condizioni non proprio da concorso ma perlomeno salvabili. Ora, ci viene difficile pensare che qualcuno possa dimenticare di avere una Lamborghini Miura P400 S in garage, ma sicuramente RM Sotheby’s ha avuto degli ottimi motivi per ricordarlo al proprietario… per esempio una stima da 1,2 milioni di dollari. La Miura in questione venne acquistata nuova nel 1971 dal manager Walter Becker in Germania per poi essere rivenduta solo tre anni dopo al pilota amatoriale Hans-Peter Weber che (bravissimo) la tenne fino alla sua morte avvenuta nel 2015.

Dopo l’accaduto la P400 S venne trasferita nella rimessa di un amico dove rimase fino ad oggi con un contachilometri fermo a quota 29.020. A giudicare dalle foto – e calcolando che la meravigliosa supercar italiana è rimasta all’asciutto e ferma per ‘soli’ quattro anni – le condizioni sono davvero buone, e non ci vorrà molto per riportarla in condizioni fantastiche. Un altro pregio di questa Miura è l’originalità: la vernice Giallo Flay è ancora la sua, il 3.9 litri V12 da 370 cavalli non è mai stato modificato e anche gli interni sono quelli originali. A ottobre RM Sotheby’s venderà questa perla all’asta di Londra dove sicuramente supererà le cifre previste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA