di Tommaso Ferrari - 17 June 2019

Confermata la nuova categoria Hypercar per Le Mans

Sostituirà la LMP1 nel 2021 e promette di attirare più costruttori e avere maggior competizione

La tanto vociferata e nuova categoria di Le Mans formata da prototipi derivati da Hypercar stradali è stata finalmente confermata: al momento è nota come ‘Hypercars category’ e in meno di due anni andrà a sostituirsi alla classe regina della 24 Ore, la LMP1. La ragione è fondamentalmente quella di abbattere i costi facendo sì che più team privati possano partecipare al campionato WEC senza andare in rovina, aumentando in tal modo la competizione ma mantenendo il tema eco-friendly delle vetture ibride di LMP1. Le vetture dovranno essere basate su Hypercar in produzione riprendendone il design e producendo almeno 20 esemplari stradali per l’omologazione; a tal proposito Aston continua con lo sviluppo della sua Valkyrie mentre Toyota ha già confermato che parteciperà con la Gazoo Racing Super Sports.

Deportanza e questioni aerodinamiche dovranno attenersi a rigidi parametri mentre non ci sono praticamente regole per i propulsori: si potrà usare qualunque cosa da enormi aspirati a piccoli turbo con quattro o dieci o dodici cilindri purché non superino i 750 cavalli, ai quali andranno aggiunti quasi 270 cavalli di un motore elettrico che andrà sull’asse anteriore. Il peso totale del powertrain non può superare i 300 chili che secondo la FIA è un dato sufficientemente alto per permettere a molte case di sviluppare un loro sistema senza spendere miliardi in sviluppo e materiali ultraleggeri, mentre il peso totale della vettura non potrà passare i 1.100 chili per un rapporto cv/ton vicino a 1.000. Il nuovo regolamento entrerà in vigore a Settembre 2020 così vedremo le prime vetture durante la stagione del 2021, che ci auguriamo sarà davvero spettacolare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA