di Tommaso Ferrari - 22 March 2019

Porsche riprenderà (per pochissimo) la produzione della GT2 RS

La casa di Stoccarda rifarà i quattro esemplari affondati nell'Atlantico settimana scorsa

Non deve essere piacevole sapere che la Porsche GT2 RS che stavate aspettando e bramando da mesi non potrà esservi consegnata perché si trova sul fondo dell’Oceano Atlantico abbandonata, al freddo, al buio e sommersa da milioni di litri d’acqua. Il solo pensiero mi rattrista, eppure è così. Il 12 Marzo, a 200 chilometri dalla costa francese, la Grande America – una nave della Grimaldi Lines diretta in Brasile – è affondata a causa di un incendio trascinando con sé tutto il suo prezioso carico che includeva Audi A3, Q5, Q7, RS5 e RS4 (sigh) e 37 Porsche, comprese quattro GT2 RS nuove di zecca.

La produzione del mostro da 700 cavalli di Stoccarda sfortunatamente si era interrotta a Febbraio, ma Porsche per non lasciare insoddisfatti i suoi clienti Sudamericani ha sorprendentemente deciso di riavviare l’intera produzione per un brevissimo periodo, in modo da rifare quei quattro esemplari con le stesse identiche specifiche delle povere GT2 RS inghiottite dall’abisso blu. La produzione lampo riprenderà ad Aprile con la consegna stimata per Giugno, quindi un vago lieto fine c’è stato; ovviamente ci spiace anche per le 718 Boxster e Cayman rimaste coinvolte nell’incidente (un po’ meno per le Cayenne) ma saranno ‘rimpiazzabili’ in maniera più semplice con qualche modifica ai tempi di produzione. Tanto di cappello a Porsche per aver preso una decisione così nobile (e di buona pubblicità) anche se sarà triste sapere che tanto piacere automobilistico rimarrà irrecuperabile sul fondo dell’Atlantico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA