di Rachele Somaschini - 30 settembre 2019

La preparazione del pilota

L’allenamento fisico e mentale è una fondamentale preparazione alle gare, visto che i test veri e propri sono sempre più limitati

Una delle domande che mi viene fatta più spesso è: “Ma come vi allenate voi piloti?”. Tante volte nell’immaginario collettivo si pensa che noi rallysti abbiamo quotidianamente la possibilità di stare in macchina, chiudendo una strada e guidando all’infinito per allenarci.

Purtroppo questo è, e rimarrà per sempre un sogno. Nemmeno i pochi piloti ufficiali che corrono nel Campionato Mondiale hanno la possibilità di potersi allenare quando vogliono, quanto vogliono e dove preferiscono. Ci sono delle regole ben precise che limitano i test con le vetture da gara, a partire dal numero di giornate: limitate a 42 nell’arco di un anno per il Mondiale WRC.

Ovviamente, sono disciplinati anche i Campionati minori, ma a limitarci sono soprattutto gli ingenti costi dei test che si aggiungerebbero comunque al budget di gara. Quindi, ci reputiamo già fortunati se riusciamo a fare almeno un test pregara che, con le norme vigenti sulla sicurezza, è diventato un onere quasi più pesante della gara stessa.

Per rendere l’idea, per mettere “a norma” una strada per il test è necessario (oltre alla burocratica iscrizione al Calendario) pagare l’occupazione della strada al Comune interessato, un commissario ogni tot km di prova, l’ambulanza, il medico e, se su terra, anche il ripristino della strada utilizzata.

Quindi, come fare per allenarsi? Sicuramente il primo importantissimo passo è l’allenamento fisico per preparare il nostro corpo agli sforzi che faremo in gara. Si pensa alla forza e alla resistenza con allenamenti ad alta intensità. Alleniamo i riflessi, con l’aiuto di alcuni strumenti studiati appositamente.

Alleniamo la vista ed il campo visivo, l’equilibrio e anche la resistenza al calore. II nostro fisico deve essere sufficientemente allenato da riuscire a fare sforzi e allo stesso tempo il cervello deve avere sufficiente elasticità per darci concentrazione in ogni situazione e sotto sforzo, permettendoci di fare più cose contemporaneamente. Infatti un pilota nello stesso momento: guida utilizzando mani e piedi, ascolta le note del navigatore, osserva la strada e reagisce ad ogni imprevisto, suda e respira.

Per preparare il nostro fisico, alleniamo i riflessi con l’aiuto di strumenti specifici

E’ indispensabile quindi, non solo un allenamento fisico, ma anche mentale per riuscire a gestire le proprie emozioni e rimanere concentrati nonostante gli imprevisti. C’è tutto un “background” per un pilota prima di poter mettere tuta e casco.

E’ sicuramente una fortuna, riuscire a passare molto tempo in macchina per poter fare pratica sulla vettura e sulla disciplina, ma è un privilegio di pochi. Mediamente le vetture da rally hanno dei costi chilometrici non trascurabili (parliamo di 30 euro al km per le R2, 80 euro al km per un’R5), per questo i test devono essere ottimizzati: ogni chilometro deve avere la massima resa in base alle caratteristiche specifiche della gara che si andrà ad affrontare e per creare il corretto set-up il più possibile aderente: ad esempio in previsione di pioggia e di utilizzo di pneumatici medi o duri.

I test devono proprio servire a capire come comportarsi (e come si comporta la vettura) in previsione delle diverse condizioni di gara. In pratica, il test pre- Rally Sanremo (asfalto molto abrasivo e usurante) sarà ben diverso dal test pre- Rally Targa Florio (dove il grip è minimo e l’asfalto scivoloso e variabile). Tornerò sicuramente a parlare dell’allenamento pre-gara nelle prossime rubriche, portando anche delle testimonianze importanti di professionisti del settore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Toyota GR Yaris: hot hatch al peperoncino

Toyota GR Yaris: hot hatch al peperoncino

24 gennaio 2020

Supercar da più di 10 milioni? Queste 5 Ferrari ne valgono anche il doppio!

Supercar da più di 10 milioni? Queste 5 Ferrari ne valgono anche il doppio!

24 gennaio 2020

Toyota GR Supra: arriva in Europa il 2.0 litri da 258 CV

Toyota GR Supra: arriva in Europa il 2.0 litri da 258 CV

23 gennaio 2020

Bambino di 6 anni alla guida di una 488 GTB insieme a Charles Leclerc: performance sorprendente!

Bambino di 6 anni alla guida di una 488 GTB insieme a Charles Leclerc: performance sorprendente!

21 gennaio 2020

All'asta la rarissima Gemballa Mirage GT Gold Edition di Eto'o

All'asta la rarissima Gemballa Mirage GT Gold Edition di Eto'o

21 gennaio 2020

Audi RS7: prestazioni eccellenti, ma vale davvero il suo prezzo?

Audi RS7: prestazioni eccellenti, ma vale davvero il suo prezzo?

20 gennaio 2020

Mercedes Vision AVTR, l'auto ispirata ad Avatar che si muove anche in obliquo

Mercedes Vision AVTR, l'auto ispirata ad Avatar che si muove anche in obliquo

20 gennaio 2020

Ferrari F50: messo all’asta il primissimo esemplare prodotto

Ferrari F50: messo all’asta il primissimo esemplare prodotto

19 gennaio 2020

"Le Tesla parleranno con le persone", lo dice Elon Musk

19 gennaio 2020

Morgan Plus 4 70th Anniversary: serie limitatissima

Morgan Plus 4 70th Anniversary: serie limitatissima

18 gennaio 2020