a cura della redazione - 21 dicembre 2019

40 ANNI DI “HAZZARD”: DALLA DODGE CHARGER DEL 1969, ALLA CHALLENGER DI OGGI

Chi non ricorda la serie TV “Hazzard”, che vede protagonista una Dodge Charger R/T del ‘69 di colore arancione ribattezzata “Generale Lee”, con la bandiera confederata sul tetto e il numero 01 sulle fiancate? Ebbene, quest’anno ricorrono sia il 40° Anniversario della serie, che il 50° Anniversario della Dodge usata sul set.

1/5

1 di 4

Hazzard”, serie televisiva di grande successo, come tutti voi saprete, racconta le gesta della famiglia Duke nella omonima contea di Hazzard. Una delle caratteristiche vincenti della serie è quella di dare ampio spazio agli inseguimenti in auto, con la Charger dei Duke impegnata in evoluzioni da stuntman e in lunghi salti acrobatici, il più lungo dei quali ha raggiunto gli 81 metri!

Appassionati di gare NASCAR, la categoria più popolare negli Stati Uniti, i cugini Duke disputano con la loro Dodge alcune corse locali. Infatti la particolarità della loro auto è quella di essere dotata di roll-bar e di avere le portiere saldate alla carrozzeria, proprio come da regolamento NASCAR; circostanza che li obbliga ad entrare e uscire dalla macchina attraverso i finestrini.

Per girare le scene, sono state utilizzate oltre 300 Dodge Charger del 1969 e meno di una ventina sono le sopravvissute al duro utilizzo fatto durante le riprese.

Una fedele replica della vettura simbolo di Hazzard è quella del collezionista canturino Gianpiero Riva, che possiede una Dodge Charger del 1969 con motore stroker 360/408 CID (Cubic Inch Displacement) ovvero 6.700 cc. L’unica differenza estetica rispetto all’originale, è la presa d’aria aggiuntiva nel cofano anteriore, per “far respirare” meglio il propulsore elaborato.

Riva possiede anche una Dodge Challenger R/T Scat Pack del 2018 (6.400 cc) con cui corre sul quarto di miglio, nota specialità motoristica made in USA: ovvero 402,33 metri da percorrere in accelerazione rispettando il tempo di categoria.

Riva ha messo a disposizione il suo “Generale Lee” al Gruppo CAVAUTO, per effettuare il servizio fotografico con la Dodge Challenger moderna. In effetti la Challenger di oggi è proprio il modello che possiede il DNA della Charger del ’69. Infatti nel corso degli anni, la gamma Dodge ha subito variazioni e l’attuale Charger è una berlina a quattro porte super prestazionale, non più una coupé.

La Challenger invece è una delle più note “muscle car” americane: un’auto simbolo della tradizione a “stelle e strisce”. E’ la coupé sportiva al top di gamma Dodge, disponibile anche nella grintosissima versione con carrozzeria Widebody.

Ecco perché il Gruppo CAVAUTO ha voluto immortalare insieme proprio queste due auto. Entrambe caratterizzate dal logo R/T sulla calandra, di fianco al nome. Significa Road/Track ed enfatizza la versatilità sia su strada che in pista di queste automobili eccezionali.

La Challenger nasce nel 1970, e ora - alla quarta generazione - resta una delle icone “Made in USA” più apprezzate dagli appassionati di auto americane. Il suo design semplice e pulito, ma allo stesso tempo estremamente accattivante, ripropone una linea classica e “sempreverde”. Il frontale è contraddistinto dalle linee orizzontali della calandra, che ne esaltano il carattere e la forte presenza scenica su strada, unitamente ai classici fari tondi e alla presa d’aria sul cofano.

Per quanto riguarda gli interni, sulla Challenger viene privilegiato prima di tutto il comfort di guida, ma lo spazio per i passeggeri sul sedile posteriore è superiore a quello delle rivali, tanto che la vettura è omologata per cinque persone. Stiamo parlando di una vettura lunga poco più di 5 metri, con una capacità del bagagliaio pari a 458 litri. Trasportare la famiglia non è un problema!

Il Gruppo CAVAUTO,è l’unico dealer ufficiale Dodge e RAM in Italia ad avere un accordo di distribuzione con tutti e tre gli importatori europei autorizzati dalla Casa madre americana, e offre l’intera gamma Dodge Challenger, oltre al line-up della Charger e del SUV Durango.

Il listino Dodge Challenger comprende ben undici versioni. Dalla Challenger SXT con motore 3.6 litri V6 Pentastar da 309 CV, alla “cattivissima” Hellcat” 6.2 V8 da 707 CV. Passando per la Challenger R/T Plus Shaker 5.7 V8 da 381 CV e la Challenger R/T Scat Pack 6.4 V8 da 492 CV, quest’ultima con una forte connotazione racing.

Prezzi comprensivi di IVA, a partire dai 36.900,00 Euro della SXT, fino ai 90.900,00 Euro della SRT Hellcat Widebody con motore V8 sovralimentato.

Nel dettaglio, la Challenger SXT è quella che potremmo considerare “l’entry level”. La GT AWD ha la trazione integrale. Fin dalla prima versione del 1971, la Challenger R/T Plus Shaker riprende invece dentro e fuori gli stilemi vintage Dodge a cui si abbinano soluzioni tecnologiche e prestazioni d’avanguardia. Performance da circuito richiedono attenzione per ogni particolare tecnico, ma anche una personalità vincente. Per questo la Challenger R/T Scat Pack è la “muscle car” perfetta per chi non si accontenta e vuole un mezzo il cui habitat naturale sia la pista. La più estrema di tutte è comunque la Dodge Challenger SRT Hellcat, che assicura l’emozione quotidiana di poter domare una vera supercar da oltre 700 cavalli. Non a caso SRT significa “Street& Racing Technology” e identifica “performance vehicles” di eccellenza, tali da rappresentare lo stato dell’arte nella propria categoria.

L’intera gamma Dodge è disponibile a Monza in Via Borgazzi 8, presso lo show room del Gruppo CAVAUTO.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news

Lamborghini Sián Roadster: l'ibrida limited edition da 819 CV

Lamborghini ha da poco svelato la sua nuova Sián Roadster, supersportiva open-top ibrida in edizione limitata. Già tutte le unità sono state vendute.

Lamborghini Sián Roadster: l'ibrida limited edition da 819 CV

14 July 2020

Bentley svela i dettagli di Bentayga, il suo suv di lusso per eccellenza

Bentley ha svelato tutti i dettagli della Bentayga, il suo SUV di lusso per eccellenza. Nella vettura troviamo i sistemi di ultima generazione per quel che riguarda l’infotainement ed un abitacolo ancor più accogliente e confortevole.

Bentley svela i dettagli di Bentayga, il suo suv di lusso per eccellenza

13 July 2020

AC Cobra rinasce in versione elettrica

AC Cobra presenta due nuovi modelli per il 2020, riportando alla luce la sua icona del 1962.

AC Cobra rinasce in versione elettrica

12 July 2020

Alpine: aperti gli ordini della A110 in versione Légende GT e Color Edition 2020

Alpine apre gli ordini della A110 Légende GT, che sarà in vendita in edizione limitata a 400 unità numerate in tutto il mondo a 71.000 euro, e della A110 Color Edition 2020, disponibile solo fino a fine anno a 72.800 euro.

Alpine: aperti gli ordini della A110 in versione Légende GT e Color Edition 2020

10 July 2020

Bentley Flying Spur: il lusso viaggia veloce

Un lussuoso e confortevole panfilo su quattro ruote in grado persino di regalare emozioni quando si preme a fondo l’acceleratore.

Bentley Flying Spur: il lusso viaggia veloce

09 July 2020

Toyota GR Supra: la voglia di sterrato non le manca

Alle prese con il terreno accidentato di una tipica tappa del rally, la Supra riporta alla mente gli antichi fasti delle vecchie Celica da rally.

Toyota GR Supra: la voglia di sterrato non le manca

08 July 2020

Bmw M5: la Competition sarà superata

Presto potrebbe arrivare una versione ad alte prestazioni persino più potente della già velocissima versione Competition. Staremo a vedere…

Bmw M5: la Competition sarà superata

07 July 2020

Lamborghini Aventador S: il ruggito a 336 km/h

Spinta dal V12 aspirato da ben 740 Cv, la supercar della Casa di Sant’Agata Bolognese ha dimostrato di che pasta è fatta lungo una delle tante Autobahn tedesche senza limiti di velocità.

Lamborghini Aventador S: il ruggito a 336 km/h

06 July 2020

Maserati: in arrivo un nuovo 3.0 V6 bi-turbo da 542 CV

Il nuovo propulsore prederà il posto dell’attuale V8 aspirato di origine Ferrari e equipaggerà sicuramente la nuova MC20.

Maserati: in arrivo un nuovo 3.0 V6 bi-turbo da 542 CV

05 July 2020

Porsche Taycan: come funziona la frenata rigenerativa?

Niente "one pedal" ma un sistema di recupero dell’energia che punta o al massimo delle prestazioni o al massimo dell’efficienza. Quattro le modalità di intervento ma mancano i paddles dietro al volante.

Porsche Taycan: come funziona la frenata rigenerativa?

04 July 2020