x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Silenzio. Gordon Murray parla della McLaren F1.

17 August 2017
a cura della redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/10
    Forse la migliore auto sportiva di tutti i tempi. Breve intervista a Gordon Murray

    McLaren ha suonato al campanello di Gordon Murray venticinque anni dopo il debutto della McLaren F1, una delle migliori vetture sportive di tutti i tempi. Forse la migliore. Il progettista si è concesso volentieri per due chiacchiere sul suo capolavoro, di cui va, ovviamente, orgogliosissimo.

    Si è parlato tanto di quest'auto, ma non ci si stanca mai di elencarne i pregi, anche perché non vediamo proprio quali potrebbero essere i difetti. In questa breve intervista, Murray rivela alcune curiosità, riguardanti, ad esempio, la famosa posizione di guida centrale, che non sarebbe stata scelta solamente per evocare le vetture da Formula 1 (di cui condivideva la scocca), ma anche e soprattutto per risolvere il difetto comune a tante altre supercar dell'epoca: la pedaliera fuori asse. "Ho guidato tutte le supercar dell'epoca" dice, "ne ho imparato tutti i difetti. Quindi ho cercato di fare la migliore auto che potessi fare dal punto di vista ingegneristico". E poi, il guidatore (o meglio, il pilota) della McLaren F1 avrebbe dovuto sentirsi a bordo di qualcosa di davvero speciale.

    Quando poi Andy Wallace ha raggiunto i 391 km/h, non ci poteva credere nemmeno lui. L'intenzione non era quella di ottenere il record di velocità, quel dato è stato "solo" una piacevole sorpresa dovuta ad una sezione frontale estremamente ridotta (rispetto alle vetture moderne), al bassissimo Cx e alla potenza del motore che godeva di un poderoso effetto ram, tanto che si rese necessario disattivare il limitatore per raggiungere tale velocità. "Non va più di 391 km/h. Ma 391 non è male, no?" disse Wallace durante il test.

    Ecco perché siamo tanto eccitati riguardo all'imminente debutto della nuova TVR: Gordon Murray è stato coinvolto fin dall'inizio in questo progetto, contribuendo con il suo processo produttivo iStream. Lunga vita alla McLaren F1, all'ingegno e... alla follia britannici.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta