x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Salone di Pechino 2018

26 aprile 2018
di Tommaso Ferrari
  • Salva
  • Condividi
  • 1/6
    Le novità più interessanti - per noi - della rassegna cinese

    Negli ultimi anni i paesi dell’Est – e in particolare il mercato cinese – hanno assunto una rilevanza sempre più importante per quanto riguarda compatte e berline ma soprattutto per costosissime supercar e ammiraglie di lusso. Così, anche il Salone di Pechino, che si sta svolgendo da ieri 25 Aprile fino al prossimo 4 Maggio al China International Exhibition Center sta guadagnando un posto importante fra le rassegne mondiali. Diamo un’occhiata alle novità più importanti di questo evento biennale (tralasciando Suv elettrici e strane scatole che guidano da sole).

    Bmw M2 Competition

    Salone di Pechino 2018

    Ormai sappiamo praticamente tutto a riguardo, ma è giusto citare la nuova M2 come una delle novità più importanti a Pechino: motore twin-turbo sei cilindri in linea ripreso dalla M3 e M4 che eroga 410 cavalli con 550 Nm di coppia, cambio manuale a sei marce, da 0 a 100 in 4,2 secondi, sistema di raffreddamento migliorato e freni maggiorati da 400 mm all’anteriore e 380 al posteriore. L’estetica si rinnova con nuovi specchietti, stupendi cerchi da 19 e linee ancora più taglienti. In attesa dell’inizio delle vendite, pare proprio che Bmw abbia unito tutti gli ingredienti giusti per deliziarci con qualcosa di speciale.

    McLaren Senna

    Salone di Pechino 2018

    Anteprima cinese per la nuova supercar/hypercar/track car di McLaren. Anche in questo caso sappiamo già gli incredibili valori di questa vettura: il V8 da 4.0 litri è stato spinto fino a 800 cavalli e 800 Nm di coppia, che spingono i soli 1198 chili della Senna da 0 a 100 in 2,8 secondi e che – nonostante la pazzesca deportanza generata di 800 chili – riesce a raggiungere i 340 km/h. La vettura che porta il nome del leggendario Ayrton sarà prodotta in 500 esemplari e anche se non è certo l’auto più affascinante del mondo siamo sicuri che in pista si rivelerà una delle più terrificanti.

    Isdera Commendatore GT

    Salone di Pechino 2018

    Il marchio dal complicatissimo acronimo (Ingenieurbüro für Styling Design und Racing) torna a presentare un nuovo modello, completamente diverso dal passato. Al posto dei due V8 di origine Mercedes della Ak116i, la Commendatore GT ha ripreso la brutta abitudine di moltissime case, sostituendo ai cilindri due motori elettrici – uno per asse – capace di erogare 816 cavalli e 1060 Nm di coppia, con un’autonomia di 500 km. Numeri interessanti, che uniti al design pulito e sofisticato (con porte ad ali di gabbiano) della GT potrebbero far diventare la casa tedesca più nota al grande pubblico.

    Lexus ES

    Salone di Pechino 2018

    Dopo l’innovativa LC Coupè e l’arrabbiata GS F, Lexus presenta un’altra berlina di lusso, che andrà presumibilmente a sostituire la GS, cercando di avere maggior successo. Più grande ma più bassa della sorella, ha un design tagliente ispirato alla LC, interni ben rifiniti e pieni di tecnologia (con uno schermo da 12,3 pollici) e per ora due motorizzazioni: un parco 2.5 litri ibrido da 218 cavalli e un più brioso 3.5 litri V6 con 306 cavalli e cambio a otto rapporti. A breve però dovrebbe aggiungersi anche la attesa versione ES F.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta